IL MEDIO ORIENTE ESPLODE E FRATTINI (INQUISITO) VA IN VACANZA

1 febbraio 2011 in Esteri, Politica

La crisi esplosa in Egitto si aggiunge al conflitto tra Israele e Palestina, ma anche alle manifestazioni in Tunisia, Libano, Giordania, Yemen e Algeria: gli eventi degli ultimi giorni riportano l’attenzione sulla polveriera mediorentale, nella quale convivono popolazioni sempre più desiderose di conquiste di civiltà e regimi ancorati ad inamovibili tradizioni millenarie. Nel mezzo, ci sono in gioco interessi economici e politici, possibilità di influenza dei territori strategici, controllo delle forniture di risorse fondamentali; ma anche stabilità internazionale, scambi commerciali e culturali, definizione di posizioni comuni sul piano internazionale. Il Ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, forse ha subito troppo lo stress per essere stato indagato per abuso d’ufficio per la casa di Montecarlo e ha fatto come fa spesso in occasione di crisi internazionali: è andato in vacanza.

Durante l’invasione russa della Georgia, mentre il Consiglio Europeo in allerta aveva convocato una riunione straordinaria, il ministro turista disertava per esplorare i fondali marini delle Maldive. Con l’approssimarsi dell’inverno, preferiva giustamente la montagna per meditare sulla violenza israeliana ai danni della popolazione di Gaza. Ora, mentre l’Egitto è in rivolta e un regime di primo piano nel mediterraneo sta per crollare, Frattini manda cartoline dall’appennino modenese piuttosto che occuparsi della nostra diplomazia internazionale.

Oltre alla scarsa credibilità di un Ministro della Repubblica che parla in tenuta da sci, manifestando così il rispetto per i cittadini che rappresenta, delude e avvilisce anche il piano contenutistico delle esternazioni di Frattini: i suoi consigli sono di stare a guardare mentre la situazione in Egitto esplode e rischia anche di sconfinare. Mubarak è l’ultimo dei Faraoni, un dittatore che nega i diritti fondamentali e si oppone alla spinta liberale della popolazione: se in Afghanistan siamo andati a esportare democrazia, perché in Egitto vogliamo difendere un regime autoritario?

Inevitabilmente, in tutto il Mediorente si avvierà presto o tardi un processo di riforme, che porterà alla progressiva stabilizzazione sociale e istituzionale. Ma è necessario sin da ora per favorire un equilibrio geopolitico dal quale tutti i Paesi trarranno benefici: il nostro Ministro degli Esteri preferisce invece sfuggire alle proprie responsabilità, lasciando vacante il nostro seggio nel consesso internazionale. Non è un caso che l’appello a Mubarak a nome dell’Unione europea sia stata fatta dai primi ministri di Germania, Francia e Gran Bretagna. Evidentemente anche il Governo è in perenne villeggiatura…

IL MEDIO ORIENTE ESPLODE E FRATTINI (INQUISITO) VA IN VACANZA

6 Commenti

    1. Gandalf scrive:

      Grazie per queste info, Sen. Belisario, che sono l’ulteriore conferma che Mr. B. si è circondato da gaudenti yes men.

      La domanda che sorge spontanea è: “Vi è qualche modo per procedere contro le sue “diserzioni”?

      Se si, procedete pure. Il cittadino è stanco di “salariare” dei negligenti.

    2. fiorenza fabbri scrive:

      il problema è molto semplice : non è molto intelligente , come tutte le persone presuntuose e arroganti

    3. Giorgio scrive:

      Un cittadino qualunque come me non può capire e non può accettare che i politici una volta eletti si arroghino il diritto di fare tutto ciò che i loro “datori” di lavoro (ossia noi) non possono fare …e giustamente!
      Come se un operaio,una volta assunto in qualunque posto si comportasse da anarchico e non rispettasse le regolo omologate.
      Nel mondo del lavoro,in una società seria, chi sbaglia paga!
      Quindi ancor più i politici di uno stato democratico che devono per primi dare buoni esempi dovrebbero essere giudicati ed espulsi dal loro stesso partito di appartenenza qualora deficitari nei confronti degli elettori.
      Efficienza ed efficacia, elementi indispensabili per raggiungere qualunque obiettivo, non fanno parte evidentemente della politica.
      Mi rendo conto che anche questa è pura utopia, sopratutto in una pseudo-democrazia come la nostra che alla luce dei fatti potrebbe essere definita con un altro termine che mi infastidisce solo a pensarlo…figuriamoci scriverlo!

    4. Giuseppe Carbone scrive:

      Mi riempie di grande gioia e di speranza questo indignarsi delle masse che con grandi insurrezioni pacifiche depongono faraoni di oggi e conquistano democrazia e giustizia sociale. Lo scarto tra ricchissimi e poverissimi, l’inquinamento del pianeta, la negazione dei diritti fondamentali al cibo, all’acqua, alle medicine di milioni di persone creerà l’insurrezione pacifica per abolire i paradisi fiscali, cambiare le leggi dell’economia e del fondo mometario mondiale. IL TERRORISMO PEGGIORE E’ QUELLO ECONOMICO CHE LASCIA MORIRE MILIONI DI BAMBINI, DONNE, UOMINI DELLA MORTE PEGGIORE QUELLA DI FAME. Nel terzio millennio far morire di fame è una vergogna che cade su ciascuno di noi. E contro questa vergogna che le popolazioni attuano e attueranno sempre di più insurrezioni pacifiche. Allarghiamo lo sguardo.

    5. Lucia Zippo scrive:

      Giustissimo! Ma come c’è una crisi internazionale e lui se ne và in ferie? E pur vero che sia un ministro inutile ma conservare almeno la facciata….. Tanto ovviamente gli amici del nostro governo sono Putin e Gheddafi, quindi…. Allora mandiamoli in vacanza noi in qualche dittatura che piace a loro, ma per sempre!

    6. [...] IL MEDIO ORIENTE ESPLODE E FRATTINI (INQUISITO) VA IN VACANZA 1 febbraio 2011 [...]

    7. marcello persica scrive:

      era in vacanza anche durante l’invasione della Georgia
      Giustificò la sua assenza dal vertice di capi di governo e ministri degli esteri, dicendo “C’è sempre il telefonino”! Gli altri evidentemente sono rimasti al tam tam. Per fortuna che SILVIO C’ERA e si accredito’ i meriti della fine della guerra (con la sua solita faccia tosta!)
      Adesso e’ recidivo!
      Ora i casi sono tre
      1 – ogni volta che nel mondo succede qualche casino va in ferie
      2 – ogni volta che va in ferie succede qualche casino
      3 – sta sempre in ferie!
      La terza che hai detto diceva Guzzanti?

Lascia un commento

IL MEDIO ORIENTE ESPLODE E FRATTINI (INQUISITO) VA IN VACANZA

1 Trackback

  • Gandalf
    del 1 febbraio 2011
  • fiorenza fabbri
    del 1 febbraio 2011
  • Giorgio
    del 1 febbraio 2011
  • Giuseppe Carbone
    del 1 febbraio 2011
  • Lucia Zippo
    del 1 febbraio 2011
  • DgTvOnline.com » Il Medio Oriente esplode…
    del 1 febbraio 2011
  • marcello persica
    del 1 febbraio 2011