Dalla crisi si può uscire solo con distribuzione equa sacrifici

19 luglio 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Politica

”Nessuna politica di rilancio del paese sarà credibile se il governo Monti, con arroganza,  continuerà ad ignorare il grido di aiuto da parte delle fasce più deboli.  Con le politiche di rigore, senza equità, messe in atto fino ad oggi dal governo Monti, la forbice delle disuguaglianze sociali non potrà che aumentare a dismisura”.  Lo ha dichiarato Felice Belisario, commentando le parole del Presidente della Repubblica, che ha aggiunto: “Non bastano i salti mortali linguistici, come chiamare ‘spending review’ l’ennesima manovra lacrime e sangue, dove ci sono solo tagli lineari: gli italiani non sono così ingenui, come alcuni credono. E’ giunta l’ora che i sacrifici, di cui parla il presidente Napolitano, siano davvero equamente distribuiti, perché  non è possibile che i vessati siano sempre gli stessi, ovvero pensionati e lavoratori, donne e  giovani, precari e disoccupati, mentre c’e’ ancora chi non ha ancora mai pagato l’alto prezzo della crisi”.

Lascia un commento