Il PD sta vendendo l’anima

20 agosto 2012 in Italia dei Valori, Politica

Altro che far finta di sentirsi offeso dall’IdV, sono gli italiani ad essere indignati nei confronti del PD e dei suoi dirigenti. Le parole di Luciano Violante, responsabile per le Riforme del Partito Democratico, che riesuma il vecchio termine “populismo giuridico” di cui Di Pietro sarebbe il regista, sono un insulto ai giudici che hanno perso la vita per fare luce sulla trattativa stato-mafia. Un insulto a chi continua a lavorare, correndo gli stessi rischi di chi ha già versato il suo sangue per la Giustizia, un’offesa alla Costituzione che prevede con precisione l’indipendenza della magistratura. Ma Violante ha altri precisi obiettivi!

Fino ad oggi abbiamo sentito criticare l’Italia dei Valori per i toni usati nel denunciare i giochi di potere che muovono la strampalata maggioranza del governo Monti, sotto l’abile regia di un presidente della Repubblica che troppe volte, dalla nascita del governo dei tecnici, ha sconfinato dal suo ruolo.

Alla faccia del perbenismo! Alla faccia del rispetto politico! Ma Violante mostra le carte del gioco del Partito Democratico. Bisogna dirlo una volta per tutte:  ormai non è solo il Pdl ad avere reazioni allergiche alla Giustizia. All’ombra del governo Monti si sta sviluppando l’ostilità verso la magistratura che cova da decenni nei partiti di centro e di sinistra. Tutti alle prese con scandali e mala gestione della cosa pubblica.

Nei Palazzi ci sono troppo inciucisti che soffrono perché oggi c’è qualcuno, come esponenti della società civile, movimenti, giornalisti, uomini di legge e di giudizio, che li hanno sgamati. E hanno paura che salti il banco la cui posta è la gestione del potere e tanti, ma tanti, incarichi istituzionali. Alla faccia degli italiani in difficoltà, il PD sta vendendo l’anima.

Tremo all’idea che un partito cresciuto sulle orme del vecchio partito comunista appartenga a questa categoria. E non me ne frega niente di essere insultato da questi personaggi che assomigliano a giullari di corte. Io, come tutta l’Italia dei Valori, continuerò a stare dalla parte dei giudici. Vogliamo chiarezza sulla trattativa stato-mafia, vogliamo che le istituzioni, Napolitano prima di tutti, si adoperino per questo e, se non lo fanno, vogliamo urlare allo scandalo.

Dimostreremo così  la vera natura di un governo nato con l’alibi della crisi, che sta facendo tutto tranne che rilanciare l’economia del Paese, che sta muovendo le pedine per il dopo elezioni, tentando di inquinare il voto, dietro accordi e accordicchi vidimati da una nuova legge elettorale super-porcellum.

Se ne facciano una ragione, finché sono in tempo  e provino a cambiare registro, se se sono ancora capaci. Noi dell’IdV andremo avanti per costruire un’alternativa di governo di centrosinistra, la nostra sì una vera alternativa. I conti si faranno alla fine.

Il PD sta vendendo l’anima

74 Commenti

      • Franco galigani scrive:

        Dico solo: Come e’ potuto accadere tutto cio’? Un partito nato con la resistenza, paladino dei bisogni del popolo, difensore degli oppressi, delle classi deboli, dei pensionati, si e’ trasformato in un organo boia del popolo, in un connivente-conseziente delle porcherie (tutte) del Liberismo berlusconiano! Viene da VOMITARE!

      • AURELIO DONZELLA scrive:

        Carissimo Onorevole Belisario
        A quanto hai detto, non riesco ad aggiungere nemmeno una virgola.
        P.S.anzi mi è venuto di aggiungere: il PD in Toscana è “Forza Italia” in versione di centro – sinistra

      • Umberto scrive:

        quanti altri soggetti istituzionali hanno venduto l’anima :: Violante è lo speaker di turno isituzionalmente referenziato di un PD coinvolto nel piu grosso scandalo democratico promosso dal presidente : non far votare il popolo italiano nell’ora in cui avrebbne sistemato definitivamente questa classe politica corrotta di caste e privilegi e ricchi plutocrati!!

      • lotus scrive:

        Anche se non credo che si possa rimettere in strada questa Italia (troppe fazioni troppi interessi troppi politici ormai compromessi con il “malaffare”), vi dico solo; forza,forza,forza, a tutti i costi avanti così!!!! Forza Tonino!!! non farti jntimidire!!!

    1. Davide Spinola scrive:

      Ho letto l’intervista questa mattina, mi è venuto freddo. Che schifo… Immaginavo il possibile post.

    2. Romano scrive:

      L’analisi mi sembra convincente. Che il governo Monti, aldilà dell’atto, meritevole, di salvataggio del paese dalle conseguenze dell’imbecillità del governo precedente,faccia ora gli interessi dei superbenestanti e impoverisca le altre classi è noto a tutti. Che poi si metta contro i giudici, unico baluardo di legalità in un paese di “ITALIANI”, ci mancava. Bravo.

      • Renzo liberati scrive:

        SE IL MONTI VOLEVA SALVARE GLI ITALIANI … era SEMPLICE :BASTA RICHIEDERE UN MAGGIORE AUMENTO DELLO SCUDO FISCALE 10-15% AI RICCONI E TUTTO ERA RISOLTO NON SI TOCCAVANO GLI ITALIANI MEDI -POVERI . IL partito IDV HA FATTO LA PROPOSTA SIMILE IN PARLAMENTO (cosi’ detto da molti parlamentari IDV) MA ****cestinato*** dal governo.-

    3. Olivieri Gabriele scrive:

      Bravo Sen. Bellisario, continuate così.

