Alti funzionari, prendete i mezzi pubblici!

14 gennaio 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Politica e Valori

Che soddisfazione quel taglio alle auto blu. Mi accontento di poco? Assolutamente No e, a vedere i vostri voti, so che la pensate come me. La proposta della riduzione delle auto blu è, infatti, la più votata tra i chi partecipa alla discussione su “Politica e Valori”. Del resto chi segue da tempo l’Italia dei Valori sa che, come partito, abbiamo fatto della lotta alla casta e dei tagli agli sprechi e ai privilegi nostri cavalli di battaglia, incontrando il favore della gente.

Abbiamo sempre chiesto ai ministri Tremonti e Brunetta il taglio delle auto blu per risparmiare fino a 4 miliardi di euro l’anno. Abbiamo presentato emendamenti alle manovre economiche del vecchio governo per un’azione draconiana e per l’applicazione del principio del danno erariale per gli usi inappropriati. Abbiamo inserito nelle nostre proposte di contromanovra questo intervento, ma nessuno ha condiviso i nostri sforzi..

E’ stata dura, ma alla fine il presidente Monti, con un decreto che fa seguito ad un’ordinanza del Tar, ha fatto il primo passo: presto alti burocrati, dirigenti della pubblica amministrazione, compresi quelli degli organi costituzionali, delle Regioni e degli enti locali dovranno parcheggiare in garage l’auto blu e recarsi a lavoro con i mezzi pubblici. Formez P.A., che sta effettuando il censimento, prevede una riduzione di 3.500 auto sulle 72.000 stimate lo scorso anno.

So che non basta per risolvere la crisi, ma so anche che è un segnale importante e il vostro feedback su Politica e Valori me lo conferma: la riduzione delle auto blu è la proposta più votata, con la richiesta, solo per fare un esempio, di mario.gavioli di “fare presto”; la sollecitazione di duegi24 alla trasparenza, affinché questi gli stessi funzionari non prendano un taxi. Insomma, è un argomento che suscita la reazione di tanti cittadini esasperati dagli sprechi della politica.

Gli italiani non ne possono più del divario, nato in questi anni, tra una certa politica, abbarbicata nel Palazzo, e la gente che suda sui posti di lavoro (quando il lavoro c’è). Ecco perché questo è un primo grande passo, importante per ridare il senso di una vera rappresentanza democratica. E l’Italia dei Valori ci ha creduto e ci crede fino in fondo.

Alti funzionari, prendete i mezzi pubblici!

Un commento

    1. marcello scrive:

      Eg.gio sig.Felice Belisario,sè da una parte è da lodare la vostra ricerca di riportare ,la spesa di questa Nazione a livelli accettabili,credo però ,sia giunto il tempo di fare chiarezza su questo tipo di provvedimento “demagogico “e frutto del sentimento di Antipolitica che si stà difondendo nel Paese.
      Innanzitutto, vorrei che mi si spiegasse dove stà il risparmio,attualmente gli alti Dirigenti o figure simili,vanno a lavorare con le loro auto e al massimo sfruttano i parcheggi interni degli Enti,vi è poi il caso di quei Dirigenti che usano macchine di servizio per compiere istruttorie sul territorio,per fare incontri con i rappresentanti delle categorie sociali sul territorio,,ma che così facendo, evitano di farsi rimborsare le spese che altrimenti sosterrebbero con le loro auto (vedi tabelle ACI)dall’Ente di appartenenza.Vi sono poi in ultima istanza i tanto vituperati rappresentanti degli Organi Istituzionali(Assessori,Sindaci,Presidenti di Regione e Provincia.)tutte figure che a volte viaggiano anche con scorta al seguito a causa di minacce e che comunque per la tipologia dei loro spostamenti,da un estremo all’altro della loro Regione o Provincia ,non possono adoperare i (mezzipubblici).tanto cari al pubblico .Quindi credo che sarebbe più serio e costruttivo, spiegare alla gente la natura di questi spostamenti,e cercare di reprimere laddove si riscontrino ,gli “ABUSI” perchè altrimenti, trasformeremo queste figure Istituzionali in ulteriori passacarte.
      .M Marcello.

Lascia un commento

Alti funzionari, prendete i mezzi pubblici!

0 Trackback

  • marcello
    del 19 gennaio 2012