Il semipresidenzialimso è uno schiaffo alla Costituzione. Altre le riforme urgenti

25 luglio 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“PdL e Lega stanno cercando in tutti i modi di schiaffeggiare la Costituzione. Il semipresidenzialismo votato ieri in Senato dalla vecchia maggioranza, rinsaldatasi per puri interessi propagandistici, tradisce il ruolo super partes del capo dello Stato”. A dichiararlo, intervenendo a Radio Anch’io stamattina, il presidente dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “l’Italia è una Repubblica parlamentare e non si può stravolgere la Costituzione senza un dibattito approfondito e senza coinvolgere il Paese. Passare al semipresidenzialismo, infatti, equivale a cambiare l’ossatura sui cui si basa la nostra democrazia. E’ impensabile e offensivo verso i padri costituenti farlo a fine legislatura, di corsa, per meri calcoli elettorali. Con la modifica voluta da PdL e Lega verrebbe meno la centralità del Parlamento “.

“Le riforme da fare sono altre. E’ possibile agire velocemente – aggiunge Belisario – con il dimezzamento del numero dei parlamentari, come chiedono a gran voce i cittadini, e con la riforma dei regolamenti parlamentari, un iter legislativo più veloce che garantisce anche i diritti delle opposizioni. Sulla legge elettorale, di cui tanto si parla con ipotesi fantascientifiche, Italia dei Valori  ha la coscienza a posto. Con il comitato per il referendum abbiamo raccolto un milione e 200mila firme per abrogare il Porcellum. Abbiamo presentato un disegno di legge che ricalca il quesito referendario. Per noi la strada immediata e urgente da prendere è quella del ritorno al Mattarellum:  un sistema sostanzialmente maggioritario, con una correzione proporzionale. Basterebbe questo e  la legge sarebbe bella e fatta. Gli italiani vogliono tornare al voto, conoscendo prima programmi, alleanze e leadership. Non c’è più tempo da perdere, mercati ed Europa ci dicono chiaramente che con questo governo non andiamo da nessuna parte”.

Lascia un commento