    4. nestore del boccio scrive:

      Egregio senatore, il Pd non sta vendendo l’anima: sta esprimendo al meglio la sua vera natura. Già in altre occasioni ho raccontato persino degli episodi che connotano comportamenti amministrativi eticamente squallidi di questo partito. Conosco tante realtà locali ove la gestione degli enti locali rasenta lo stile mafioso..Capisco che lei, vivendo nelle stanze della politica, deve mantenere uno stile diplomatico, ma non c’è più nulla da meravigliarsi sul ruolo del Pd: da tempo, ormai, la strategia è quella di clonarsi, tatticamente, per sostituire il Pdl al potere, o di inciuciarsi con esso. Questo partito, è fatto di gente, che ha le mani in pasta col potere, a tutti i livelli, da tanti anni. Questi sono presenti in tante società finanziarie, banche, società, cooperative, enti locali, provinciali, regionali, comunità montane, etc….un grande carrozzone che foraggia tanta gente a tutti i livelli. Se lei vivesse di più tra la gente, si renderebbe conto, che a livello di base, tanti esponenti locali, marciano insieme negli affari con dirigenti del Pdl. Ed in molte circostanze, auspicano, non tanto sottovoce, un possibile accordo tra i due partiti, spogliandosi di tutti i vari cespugli, sia a destra che a sinistra. La boutade di Violante si inscrive proprio su questo versante! L’Idv deve organizzarsi in modo più organico e di ampio respiro

      come già detto in altri post. Altrimenti, si resta una truppa che non diventa un grande esercito!

      • bruna da ros scrive:

        sono pienamente d’accordo con quanto scritto

      • skelligmicheal scrive:

        Concordo in toto.

      • Elvira scrive:

        Purtroppo ha ragione Nestore,il PD sta esprimendo al meglio la sua vera natura…..
        Mai avrei creduto di poter vedere certe schifezze,mai!
        Che tristezza!

      • Antonio Falso scrive:

        Tutto condivisibile, mi permetto di sottolineare solamente il richiamo alla necessità dì organizzarsi: nelle piazze, nelle scuole, nelle università, nelle fabbriche, nella rete, sulla stampa…essere presenti OVUNQUE per richiamare l‘attenzione sui temi fondamentali, per smascherare le menzogne, per suscitare il desiderio del cambiamento, la volontà di rialzarsi e non rassegnarsi. Mai. Per fare questo, però, occorre ORGANIZZAZIONE, costruire dal basso nel territorio . Far partecipare i cittadini, lavoratori, studenti, pensionati, ecc Soprattutto, occorre fare PRESTO!

        • nestore del boccio scrive:

          Ci vorrebbe una “spinta” dall’alto per fare in modo che si attivino risorse e capacità estese in tutto il territorio italiano e non, in un lavoro di ampio respiro. Il problema dell’Idv è che dovrebbe essere più compatto al vertice. C’è sempre qualcuno preso dalle voglie di protagonismo personale. La normale dialettica va a sfociare in forme di conflitto che vanno ad avvantaggiare o il Pd, vedi questione Donadi; oppure le costanti fibrillazioni di De Magistris, toccato ogni tanto da scariche di megalomania, favorendo illazioni di instabilità e di mancanza di credibilità da parte della stampa avversaria! Tutto questo crea debolezza nel partito. Si puo’ essere degli “scilipoti” con vario stile. Non parlo di riconoscenza che dovrebbero avere verso “Tonino”, perchè senza di lui non sarebbero nessuno, ma almeno un po’ meno di vigliaccheria!!!

      • Africo Foschi scrive:

        somo in sintonia con quato scritto sopra

    5. Giada scrive:

      I politici che remano contro alle indagini delle varie procure, vuol dire che hanno parecchi scheletri nell’armadio… ed uno di questi sarà anche Violante

      • nestore del boccio scrive:

        Non è detto che debba avere esclusivamente “scheletri nell’armadio”: potrebbe essere molto più semplicemente,
        un mero calcolo speculativo! In questo modo, facendo queste boutade di pessimo gusto, si sta rimettendo in primo piano. Poi, tutto puo’ essere possibile!

        • Flavia Canè scrive:

          Scheletri nell’armadio ne hanno e come! Non dimentichiamo che quando erano al governo non hanno mai affrontato il conflitto d’interesse per non mettere il bastone tra le ruote a berlusconi! Il loro atteggiamento equivoco è storia vecchia!

          • Assunta Impararto scrive:

            VERO,VERISSIMO. Brava Flavia, hai espresso anche un mio pensiero. E per coprire o rimandare sempre la soluzione definitiva del conflitto d’interesse del meneghino e tutte le sue malefatte, cos’avranno mai, di tanto prezioso, ottenuto in cambio?

          • nestore del boccio scrive:

            E fu uno dei tradimenti maggiori che porto’ tanta gente,
            che li aveva votati, a riflettere per intraprendere un nuovo cammino!

      • laura scrive:

        hai perfettamente ragione Giada ,ed è per questo che bisognerebbe mandarli tutti a casa questi babbioni della politica ed è per questo che ci vorrebbe nella prossima legge elettorale ci fosse la clausola di essere eletti non più di due legislature in modo di evitare e lo si spera questi intrighi di stato mafia e quantaltro .In quanto a Violante e ci vado cauta nel dire che la faccia è lo specchio dell’anima.

