Se vero taglio rinnovabili, governo tradisce volontà cittadini

12 agosto 2011 in Comunicati Stampa

“Se quanto si apprende dalle agenzie fosse vero, vuol dire che questo governo proprio non ha speranze. Tagliare del 30% gli incentivi alle fonti rinnovabili, infatti, significa tradire la volontà degli elettori che si sono espressi contro il nucleare lo scorso 11 giugno”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, secondo cui “di fronte ad un netto no di 27 milioni di cittadini all’atomo ed essendo il petrolio, oltre che altamente inquinante, anche in via di estinzione, l’unica strada da intraprendere è quella dello sviluppo delle energie alternative. Settore che può garantire rilancio economico, rispetto dell’ambiente, oltre che posti di lavoro. Per non parlare di tutti coloro che hanno già investito nelle energie verdi, sapendo di poter contare sugli incentivi del governo come avviene in tutta Europa. Anziché portare questo Paese sulla strada dello sviluppo e della crescita – conclude Belisario – questo governo ci vuole fare inabissare per salvare qualche lobby”.

Se vero taglio rinnovabili, governo tradisce volontà cittadini

Un commento

    1. zio scrive:

      Ho letto su http://www.robertosaija.it che entro il 15 settembre il governo presenterà la prima bozza della nuova strategia energetica nazionale… Mah…

Lascia un commento

Se vero taglio rinnovabili, governo tradisce volontà cittadini

0 Trackback

  • zio
    del 17 agosto 2011