Monti dopo Monti? Pazzia

4 agosto 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica

Un Monti dopo Monti? Chi solo prospetta questa ipotesi o non sa leggere i numeri o si guarda bene dal tutelare gli interessi dei cittadini e pensa solo agli affari suoi. Eh sì, perché se questo è il governo di salvezza nazionale, gli italiani hanno di che preoccuparsi. E a dirlo non sono quegli scalmanati dell’Italia dei Valori, ma importanti centri di studio. Oggi è la Cgia di Mestre a lanciare l’allarme: l’indebitamento medio delle famiglie ormai supera i 20mila euro. 
Del resto se due più due fa quattro, era ovvio che continuare a tartassare gli italiani con continui interventi su ceti medi, dipendenti, pensionati e famiglie che non hanno altro che il loro, a dir poco, esiguo stipendio, li avrebbe spinti ad indebitarsi sempre di più. E, come se non bastasse, secondo Confesercenti, dalla prossima settimana, con la approvazione definitiva da parte della Camera del decreto sulla spending review, 18 milioni di cittadini italiani pagheranno 1,9 miliardi in più di imposte.

E sono solo gli ultimi due giudizi severi, sopra ogni sospetto, sul governo dei tecnici. Qualche settimana fa, Bankitalia e Unioncamere avevano descritto quella italiana come una società sempre più povera e precaria, aggiungerei sull’orlo del fallimento. Per non parlare dei dati elaborati dalla Cgil in questi mesi sulla Cassa integrazione. Nella prima metà dell’anno la richiesta di ore di Cig ha superato il mezzo miliardo, in netto aumento rispetto ai primi sei mesi del 2011.

Di esempi ne potrei citare ancora tanti. Ma penso che questi siano già eloquenti, così come penso che gli italiani non abbiano bisogno di numeri per capire il disastro di questo governo, un disastro che vivono sulla loro pelle. Monti ha fatto tutto quello che non doveva fare e non ha fatto ciò che avrebbe dovuto fare. A meno che la sua reale missione fosse quella di rafforzare i potentati economici. Dubitare è lecito trovandoci di fronte a super esperti di economia che non possono “non azzeccarne una”!

Allora io mi chiedo, se già con queste cifre il governo dovrebbe togliere subito il disturbo. Spero che non ci sia in giro nessun folle che immagini di affidare  il Paese a chi promette di seguirne le orme!

Dobbiamo rompere questo circuito perverso, andare alle urne con una coalizione di centrosinistra in netta discontinuità con Monti. Questo è quello che conta per l’Italia dei Valori: un programma chiaro e trasparente agli occhi degli italiani. Le alchimie sui contenitori, i veti, i nomignoli, non ci interessano. Chi vuole stare con noi deve infrangere il muro delle politiche neoliberiste del professore. Lo diciamo a tutti, soprattutto a chi in questi giorni ha intrapreso un percorso scivoloso che forse potrebbe sembrare contraddittorio con tante prediche in difesa dei lavoratori, dei pensionati, degli esodati, delle unioni civili, dell’ambiente…  Noi dell’Italia dei Valori siamo e continuiamo a stare nel centrosinistra, con chi ci sta.

Monti dopo Monti? Pazzia

13 Commenti

    1. Giada scrive:

      I superliberisti come a Monti, che continua a stangare le famiglie in difficoltà e lasciare che evadano i soliti noti, devono dimettersi, non abbiamo bisogno di una faccia pulita a spese dei poveracci!!!

    2. Olivieri Gabriele scrive:

      Questo governo di ladri, a casa subito, ed il risultato si vedrà ancor di più con l’imu di dicembre, ennesima stangata verso chi ha fatto sacrifici per avere una piccola casetta di proprietà. Pensare che mio padre non ha neanche mai posseduto un’auto investendo nell’abitazione ed ora, io come figlio mi devo dissanguare per questo bellimbusto.

      • Marina scrive:

        Onorevole Belisario,
        mi piacerebbe sapere quali sono le vostre proposte concrete per pagare il debito di 2.000 miliardi di euro che l’Italia ha contratto con chi compra il nostro debito pubblico. Lei mi risponderà: semplice, facciamo una bella patrimoniale, aumentiamo le tasse sulle rendite finanziarie, e risolviamo il problema!”. Cosa intendete per “patrimonio”? Quanto pensate di ricavare dalla spremuta di questo patrimonio? E le rendite finanziarie di chi? Di quelli che appena sentono il Vostro odore scappano all’estero con i loro quattrini? Oppure i quattro euro che la mia amica Giuseppina ha messo in banca coi risparmi di una vita? Perchè non dite che bisogna elimiare tutte le province, togliere le varie commissioni coi loro presidenti, vicepresidenti e membri a vario titolo, comunità montane come quella di Viareggio, togliere i finanziamenti ai giornali di partito (che nessuno legge!)? Mi fermo qui, ma potrei andare avanti ancora per molto. So soltanto che dobbiamo a tutti i costi diminuire le tasse sul lavoro, trovare i soldi per fare almeno questo!
        Saluti

        • Felice Belisario scrive:

          E’ evidente che ci segue poco. Abbiamo raccolto le firme per una legge costituzionale di iniziativa popolare per abrogare tutte le Province e ci siamo, unico partito in Parlamento, ad opporci alla nuova legge sul finanziamento pubblico ai giornali. Non voglio togliere alla sua mica Giuseppina neanche un euro, ma dipende quanti ne ha. Se sono quattro può stare tranquilla. La patrimoniale è ben altro e si riferisce, appunto, ai grandi patrimoni, non certo alle poche decine di euro risparmiati e investiti in bot. Nostre proposte sull’aumento delle rendite finanziarie giacciono nei cassetti delle commissioni parlamentari che dovrebbero occuparsene perché sia l’attuale maggioranza sia la vecchia sono contrarie. Si possono trovare molti soldi con due semplici operazioni: una buona legge anticorruzione e una legge seria di contrasto all’evasione fiscale che, insieme, fanno 180 miliardi sottratti ogni anno alle casse dello stato.

