RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

14 settembre 2011 in Giustizia, Politica

Ruby, in arte Rubacuori, è ufficialmente la nipote dell’ormai ex Presidente egiziano Mubarak: per fugare ogni dubbio, dopo la Camera anche il Senato oggi è stato chiamato a convalidare questa esotica ed improbabile parentela. Quindi, per il Parlamento, Berlusconi ha fatto pressioni alla Questura solo per chiedere il rilascio della parente stretta di un importante Capo di Stato, e non per evitare le scandalose rivelazioni di una minorenne e immigrata irregolare spesso ospite, dietro compenso, dei suoi squallidi baccanali. La verità è che in quella famigerata notte il premier ha voluto compiere un eroico gesto in difesa delle nostre relazioni internazionali, il suo più nobile atto di diplomazia politica che dimostra uno straordinario senso dello Stato.

Non vi chiedo di farvene una ragione, ma oggi 151 (centocinquantuno!) senatori hanno messo nome e faccia su questa versione dei fatti: e così anche l’Aula di Palazzo Madama è stata ricoperta di ridicolo. Cosa non si fa per la poltrona… Nessuno spera che questi cialtroni, colti da improvviso ritorno della ragione, sconfessino la politica iniqua e clientelare di questo Governo, ma cadere così in basso e trascinare nel fango le istituzioni è davvero ignobile. Ora anche il Senato darà una mano alla Camera contro la Procura di Milano, chiedendo che sia il Tribunale dei Ministri a giudicare la posizione di Berlusconi in una inchiesta che riguarda il reato di concussione ai danni della Polizia di Stato da parte del Capo di Governo, atto commesso per evitare che si scoprisse il suo sfruttamento della prostituzione minorile.

Il Presidente del bunga-bunga sta cercando anche stavolta di farla franca in ogni modo. Per questo ennesimo sfregio alla democrazia, al diritto e allo stesso senso civico del Paese dobbiamo ringraziare Silvio Berlusconi e le sue torbide frequentazioni. Da oggi un altro pezzo della nostra credibilità va in frantumi perché i legali del premier, disperati, non hanno saputo giustificare la telefonata in Questura in altro modo se non accampando una parentela tra una marocchina di facili costumi e l’ultimo Faraone egiziano. Ma che Ruby e Ruby d’Egitto! Diciamolo chiaramente: Berlusconi ha nuovamente usato il proprio ruolo per insabbiare le sue malefatte e restare impunito, questa è la verità! Ma, se riesce ad ingannare le istituzioni, lo stesso non può fare con i cittadini. Cancelliamo il Porcellum e chiudiamo inutili poltronifici come le Province, firmate al più presto perché solo così cambieremo in meglio il sistemo politico dell’Italia, prima che il nostro meraviglioso Paese vada a fondo a causa di questa insopportabile malapolitica!

RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

10 Commenti

    1. Zeta scrive:

      E’ giusto firmare per eliminare quello sconcio del cosiddetto “porcellum”: si può quanto meno sperare che il parlamento non sia composto solo da sudditi dei segretari dei partiti e che le candidature non siano fatte solo da persone che per una poltroncina un po’ più comoda siano disposte ad ogni tipo di assenso …… e di trasformismo.
      Zeta

    2. antonio scrive:

      non ci sono commenti a tanto sconcio. Un ringraziamento ai pochi come Lei che ci rendono edotti di siffatte vergogne!!!Andiamo avanti, ormai avanza un’ondata di dissenso che diventerà man mano un fiume in piena. Attenzione, non cedete assolutamente ad alcun compromesso di natura elettorale, e riceverete il giusto premio in consensi, a tempo debito. Una volta tramontata l’era Berlusconiana tramonterà anche il Berlusconismo, con le sue truppe che sbanderanno alla ricerca della deriva più comoda…..

    3. E’ squallido, brutto, ipocrita e ben poco artistico o divertente….ma finchè agli inglesi piace accogliere la spazzatura italiana…si accomodino…tanto questa sarà ricordata come l’era del cattivo gusto.

    4. [...] RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI [...]

