Le riforme nelle mani della triade ABC sono una tela di Penelope, il faro del rinnovamento siano i cittadini

13 maggio 2012 in Politica

Le contraddizioni della triade ABC sono esplose del tutto con l’impasse della Commissione Affari costituzionali del Senato. Le riforme istituzionali resteranno una tela di Penelope che viene fatta di giorno e disfatta di notte da una strana maggioranza in rotta di collisione. Prima si va al voto, meglio è per il Paese.

 

Mentre sale con forza la richiesta di una vera riforma della politica da parte dei cittadini, i partiti di Governo nuotano controcorrente come i salmoni per cambiare poco o nulla. Ma un Parlamento di inquisiti e condannati, ridotto ormai ad un pantano, non deve neppure azzardarsi a toccare la Costituzione nata dalla Resistenza. Abbiamo presentato i nostri emendamenti in Senato per introdurre l’incandidabilità e ineleggibilità dei condannati, l’interdizione dalle cariche di Governo per i rinviati a giudizio e l’immediato dimezzamento dei parlamentari.

 

Queste sono le riforme chieste dai cittadini, l’unico faro che deve guidare il rinnovamento delle istituzioni. Si parta dalla spirito referendario per una nuova legge elettorale che restituisca la scelta agli elettori e consenta di stabilire chiaramente le coalizioni, senza inciuci. Si discuta subito la proposta di legge popolare dell’IdV contro il finanziamento pubblico ai partiti, affinché siano case di vetro al servizio della democrazia.

 

Poi si torni subito al voto con un’alleanza di centrosinistra forte e credibile, solo un Parlamento rinnovato e un Governo alternativo potranno occuparsi del bene del Paese.

Le riforme nelle mani della triade ABC sono una tela di Penelope, il faro del rinnovamento siano i cittadini

Un commento

    1. Giada scrive:

      Non è solo l’incandidabilità dei condannati che chiede la gente… ma una diminuzione degli emolumenti, sia dei deputati che senatori, una eliminazione delle pensioni d’oro, dopo 2 candidadure che i deputati vadano a fare il lavoro che facevano prima, una diminuzione del numero di deputati e senatori, una forte diminuzione delle auto blu e tante altre cose, dato che la crisi la dobbiamo vivere tutti, e vedere come si vive con 2 stipendi a 2000 euro mensili e figli che studiano!!!

Lascia un commento

Le riforme nelle mani della triade ABC sono una tela di Penelope, il faro del rinnovamento siano i cittadini

0 Trackback

  • Giada
    del 13 maggio 2012