      • edoardo longhi scrive:

        Il problema, o meglio uno dei problemi, non è il fatto che abbiano degli scheletri negli armadi, ma bensì che essi stessi siano degli scheletri. Sono ormai tutti degli anacronismi storici, dei dinosauri che non vogliono accorgersi che è arrivata la cometa che segna la loro fine e, come delle oche decapitate, continuano a starnazzare in giro per l’aia, sorrette ormai solo dai fautori del famigerato “signoraggio”, i veri padroni del mondo, per fortuna ora già molta gente sa che cosa sia e che cosa si nasconda dietro il loro losco, demenziale e criminale piano. E’ ormai sotto gli occhi di tutti che l’Europa unita non è mai esistita, l’euro è stato più che un fallimento, quelle che la str grande maggioranza dei cittadini pensavano fossero “le banche nazionali” sono parte di una holding con BCE in testa e tutte in mano a pochi privati a cui abbiamo permesso di strangolare le economie degli stati con una politica del terrore basata su informazioni false e tendenziose, debito pubblico in prima fila.
        Tutti a casa, senza stipendio e prebende varie, a raccattare e rendere tutto ciò che ci hanno rubato a man salva fino ad ora, i veri evasori e affossatori dello stato sono loro, io mi rifiuto di dover pagare un debito che altri hanno fatto.

    6. Bruno scrive:

      Non posso che dare un consenso a quanto dice Belisario!
      Violante era da tempo che “covava”, probabilmente ha fatto l’uovo a modo suo… ma le uova si rompono!

    7. Francesco santodirocco scrive:

      Cari amici dell’IDV, io che ho 65 anni,ho già vissuto l’esperienza del Partito “Puri e Duri” che negli anni ’80 aveva qualche peso,che era il Partito Radicale di Pannella.Lui ,che poteva dire davvero di essere “diverso” dagli altri partiti,rinunciando (unico),ai finanziamenti pubblici e quando Craxi fece il famoso discorso alla Camera,chiamando in “correità”tutti gli altri, ciò non poteva dirlo davvero di quel partito:Il suo chiodo fisso era ( ed è) la “La Illegalità di Stato-La Partitocrazia-Criminale”Dice cose non vere?NO,Cose sacrosante,eppure se non lo rimorchiavano al PD…avrebbe fatto la fine dei Bertinotti,Diliberto..Ferrero……io ho paura che quando si piglia quella via….di tutto contro tutti…il “popolo” non lo segue..altro che avere gli italiani dietro…..anche Pannella,Bertinotti….pensavano allo stesso modo…..quando ci si isola….fare i duri e puri…..è un grande “lusso”…fare il partito delle Procure…..è pericoloso e mette in secondo ordine idee e proposte molto più importanti,che io condivido dell’IDV:

    8. MAURIZIO scrive:

      L’On. BELISARIO e’ un politico del quale tutti hanno stima e sul quale noi dell’ITALIA DEI VALORI riponiamo tutta la nostra fiducia.E’ un fatto innegabile che il PD ha sempre spartito con il PDL la sua “fettina” di torta, nel quadro desolante del potere governativo-politico passato e attuale. Senza l’appoggio del PD Berlusconi non sarebbe arrivato dove purtroppo e’ arrivato. Glielo hanno concesso loro. Oggi contiamo i danni del malgoverno e del malaffare. Quindi, riassumendo, non stupitevi che sparlino e puntino il ditino contro coloro che in prima linea:”MAGISTRATI ” lottano contro la maggior parte di loro. Noi dell’IDV andremo comunque sempre avanti nella certezza che presto l’elettorato li cacciera’ via, e per sempre.

    9. Flavia Canè scrive:

      Più passano gli anni e più il pd si dimostra per quello che è ed è sempre stato: un partito senza spina dorsale che si è fatto avanti grazie a sporchi compromessi!

    10. j.siganza scrive:

      Ma dov’e’ che il PD vende l’anima? La vende anche quando cucina 790 pasti a 6 ore da un terremoto con le cucine della sua festa dell’unita’?

      Pulitevi la bocca. Che Scilipoti non era certo nel PD. Banda di trombati da 4 soldi. Il PD e’ come il PDL solo nella testa di chi vuole continuare a fare quello che gli pare.

      Siete molto peggio di Violante, che e’ talmente demente da rilasciare le solite interviste deliranti.
      Ma da qui a buttare giu la pianta in nome di un braccio, ce ne passa.

      • Felice Belisario scrive:

        Lei per trovare qualcosa di buono del Pd mi parla dei militanti che cucinano pasti per i terremotati dell’Emilia. Io per quelle persone lì ho grande ammirazione e ne esistono in tutti i partiti. Parlo di posizioni politiche e di doppiogiochismi dei suoi vertici. E poi, guardi, ognuno ha i suoi Scilipoti, o le devo ricordare il caso Villari?

