Pd e Pdl vogliono ampliare l’immunità parlamentare

12 giugno 2012 in Giustizia, Politica

Ma ci fanno o ci sono? La già pessima riforma della costituzione, all’esame dell’aula del Senato in questi giorni, potrebbe essere peggiorata da due modifiche che, se approvate, la inquinerebbero ulteriormente. La prima è il già noto emendamento del Pdl che vorrebbe introdurre il semipresidenzialismo e su cui mi sono soffermato nei giorni scorsi con ampie critiche sia nel merito che nel metodo. Oggi in Aula ho chiesto che la presidenza dichiari inammissibili le proposte di modifica del centrodestra. 
La seconda, se possibile ancora più grave, è un emendamento bipartisan presentato alla chetichella da due senatori, uno del Pdl, Luigi Compagna, e una del Pd, Franca Chiaromonte, che di fatto rende impossibile indagare su un parlamentare. L’emendamento, presentato direttamente in Aula e mai discusso in commissione, prevede l’allargamento dell’immunità parlamentare che oggi è limitata alle richieste di arresto. Secondo la proposta di modifica di Chiaromonte e Compagna una volta svolte le indagini preliminari, la magistratura non può procedere senza l’autorizzazione della camera di competenza. La macchina giudiziaria, quindi, si ferma molto prima della eventuale richiesta d’arresto e per la durata di tutto il mandato parlamentare. 
Questa maggioranza sta, nei fatti, estendendo il Lodo Alfano a tutti i deputati e senatori. Vuol fare peggio di Berlusconi. Il Paese chiede un Parlamento “pulito” e la maggioranza che fa? Tenta di mettere al sicuro condannati, inquisiti, rinviati a processo. E poi ci si meraviglia di fronte a tanta indignazione dei cittadini. Si dirà che si tratta dell’iniziativa personale di due parlamentari, ma né il Pd né il Pdl hanno finora preso le distanze dall’iniziativa. Tra un paio di giorni vedremo come voteranno. Nel frattempo noi denunciamo l’ennesimo furto di democrazia perché non vogliamo che il Parlamento diventi un bunker per difendere i privilegiati della casta anche dalle inchieste della magistratura.

Pd e Pdl vogliono ampliare l’immunità parlamentare

5 Commenti

    1. claudia scrive:

      Se non ci foste voi…
      Grazie

    2. [...] Pd e Pdl vogliono ampliare l’immunità parlamentare [...]

    3. Franz scrive:

      Penso che sia l’unico provvedimento da adottare per non lasciare vuote gli scanni dei politici di tutte le levature.- In natura mi pare si chiamo anticorpi per l’autoprotezione.

    4. roby scrive:

      Tra poco il movimento cinque stelle li spazzerà via tutti,ma non credano questi che una volta eliminati dalla politica tutto finisca li’…..alla fine tireremo le somme e dovranno restituire tutto!!!

    5. Carlo scrive:

      Condivido i commenti precedenti e rinnovo a Lei ed all’I D V – il massimo sostegno : qui tra il cosidetto popolo gli onesti sono più di quanto possa sembrare. Continui con determinazione a dire quello che pensa ai Suoi nominati colleghi . Buon lavoro e complimenti.
      Carlo

    6. ci fanno e ci sono allo stesso modo, sono fuori dalla realtà, sono a tal punto irresponsabili da trascinare il paese nel disastro morale mettendone a repentaglio la stessa tenuta democratica.

Rispondi a Franz

Clicca per cancellare il commento

Pd e Pdl vogliono ampliare l’immunità parlamentare

1 Trackback