    5. mauro mazzarella scrive:

      Ancora una volta Questo Parlamento e Questo governo hanno dato prova di essere, tutta la maggioranza, al servizio di un solo “padrone” che ricatta ed è ricattabile da tutti. Confermo che andrò ad apporre la mia firma sul gazebo di Roma – zona Cinecittà – per far votare la decadenza di una legge che è stata definita, da chi l’ha partorita e presentata a parlamentari che altro non vogliono che rendere quei luoghi come un mercato delle “vacche”, una vera porcata. Ecco perché Calderoli l’ha definita “porcellum” perché permette a questa accozzaglia mi “maneggioni” di rovistare nello stesso materiale che usano i suini, il loro letame. Questo definisce cosa sono “la maggioranza dei parlamentari”…. Speriamo di tornare a votare, prima del 2013, con la vecchia legge elettorale che, anche se non era da modificare, permetteva di scegliere chi mandare o no in quelle Aule dove è nata l’Italia di cui stiamo festeggiando i 150 anni d’unità.

    6. mauro mazzarella scrive:

      Ancora una volta Questo Parlamento e Questo governo hanno dato prova di essere, tutta la maggioranza, al servizio di un solo “padrone” che ricatta ed è ricattabile da tutti. Confermo che andrò ad apporre la mia firma sul gazebo di Roma – zona Cinecittà – per far votare la decadenza di una legge che è stata definita, da chi l’ha partorita e presentata a parlamentari che altro non vogliono che rendere quei luoghi come un mercato delle “vacche”, una vera porcata. Ecco perché Calderoli l’ha definita “porcellum” perché permette a questa accozzaglia mi “maneggioni” di rovistare nello stesso materiale che usano i suini, il loro letame. Questo definisce cosa sono “la maggioranza dei parlamentari”…. Speriamo di tornare a votare, prima del 2013, con la vecchia legge elettorale che, anche se era da modificare, permetteva di scegliere chi mandare o no in quelle Aule dove è nata l’Italia di cui stiamo festeggiando i 150 anni d’unità.

    7. mario scrive:

      ma smettiamola con questa farsa da quattro soldi ……………muoia sansone con tutti i filistei.

    8. Giada scrive:

      Che dire? questo parlamento fa schifo, abbiamo messo un mistificatore a presidente del consiglio, li vorrei guardare uno a uno in faccia coloro che lo hanno votato!!!

    9. Nicola scrive:

      Vacche e porcelli capeggiati da un vecchio maiale e pagliaccio, questa gentaglia non ci rappresenta… Che l´opposizione si unisca per esprimere la volontá popolare di toglierlo dal palcoscenico…

    10. donato dell'aquila scrive:

      un grande imbroglione – mistificatore nonchè vecchio e rincoglionito puttaniere che fa il presidente del consiglio, ed un parlamento dove 151 suoi componenti senza senza pudore e dignità hanno ridicolizzato la nostra povera nazione al cospetto del mondo intero, danno l’idea e la dimensione di come l’Italia è stata ridotta. L’art.54 della Costituzione recita: “I CITTADINI CUI SONO AFFIDATE FUNZIONI PUBBLICHE HANNO IL DOVERE DI ADEMPIERLE CON DISCIPLINA ED ONORE PRESTANDO GIURAMENTO NEI CASI PREVISTI DALLA LEGGE”; ed allora signor Presidente della Repubblica siamo sicuri che il capo del governo adempia pienamente a tale dettato?

Lascia un commento

RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

1 Trackback

  • Zeta
    del 14 settembre 2011
  • antonio
    del 14 settembre 2011
  • scarpe hogan punti vendita
    del 15 settembre 2011
  • DgTvOnline.com » Ma che Ruby d’Egitto…
    del 15 settembre 2011
  • mauro mazzarella
    del 15 settembre 2011
  • mauro mazzarella
    del 15 settembre 2011
  • mauro mazzarella
    del 15 settembre 2011
  • mario
    del 15 settembre 2011
  • Giada
    del 15 settembre 2011
  • Nicola
    del 15 settembre 2011
  • donato dell'aquila
    del 15 settembre 2011