        • rosario scrive:

          Il PD , forse una volta lottava per il cittadino e, rispettare le leggi.quando si chiamava PCI..(Forse)..adesso lottano soltanto per il potere, ed andare ad appropriarsi (Rubare) soldi pubblici..
          io sono nato in Sicilia…ho 50 anni, (vivo in Germania) quando ero ragazzo, mi ricordo benissimo che tutti i politici bianchi-Rossi- o Blu- quanto venivano a fare comizi nei paesi, si presentavano con tutti i Mafiosi del luogo come se fossero stati colleghi di politica ( credo oggi che lo erano per d´avvero colleghi di… Mafia)anche il PD a partecipato a creare una socetä basata sulla corruzione..dal più piccolo al grande Politico..Domando a lei signor Belisano.. Perché e cosi complicato in Italia (quanto si tratta per i pezzi di potere far rispettare la legge?)la legge in Italia non e una soltanto? No! in Italia vi e stata una giustizia solo per il poveraccio e per questo adesso che i giudici hanno problemi a far rispettare le leggi….
          Vorrei chiederle un´altra cosa…hanno fatto una legge che tutti i Pensionati che superano i 1.000.00 euro devono avere una carta di credito per la rintracciabilità del denaro..perfetto..sono anche d´accordo..
          adesso come mai non si fa una legge per tutti anche per il politico, un semplice assessore comunale (esempio) guadagna 5.000.00 euro al mese per 5 anni può avere un introito di 300.000.00 euro invece ho visto io personalmente assessori che in meno di un anno hanno comprato villino al mare, auto di lusso. ed impiegato familiari o amici- Come mai qui non ci sono leggi di trasparenza? indagini dalle autorità per far dimostrare la provenienza del denaro? Rispondo io? queste cose chi e al potere non le vuole..ed adesso mi rivolgo anche ai Giudici (con Rispetto) Perché non avete fatto prima la guerra a questi mascalzoni? il popolo non aspetta altro che Giustizia…una parola che da decenni non si sa più cosa sia.
          un Abbraccio a tutti e che sia la volta buona che l´Italia capii veramente…

          • nestore del boccio scrive:

            Conosco un sindaco Pd di un piccolo paese, che dopo pochi anni, ha acquistato 2 appartamenti: uno a Roma e un altro a Bologna!

            • manuela fucacci scrive:

              Io conosco anche uomini come Pio la Torre ( allora il PD non esisteva ancora , ma c’ era il PCI ) che ha combattuto e ha perso la vita per la legalità in Sicilia , mentre tanti democristiani baciavano le mani a vossignoria ( e ce ne sono di ex democristiani in tutti i partiti , anche nell’ IDV)
              E’ per questo motivo che insisto perchè non si butti il bambino con l’ acqua sporca ; il PD è un grande partito con radici popolari profonde , che non sono rappresentate solo dai Violante , Letta ( Enrico ) , Fioroni , D’ Alema di turno , ma anche da persone che hanno lottato in prima persona per la giustizia sociale e per i diritti civili , contro la criminalità organizzata , come Pio la Torre : non ce ne sono in tutti i partiti . Io voterò IDV alle prossime elezioni , però purtroppo sono convinta che il mio voto conterà poco e non sbarreràcerto la strada a Berluscon , che secondo me purtroppo ha una gran voglia di ritornare

            • nestore del boccio scrive:

              Rispondo a Manuela Fucacci anche se non trovo il “rispondi”.

              Manuela, ed è proprio per quanto affermi che non si puo’ condividere la linea attuale del Pd. Alcuni personaggi di valore sono, oggi, come delle figurine da “album dei ricordi”.
              Il problema sta nella mancata sintesi che non si è prodotta tra le due culture “massimaliste e cattoliche” . Anzi, c’è stata una deriva di tipo “democristiano” di quello deteriore.

        • nestore del boccio scrive:

          Anch’io senatore, anche se mi trovo lontano, sto collaborando a favore dei terremotati, donando una mia opera che sarà venduta al prossimo festival della letteratura a Mantova.

      • nestore del boccio scrive:

        Ma Calearo non era del Pd???

    11. Sonia Toni scrive:

      Per vendersi l’anima, bisogna averla

    12. Mario scrive:

      E’ maggiormente scandaloso che certe cose vengano dette da un ex magistrato. Si vede proprio che per la lunghissima (ormai troppo lunga e quindi è giunta l’ora di togliersi dalle palle) presenza in Parlamento anche lui sia stato colto dalla disonestà ed immoralità “continuata ed aggravata” che accomuna tutti i parlamentari italiani.
      Ancora non ha capito o forse non vuole capire che gli italiani si sono rotti i coglioni di essere presi in giro da politici cialtroni ed imbroglioni e vogliono che finalmente venga fatta una profonda pulizia e disinfezione nel Parlamento? Gli italiani stanno con la legalità e con tutti quelli che la vogliono e cercano le verità nascoste per tanti anni che hanno contribuito allo sfacelo del “loro” paese. Via tutti i disonesti ed incartapecoriti sedicenti politici (99% dei parlamentari ed amministratori dello stato a qualsiasi livello) e largo ai giovani onesti con tante capacità e soprattutto con tanta onestà disposti ad operare per il bene dell’Italia e degli italiani tutti e non soltanto per sé stessi. TUTTI GLI ITALIANI ONESTI STANNO CON I MAGISTRATI ONESTI!!!!

      • Di Fabio G. C. scrive:

        Sì! Ma quanti magistrati sono onesti e corretti? Pochi. Non parliamo poi degli avvocati. Basti pensare che se un lavoratore subisce un abuso o una ingiustizia dal datore di lavoro, lo stesso può rivolgersi ad un sindacato per fare valere le sue ragioni,ma se un povero disgraziato subisce una ingiustizia da un avvocato a chi si rivolge? All’ordine degli avvocati, il quale non prende nessuna iniziativa disciplinare nei confronti del suo collega non di turno e forse lo è proprio lui di turno all’ordine e, quindi il povero disgrazioto resta “cornuto e maziato”. Quindi, caro signore:”siamo bin ciappati”

    13. paolo m. scrive:

      sen.Belisario, concordo assolutamente su quanto ha scritto (come ,spero,la maggior parte degli italiani onesti).
      Andate avanti così,NON mollate ! ! !

