BOSSI E CALDORO NON FACCIANO I LADRI DI PISA, NAPOLI HA IL DIRITTO DI RINASCERE!

26 giugno 2011 in Ambiente, Elezioni Amministrative 2011, Italia dei Valori, Politica

Oggi il Governatore della Campania Stefano Caldoro è intervenuto per difendersi dalle accuse della magistratura, che gli ha inviato un avviso di garanzia per epidemia colposa: ha annunciato che lui non ha responsabilità e che la Regione non parteciperà più ad alcun tavolo istituzionale. Da parte sua Bossi assicura che non voterà mai il decreto che consente il trasferimento extra-regionale dei rifiuti, impedendo così di superare la fase emergenziale. Con questo atteggiamento, ho l’impressione che Caldoro e Bossi facciano come i ladri di Pisa: di giorno fingono di litigare e la notte rubano insieme la speranza ai napoletani, perché non riescono ad accettare la sconfitta alle amministrative. Ostacolando de Magistris e i cittadini, Pdl e Lega negano a Napoli il diritto di rinascere: questo non possiamo permetterlo.

La Procura di Napoli imputa a Caldoro la mancata attivazione di discariche in altre province campane, che ha determinato l’impossibilità di smaltire i rifiuti con conseguenti rischi per la salute pubblica. Il Presidente campano ha detto che non ci sta a pagare 15 anni di inadempienze dei Comuni, i boicottaggi della camorra e l’irresponsabilità della Lega. Per questo annuncia che la Regione si chiama fuori dal confronto sulla drammatica situazione. Ma non è che fino ad ora abbia collaborato concretamente: non dimentichiamo che il Governatore Caldoro ha cercato in tutti i modi di legittimare il lavoro di de Magistris e d’altra parte non ha fatto alcuno sforzo per impedire che sia la Lega a dettare la linea del Governo sulla gestione dei rifiuti in Campania.

Allo stesso modo il Carroccio si oppone al trasferimento dei rifiuti, ma quando fu Milano a vivere l’emergenza, nel 1995, il sindaco leghista Formentini fu ben lieto di chiedere e ottenere l’aiuto di altre regioni. Ormai sappiamo che il partito di Bossi predica bene e razzola male: quando si tratta di trasferire i Ministeri da Roma la Lega è subito disponibile a distribuire poltrone alla sua clientela, se invece deve dimostrare solidarietà e responsabilità verso il Sud si rivela come un movimento immaturo e settario. La situazione di Napoli è un problema nazionale, ci sono gravissimi rischi per l’ambiente e la salute che prescindono dalle logiche di parte.

Tra i due fuochi di un Pdl che continua a commettere passi falsi e un Carroccio sempre più distante dal Paese reale, c’è un’intera città, che ha voluto sindaco de Magistris perché ha capito che sarà capace di realizzare una svolta storica. Lo farà nonostante Caldoro si chiama fuori dai giochi e lascia campo libero alla Lega, ci riuscirà nonostante Bossi si ostini ad applicare una linea di ferro alla quale neanche la sua base crede più. De Magistris dimosterà a tutti che cambiare si può. Ieri perfino Minzolini si è messo a pontificare sulla gestione dei rifiuti e sugli interventi da adottare: scenda in campo, già che c’è, e faccia politica nelle piazze,non davanti ad una telecamera che lo protegge. Napoli ha bisogno di competenza, passione e amore incondizionato per una città meravigliosa che, finalmente, sta riscoprendo la voglia di cambiare.

BOSSI E CALDORO NON FACCIANO I LADRI DI PISA, NAPOLI HA IL DIRITTO DI RINASCERE!

4 Commenti

    1. Carla scrive:

      oquesti poveri diseredati, sono stati messi lì per ubbidire al padrone, ma sembra che si sia risvegliato in loro un sentimento di campanilismo………….evviva.

    2. [...] BOSSI E CALDORO NON FACCIANO I LADRI DI PISA, NAPOLI HA IL DIRITTO DI RINASCERE! [...]

    3. mauro mazzarella scrive:

      Dietro questo atteggiamento poco costruttivo c’è, a mio modo di vedere la politica, la posizione con cui la Lega vuole smarcarsi dal Governo in maniera elegante.
      Questo annuncio che Bossi non darà mai il voto al decreto sull’emergenza di Napoli, è un chiaro messaggio al Premier poiché, se Berlusconi lo farà votare alla sua maggioranza (!!!), lui farà astenere o votare contro i “suoi”, così cadrà il governo dando la colpa al cavaliere ed uscendone con la faccia a posto davanti ai suoi.

    4. Leonardo scrive:

      ..basta nascondersi dietro una palese responsabilità di quello che si poteva e si doveva fare e non si è fatto..una volta è colpa della Lega, un’altra è colpa dei Comuni e poi c’è la perenne colpa della camorra, che esiste ed è una realtà ormai consolidata, ma ciò non toglie che molto si può fare se lo si vuole davvero. Caldoro deve pagare per la sua incompetenza e permettere a questa città di guardare avanti, senza di lui. Bossi e coloro che lo votano sono uno scandalo.
      Per fortuna c’è De Magistris, garanzia di mani pulite.

    5. Giada scrive:

      Il razzismo della lega non finirà mai di stupirmi, se si tratta una regione Italiana nel momento di bisogno, figurarsi cosa farebbero ai clandestini Extracomunitari!! Fanno schifo questi leghisti, speriamo che facciano almeno cadere il governo e si vada alle elezioni!!! bisogna far sparire quel 10% di cialtroni!!!

Lascia un commento

BOSSI E CALDORO NON FACCIANO I LADRI DI PISA, NAPOLI HA IL DIRITTO DI RINASCERE!

1 Trackback