    3. Marina scrive:

      Questo “bellimbusto”, come tu lo chiami, è quello che sta mettendoci la faccia in Europa e non solo tentando di salvare l’Italia dalla rovina totale, rovina che non ha certo causato lui! Fai mente locale: quando si scialacquava (i politici soprattutto, non certo i ceti medio-bassi che neanche allora potevano scialacquare!) dandoci ad intendere che tutto andasse bene, che non c’era nessuna crisi, che bisognava essere ottimisti etc., chi c’era al Governo? C’erano tutti i ladri, compresi quelli che chiamavano Roma “Roma ladrona”…
      I miei saluti.
      Marina

    4. Alessandra scrive:

      ..se effettivamente volete il bene del paese dovete premere per uscire dall’euro, perche’ rimanendo nell’euro e nella Ue questa del governo Monti e’ l’ unica politica economica possibile..tutto il resto e’ demagogia..

      • Felice Belisario scrive:

        Non sono d’accordo. sarà demagogia ma credo che si debba restare nell’euro e cambiare le politiche dell’Ue che non possono essere solo di stampo monetarista e iperliberista.

    5. [...] Monti dopo Monti? Pazzia [...]

    6. Marina scrive:

      Monti dopo Monti ? Pazzia
      Ieri sera ho lasciato due critici commenti che, come d’altronde prevedevo, non avete pubblicato!
      Grazie per l’imparzialità… so che non pubblicherete nemmeno questa a dimostrazione che anche voi non siete migliori di altri!
      Saluti.

      • Felice Belisario scrive:

        Applico, per motivi di spam, l’approvazione solo quando si commenta per la prima volta e di solito scarto solo spam e insulti. Dopo la prima approvazione lei può scrivere automaticamente quel che vuole senza alcuna censura.

    7. Roberto scrive:

      Concordo con Alessandra , inoltre qualunque partito vincerà le elezioni dovrà confrontarsi con : pareggio di bilancio, fiscal compact e mes ; quindi la partita per rilanciare la crescita sarà difficilissima già in partenza. Idv vuole un’europa dei popoli e non di banchieri e finanzieri e su questo non ci sono dubbi ; però l’attuale europa non sta andando in questa direzione…
      Sono molto contento comunque che Idv ha preso questa posizione per il suo programma elettorale.

    8. Davide Spinola scrive:

      Politica di una domenica di Agosto: tutto il contrario di tutto.
      Tema Casini & Co.
      Il Fatto: “Una convergenza per il bene del Paese, sull’onda dell’emergenza, è possibile, come lo è stato in questa legislatura. Ma dopo che ognuno alle elezioni si sarà presentato con i propri programmi e le proprie liste”;

      la Repubblica: “La strada della prossima legislatura è segnata , ed è quella del rispetto dell’impegno con l’Europa. Il resto sono chiacchiere d’agosto”;

      Corriere della Sera: “Una convergenza con il Pd dopo le elezioni è possibile, <> e <>, ma al voto l’Udc si presenta da sola.

      Fino a qualche decina di ore fa, sembrava che l’asse Pd-Sel-Udc dovesse creare un solco per fare da letto a un fiume in piena di voti (…!).
      Oggi la politica ritratta, e i perimetri si ridimensionano in un contesto aleatorio. Nel frattempo “demagogicamente parlando”, gli intaliani soffrono…
      Stai a vedere che a settembre lo spread tornerà a pungolare per un governo Monti bis bis. I soliti furbastri si nasconderanno dietro il senso di responsabilità, la benzina si concederà un flirt con la moneta da 2 € e tutti felici e contenti a votare con il porcellum.

      Ps: inutile citare Vendola…prossimamente sarà messo fuori dai giochi.

    9. io non ho alcun dubbio, il signor Monti è stato messo lì per stabilizzare i potentati economici, le lobby, le banche e tutto quant’altro ha a che fare con la sua provenienza e poi,… che dire del signor Napolitano incurante del devastante impatto isituzionale derivante dall’improvvida iniziativa nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo e perciò avanti con IDV ad ogni costo.

    10. Enrico scrive:

      Giada, sono d’accordo con te, mandiamo a casa questi “tecnici” collusi con le banche, che sono stati messi lì solo per fare ingrassare le stesse banche!

Lascia un commento

Monti dopo Monti? Pazzia

1 Trackback

  • Giada
    del 4 agosto 2012
  • Olivieri Gabriele
    del 4 agosto 2012
  • Marina
    del 4 agosto 2012
  • Marina
    del 4 agosto 2012
  • Alessandra
    del 5 agosto 2012
  • DgTvOnline.com » Monti dopo Monti?
    del 5 agosto 2012
  • Marina
    del 5 agosto 2012
  • Roberto
    del 5 agosto 2012
  • Davide Spinola
    del 5 agosto 2012
  • donato dell'aquila
    del 5 agosto 2012
  • Enrico
    del 5 agosto 2012
  • Felice Belisario
    del 6 agosto 2012
  • Felice Belisario
    del 6 agosto 2012
  • Felice Belisario
    del 6 agosto 2012