    14. mauro scrive:

      Credo che il disegno del PD sia chiaro, interpretare i “valori” DEL VECCHIO CAF, un po’ di sinistra da comizio, un po’ di centro-moderato, un po’ di …. promesse e, tante tante…tangenti, Il risanamento? Bravo Monti, così per un altro decennio si può rubare di nuovo! Evviva il PD!!!!!!!

    15. Giovanni Locchi scrive:

      Mi sembra così evidente che l’IdV sia l’unico partito da votare oggi che non capisco come gli italiani non lo votino: che siano tutti dei trinariciuti? O tutti corrotti? Votare un PdL con
      un Berlusconi che ri-capitana una Lega Sud delle mafie, una Lega Nord che ha finalmente gettato la maschera e s’é rivelatra più mafiosa della mafia suddista, un superpeccatore ipocriita come Casini, emanazione clericale, un PD, partito di burocrati della politica, dagli armadi pieni di scheletri? . Possibile che gli italiani siano talmente indifferenti e non vogliano capire i rischi che corrono e pensare ai pochi rimedi che ci restano ? Quelli vogliono una nuova dittatura di mafiosi corrotti! La Magistratura e la Costituzione sono i soli
      argini, ora come ora, ad una tale iattura. Non resta che sperare nelle future elezioni e con l’occsione che gli italiani abbianio finbalmente capito che astenersi dal VOTARE è il più grande piacere che possono fare alla mafia e al sistema politico-mafioso vigente!
      locchi.centerblog.net.

      • Di Fabio G. C. scrive:

        Egr. sig., non capisce il perchè il popolo non voti per l’IDV,non è difficile capirlo. Se io ho la vena da inventore, non posso avere anche la vena di “businis man”, marketing, quindi, ho bisogno di persone che sappiano bene organizzare una rete di vendita capillare su totto il territorio in modo onesto ed ifficace allo scopo che il prodotto possa acquisire una eccellente fama. Se, invece ho la sfortuna di non trovare degli ottimi elementi per tale scopo, ma solo mediocri o pessimi, il mio prodotto anzichè ottenere quel risultato che merita,ottiene,invece il contrario.Quindi,l’ideologia politica di Tonino è ottima(è per questo che lo seguo d’anni), ma no basta. Tonino, di seguaci veri idealisti intorno a lui ne ha pochi. Senza contare poi su alcune piazze del paese: incapaci,pieno di protagonismo ed egoisti del potere ed altro, al punto di perdere voti quasi del 50% all’elezioni ammistrative dello scorso anno.

    16. andrea fanticini scrive:

      vedi articolo 18
      vedi acqua pubblica
      vedi cooperative che falliscono
      vedi il sindaco di firenze……….
      vedi accordo di pomigliano dove sono favoreli alla linea marchionne.
      vedi alleanza con udc
      vedi bindi contro omossessuali
      vedi primarie fasulle
      vedi il ricambio dei vertici mai praticato.
      Vedi d’alema e le case popolari e gli yatch
      Vedi il non aver voluto votare dopo berlusconi
      Vedi ora violante…..
      Direi che è ora che chi vota per tradizione questi signori, dovrebbe dopo averne viste tante cambi rotta verso un’altro centrosinistra senza il pd, Sel idv con appoggio esterno del movimento 5 stelle e societa’ civile di vario genere e si vincono le prossime elezioni.
      Devono provare gli altri partiti di sinistra a mettere nell’angolo il pd e non deve accadere il contrario come purtroppo sta avvenendo ultimamente.

    17. Amedeo scrive:

      Grave errore di strategia politica che sta attuando il PD. Emarginare sempre più IDV significa emarginare i cittadini onesti. Quelli che vogliono sempre e comunque che la verità affiori. Si ha forse paura della verità ?? Chi ha la coscienza non troppo pulita …SI !! Si ha forse la debolezza di mettere in galera corrotti e corruttori, che oltre nelle file avversarie, ne esistono nelle proprie ?? Si vuole tacciare sempre e comunque l’IDV di populismo perchè da fastidio ?? Si adoperano i propri organi di stampa e media vari per togliere all’IDV l’immagine del nuovo, dell’onesto, di chi vuole attuare programmi seri per i cittadini, giovani, lavoratori e mettere in galera chi ruba. Togliere ai privilegiati i loro privilegi..”rubati”. Mettere in galera i parlamentari disonesti e alla gogna i voltafaccia alla Scilipoti. Ma oltre al tema giustizia vera e onestà trasparente, dove crede di andare il PD con Vendola ?? E Vendola, l’onestuomo pugliese, si presta alle combine, ai ricatti, ai giochi senza frontiere che vuole attuare il PD con l’UDC. Povero Vendola. Rimarrà incastrato come lo fu FINI con il BUNGA BUNGA!| L’IDV deve perseguire la sua strada. Da Vasto deve uscire un programma ben delineato. Capibile da tutti. Senza mezzi termini. Solo così vedremo chi lo condividerà. Una politica giusta e equilibrata. Non certamente “Montiana”! Togliere a tanti e lasciare i furbi sui loro panfili a godersela. Berluscao, Bossi, Ricucci, Lavitola, Verdini, Bertolaso, Anemone, e tanti altri che hanno nascosto i loro bei capitali all’estero alla faccia della crisi. Grazie a Monti e alla sua politica equilibrata. Alla faccia……..!

