IL GOVERNO APPRENDISTA STREGONE VUOLE FAR SPARIRE ANCHE IL REFERENDUM SULL’ACQUA, FERMIAMOLO!!!

6 maggio 2011 in Ambiente, Politica, Referendum

L’aveva annunciato e l’ha fatto davvero: il Governo ha tirato fuori dal cilindro l’ennesimo trucco per delegittimare i referendum, mirando stavolta ai quesiti contro la privatizzazione dell’acqua. L’intenzione, peraltro dichiarata, è quella di ingannare i cittadini convincendoli che non è necessario andare a votare, perché si sta già intervenendo sulle norme oggetto dei quesiti referendari.

Nulla di più falso, gli unici interventi che il Governo si affretta a mettere in campo sono il rinvio del progetto nucleare e la svendita di un bene primario come l’acqua senza che i cittadini possano esprimersi contrariamente.

Berlusconi teme l’esame della democrazia come uno studente impreparato e somaro consapevole che sarà bocciato, per questo non dobbiamo farci trarre in inganno dall’ultima trovata: un’Autorità contro il referendum.

Proprio a poche settimane dallo storico appuntamento del 12 e 13 giugno, un Esecutivo sempre più arrogante e spudorato si è nuovamente esibito nei panni di un maldestro prestigiatore: ha agitato la bacchetta delle leggi ad personam facendo comparire dal nulla l’Authority per le risorse idriche. A che scopo? Fingere di creare un organo di garanzia solo per scoraggiare il voto referendario. In realtà, come confessa il Ministro Prestigiacomo, si tratta di “completare la riforma, che prevede l’accesso di capitali privati nelle infrastrutture necessarie al sistema idrico”. Così, chiosa tutto soddisfatto il sottosegretario Saglia, con un bell’abracadabra “il referendum non sarà superato legalmente, ma lo sarà nei fatti”. Abracadabra un corno, l’Italia dei Valori farà l’impossibile per garantire l’esercizio del diritto di voto ai cittadini che vogliono difendere la giustizia, l’ambiente, l’acqua e la democrazia.

Gli ostacoli non mancano, vedi il tentativo di impedire che le trasmissioni televisive possano parlare dei referendum, rinviando al limite della censura l’approvazione del regolamento in materia da parte della Commissione di Vigilanza. Solo a partire dal 16 maggio gli italiani sapranno come e quando si vota. Per questo, l’Italia dei Valori lancia un appello alla mobilitazione sociale: informiamoci ed informate, alla maggioranza non importano i problemi del Paese, lo dimostra anche il fatto che ha usato il decreto legge sullo sviluppo, che poteva servire per superare la crisi, solo come cavallo di Troia per introdurre un’Autorità sull’acqua cercando così di espugnare la roccaforte della democrazia, i referendum.

Il messaggio di questo Governo balneare, come quelli inutili e temporanei della Prima Repubblica, è di non votare e andare al mare. Sempre ammesso di avere i soldi, è chiaro, perché già che c’era la cricca si è occupata di sviluppo assegnando l’uso delle spiagge ai privati per ben 90 anni. Abbiamo a che fare con veri apprendisti stregoni che pasticciano con le istituzioni democratiche arrecando enormi danni al Paese: possiamo e dobbiamo fermarli, mobilitiamoci tutti per riprenderci le nostre libertà. Nucleare, acqua, legittimo impedimento: mettiamoci una croce sopra, votiamo quattro sì!

IL GOVERNO APPRENDISTA STREGONE VUOLE FAR SPARIRE ANCHE IL REFERENDUM SULL’ACQUA, FERMIAMOLO!!!

7 Commenti

    1. Lorena Melis scrive:

      concordo e condivido quanto detto sopra e auspico che tutti gli italiani
      rivendichino il diritto di fermare questa prepotenza votando al referendum
      del 12 13 giugno

    2. mario marino scrive:

      oltre che sulla “carne fresca” vuole mettere le mani anzi la bocca anche nell’acqua? allora speriamo che si affoghi.

    3. mauro mazzarella scrive:

      Oltre a stare al Governo per fare i propri interessi (case, comunicazione, casalinghi, ecc.), vuole le centrali nucleari, la proprietà delle acque, le giovani a sua disposizione, cosa altro vuole Lui e cosa gli Italiani sono disposti a “permettergli” dandogli il voto? Magari anche una figlia o la moglie oppure sono pronti a vendere se stessi. Alziamo la testa e invitiamolo cortesemente, a fare ciò che vuole, ma da un’altra parte, magari alle isole Caiman!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Si troverebbe bene tra, simili.

    4. Giada scrive:

      Non lasciamoci abbindolare dalle parole del frottoliere di Arcore e andiamo a votare il 12 e 13 e tutti i SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    5. Maria scrive:

      Spero proprio che gli Italiani tutti si rendano conto in che Stato siamo e votino il Referendum con un SI grande!!!

    6. Daniela Pallotta scrive:

      Come ho già scritto, io VOGLIO votare, ma non solo sull’acqua e sul nucleare, anche sul legittimo impedimento:è quello che spaventa il nano maledetto!

    7. isaia67 scrive:

      Lo ribadisco,come FEDERAZIONE CI ADOPEREREMO X LA PUBBLICIZAZZIONE X I REFERENDUM.sTAVOLTA SE I NUMERI CI DANNO RAGIONE SARà 1 GRAN SUCCESSO X TUTTI NOI..

Lascia un commento

IL GOVERNO APPRENDISTA STREGONE VUOLE FAR SPARIRE ANCHE IL REFERENDUM SULL’ACQUA, FERMIAMOLO!!!

1 Trackback