    18. Paolo Bertarini scrive:

      Felice spero di incontrarti a Vasto vorrei parlare con te di come sia possibile mettere all’angolo P.D. e P.D.L. per le prossime elezioni, è possibile fare alleanze con persone come Grillo anche se al momento è capibilmente riluttante verso rapporti con partiti, ma noi non siamo proprio un “partito”, siamo un’idea che avanza sarebbe bello spazzare via il marcio, tornerebbe anche Vendola.

      A presto Paolo

    19. luca chiellini scrive:

      Sono pienamente d’accordo.
      Certo, purtroppo non è così facile che molti militanti – magari poco inclini alla rete – si rendano conto dell’evidente scandalo del PD, anche per il veergognoso black out di informazione.

      Luca Chiellini

    20. paolo scrive:

      Come non dare ragione a Grillo qnd dice che PDL e PD sono due facce della stessa medaglia. Ed anche le recenti stranissime e fuori luogo dichiarazioni di Monti e Passera sulla fantomatica visione di una luce in fondo al tunnel ricalcano le stesse affermazioni fatte da Berlusconi e Tremonti a suo tempo. Perfetta continuità quindi col governo precedente, lotta estrema alla legalità, far finta di lottare contro l’evasione fiscale di cui, a tutt’oggi la GDF riesce a scoprire meno di un decimo del totale, nessun risparmio sui costi della politica e favori a raffica agli amici….tipo Riva e lotta dura contro i magistrati che non si fanno corrompere. Che fine ha fatto il Beauty contest promesso da Passera? Gli incassi dovuti ad Equitalia dai mafiosi dei videogiochi? Le aste per le concessioni delle spiaggie e gli aumenti per lo sfruttamento delle sorgenti di acque minerali?? Tutto messo nel dimenticatoio!!! Ma c’è un problema…gli italiani non dimenticheranno chi ha tradito il rapporto di fiducia fra stato e cittadini usando il sistema previdenziale come se fosse un bancomat e discriminando assurdamente fra chi la pensione già la prende e quelli a cui si cercherà in tutti i modi di non pagarla più. Alla fine la Corte di Giustizia Europea farà piazza pulita di questi giochini, ma la credibilità del sistema politico sarà azzerata e i vari Monti o Rajoy subiranno le conseguenze del loro disprezzo verso il popolo.

    21. roberto scrive:

      Sen. Belisario smettiamola di stupirci di indignarci ancora, gli impegni di Vasto sono ormai carta straccia, il PD ha dimostrato nei fatti, votando sistematicamente la fiducia al Governo Monti, di essere politicamente altrove e lontanissimo da quell’idea di coalizione di sinistra che poteva rappresentare la rinascita morale del paese.
      L’IDV ha una grande sfida davanti a se e l’occasione di costruire una vera alternativa politica di governo con chi rappresenta un’idea di politica nuova. Bersani, Casini ed Alfano appartengono a un passato lontano dal cuore degli italiani e ricordino bene che nelle urne non dimenticheremo chi ha votato la riforma delle pensioni e l’abolizione dell’art. 18.

    22. Ugo Cortesi scrive:

      Caro Belisario,
      vai avanti così perché è ora di finirla col moderatismo nella politica. Pane al pane e vino al vino; la gente vuole sapere le cose e conoscere la verità. Chi è veramente di sinistra (moderna, sociale e riformista) non può aderire al PD chè è una commistione fra falsi comunisti con falsi celebranti. Mi fido di più dei veri comunisti e dei preti veramente convinti (che non vuol dire veri). La loro nomenclatura dimostra che l’onestà intellettuale è diventata fantasia, offendendo in tal modo uno dei massimi personaggi della vera sinistra italiana: Enrico Berlinguer.
      Quando si chiamano eredi politici di Berlinguer oltraggiano il personaggio, poichè loro di Berlinguer, politicamente parlando, sono figli illegittimi. Quelli che una volta si ponevano a capo delle istanze dei lavoratori, delle famiglie e dei meno abbienti oggi sono diventati tutori dell’intrallazzo, dell’opacità negli interessi dei potenti e dei potentati, più che i lavoratori rappresentano sempre più i poteri forti. La storia ed il popolo italiano li punirà, sempre politicamente parlando.
      L’Ugo di Romagna

    23. selva corbelli scrive:

      Per venderla almeno un’anima bisogna averla. Il PD non l’ha mai avuta, non ce l’ha, non l’avrà mai. E NON è l’ennesima trasformazione del PC bansì il tentativo di sommare PCI.DC,PSI e rimasugli vari in un unico calderone che li tenesse al potere a mangiare. Tocca agli italioti – se ne sono capaci – farlo dissolvere. Ma pure gli italioti hanno i loro interessi a far continuare ‘sto carrozzone……….

    24. giuliano t. scrive:

      Io questa cosa qua l’avevo già fiutata da parecchi anni, quando io ero delegato di fabbrica, i sindacati di sinistra facevano le sceneggiate con noi delegati. C’era già tutta una concertazione fra partito politico, sindacato e datori di lavoro. Erano gli anni “80/”90, quando la c.g.i.l. e c.i.s.l. litigavano davanti ai dipendenti e poi andavano a mangiare insieme. Dr Di Pietro io quando denunciavo queste cose prendevo del terrorista sia dai dirigenti e da parecchi colleghi. Ormai abbiamo raggiunto la cosi detta V2 in gergo aeronautico, la velocità di non ritorno. (spero di sbagliare) ma ho il dubbio che molti italiani non vogliono ancora cambiare l’italia guardando le altre nazioni virtuose.

    25. Gianni scrive:

      Violante faceva parte degli affamati del vecchio partito comunista. Allora la democrazia cristiana ( malavitosa) non lasciava spazio al p.c., voleva tutto per se.E’ arrivato che dopo tanti anni di battaglie il p.c. ha raggiunto il potere e ora la sinistra cappeggiata dal PD mantiene saldi molti posti di potere, dai Comuni fino al Governo Centrale. Sono molti coloro che ne beneficiano per guadagnarsi la pagnotta e non
      vogliono più mollare. Vivono e lavorano tramite la politica.
      Vogliono mantenere il potere come faceva la d.cristiana prima
      e come ha fatto Berlusconi dopo.
      Vedono di non poter fare cambiamenti sostanziali per gli Italiani altrimenti si tagliano il ramo dove sono appollaiati.,Sindacati compresi. ( MENO POSTI NELLA POLITICA enel sindacato, TAGLIO CONSISTENTE DEI LORO BENEFICI)
      NON GLI INTERESSA IL BENE DEGLI ITALIANI. DEL LAVORO PER I GIOVANI, DELL’ESAGERATA ETA’ PENSIONABILE DI CHI LAVORA.
      NON HANNO MAI FATTO CERTE MANIFESTAZIONI PER SALVAGUARDARE GLI STIPENDI E I SALARI, PER IL CAROVITA,GENERI E BENZINA ECC.,CERTE LOTTE PER UNO STATO SOCIALE PIU’ EQUILIBRATO DOVE SI FA LARGO LO STRAPOTERE DI UN MONDO ECONOMICO FATTO SOLO DI INTERESSI DELLE GRANDI INDUSTRIE, DELLE EVASIONI, DELLE BANCHE, DELLA SPECULAZIONE FINANZIARIA e DELLA CORRUZIONE in generale SEMPRE A FINE DI SOLDI E DI POTERE.
      E’ evidentissimo che l’attuale situazione è rappresentata dal sostegno di PD-PDL e CENTRO.
      Non ci sono alibi nemmeno per Violante.
      L’ITALIA DEI VALORI HA L’OPPORTUNITA’ DI FARE SUA LA BATTAGLIA DEGLI ITALIANI ONESTI, MAGARI CHIAMANDO AD ALLEARSI ALTRI VERI OPPOSITORI.

    26. Giuseppe Delle Noci scrive:

      Il PD, l’anima l’ha venduta da tanto tempo fa, da quando fece morire l’asinello. Solo che voi fingevate di non accorgervi e avete fatto il diavolo a quattro per entrare nelle sue grazie. Avete perfino accettato di raccogliere i rimasugli di partiti scomparsi e che comunque erano governati dai poteri forti. Ora continuate testardamente a inseguire il PD ma solo per la conservazione di qualche poltrona che incomincia a traballare.

    27. sabato scrive:

      Ma voi credete che Violante poteva fare a meno di non schierarsi con il vecchio comunista che accolse con grande enfasi l’invasione e l’eliminazione dell’onesto DUBCHEK
      allora primo ministro della cecoslovacchia? Sono gente ideologicamente che vanno verso l’ipocrisia pur di mantenere il potere.Avevo delle simpatie per il nuovo PD,ma quando vedo l’etteggiamento di BERSANI chiedo all’IDV di essere piu’ incisiva nel proseguire il cammino tracciato.

    28. NNHT34 scrive:

      Oserei dire che il Piano di Rinascita P2..(evolutosi in p3 p4 pennesima potenza)è stato applicato tutto..
      I suoi obiettivi essenziali consistevano in una serie di riforme e modifiche costituzionali onde«…rivitalizzare il sistema attraverso la sollecitazione di tutti gli istituti che la Costituzione prevede e disciplina,dagli organi dello Stato ai partiti politici,alla stampa,ai sindacati,ai cittadini elettori »
      In particolare andavano programmate azioni di Governo,di comportamento politico ed economico,nonché di atti legislativi,per ottenere ad esempio nel settore scuola di
      «…chiudere il rubinetto del preteso automatismo: titolo di studio-posto di lavoro…»
      Alcuni punti del piano hanno trovato parziale attuazione a livello istituzionale e di assetto economico nel mondo imprenditoriale e soprattutto a livello mediatico.Altri sono stati riproposti dalle forze politiche, anche di tendenza opposta(ma và?)
      NASCITA DI DUE PARTITI:”uno,a sinistra,l’altro a destra.
      CONTROLLO DEI MEDIA.Controllo di quotidiani.
      liberalizzazione delle emittenti televisive
      Abolizione del monopolio della RAI e sua privatizzazione. L’abolizione del monopolio RAI è avvenuto con la sentenza della Corte Costituzionale del luglio 1974 che liberalizzava le trasmissioni televisive via cavo.
      Progetto Bicamerale del 1997(Commissione parlamentare per le riforme costituzionali):”ripartizione di fatto,di competenze fra le due Camere(funzione politica alla CD e funzione economica al SR)”.
      Riforma della magistratura: divisione tra ruolo del P.M. e del magistrato,responsabilità del CSM nei confronti del parlamento.
      Introdurre la responsabilità del CSM nei confronti del parlamento sarebbe tecnicamente una subordinazione del potere giudiziario al potere legislativo,e quindi verrebbe meno la separazione dei poteri.La modifica,infatti, necessiterebbe di una riforma costituzionale.
      Riduzione del numero dei parlamentari
      Abolizione delle province
      Abolizione della validità legale dei titoli di studio
      Licio Gelli sostiene che la coincidenza di talune parti del “Piano” con i programmi dei partiti attuali non sarebbe casuale.
      In un’intervista dell’ottobre 2008 ha successivamente affermato che,sebbene tutte le forze politiche abbiano preso spunto dal Piano(tanto da indurlo a reclamare ironicamente i diritti d’autore)Silvio Berlusconi è l’unico che può attuarlo.
      Dello stesso avviso Mario Guarino,Sergio Flamigni e Umberto Bossi
      Il piano prevede modifiche urgenti e a medio e lungo termine.
      Modifiche urgenti:responsabilità civile(per colpa)dei magistrati;
      Provvedimenti economico-sociali:Eliminazione delle festività infrasettimanali e dei relativi ponti(eccettuato il 2 giugno, il Natale,il Capodanno e Ferragosto)da riconcedere in un forfait di 7 giorni aggiuntivi alle ferie annuali di diritto;
      alleggerimento delle aliquote sui fondi aziendali destinati a riserve, ammortamenti, investimenti e garanzie, per sollecitare l’autofinanziamento premiando il reinvestimento del profitto;concessione di forti sgravi fiscali ai capitali stranieri per agevolare il ritorno dei capitali dall’estero.
      TV e stampa:Immediata costituzione di una agenzia per il coordinamento della stampa locale (da acquisire con operazioni successive nel tempo)e della TV via cavo da impiantare a catena in modo da controllare la pubblica opinione media nel vivo del Paese.
      moltiplicazione delle reti radio e TV in nome della libertà di antenna (art. 21 della Costituzione),e la soppressione della RAI. Queste emittenti e i giornali dovevano essere coordinati da un’agenzia centrale per la stampa.
      Sindacati:Ricondurre il sindacato alla sua «naturale funzione» di«interlocutore del fenomeno produttivo in luogo di quello illegittimamente assunto di interlocutore in vista di decisioni politiche aziendali e governative »Il sindacato non deve fare politica. In quest’ottica occorre«limitare il diritto di sciopero alle causali economiche ed assicurare comunque la libertà di lavoro »provvedere alla«restaurazione della libertà individuale nelle fabbriche e aziende in genere per consentire l’elezione dei consigli di fabbrica con effettive garanzie di segretezza del voto»
      sollecitazione alla rottura di CISL e UIL e successiva unione con i sindacati autonomi;controllo delle correnti interne:
      «acquisire con strumenti finanziari di pari entità i più disponibili fra gli attuali confederali allo scopo di rovesciare i rapporti di forza all’interno dell’attuale trimurti»
      Ordinamento giudiziario:riforma del Consiglio Superiore della Magistratura che deve essere responsabile verso il Parlamento (modifica costituzionale);riforma dell’ordinamento giudiziario per ristabilire criteri di selezione per merito delle promozioni dei magistrati, imporre limiti di età per le funzioni di accusa, separare le carriere requirente e giudicante, ridurre a giudicante la funzione pretorile.
      Ordinamento del Governo:modifica della Costituzione per stabilire che il Presidente del Consiglio è eletto dalla Camera all’inizio di ogni legislatura e può essere rovesciato soltanto attraverso l’elezione del successore;
      Ordinamento del Parlamento:nuove leggi elettorali, per la Camera, di tipo misto (uninominale e proporzionale secondo il modello tedesco) riducendo il numero dei deputati a 450 e, per il Senato, di rappresentanza di 2º grado, regionale, degli interessi economici, sociali e culturali, diminuendo a 250 il numero dei senatori ed elevando da 5 a 25 quello dei senatori a vita di nomina presidenziale, con aumento delle categorie relative (ex parlamentari – ex magistrati – ex funzionari e imprenditori pubblici – ex militari ecc.);preminenza della Camera dei Deputati nell’approvazione delle leggi; Senato federale delle Regioni focalizzato sulla legge di bilancio.
      Ordinamento di altri organi istituzionali:Corte Costituzionale: sancire l’incompatibilità successiva dei giudici a cariche elettive ed in enti pubblici; sancire il divieto di sentenze cosiddette attive (che trasformano la Corte in organo legislativo di fatto);
      abolire le province.
      Il ruolo della stampa:« che va sollecitata al livello di giornalisti attraverso una selezione che tocchi soprattutto:
      Corriere della Sera,
      Il Giorno,
      Il Giornale,
      La Stampa,
      Il Resto del Carlino,
      Il Messaggero,
      Il Tempo,
      Roma,
      Il Mattino,
      La Gazzetta del Mezzogiorno,
      Il Giornale di Sicilia
      per i quotidiani; e per i periodici:
      L’Europeo,
      L’Espresso,
      Panorama,
      Epoca,
      Oggi,
      Gente,
      Famiglia Cristiana. La RAI-TV non va dimenticata. »

    29. Anna Orsa scrive:

      Il Violante che da presidente della Camera istigava alla “riconciliazione” tra le forze emerse dalla Resistenza ed i servi dei nazisti è lo stesso che pochi anni dopo si vantò del fatto che sotto il governo di centrosinistra il fatturato di Mediaset era aumentato di 25 volte.
      Ma è anche lo stesso che, sentito dai magistrati, improvvisamente si è ricordato di quando gli alti papaveri dei Ros proponevano contatti con il mafioso Ciancimino a Palermo. Prima di allora pare non ne avesse mai parlato. Che volete, in fondo all’epoca lui era soltanto presidente della commissione antimafia, mica poteva occuparsi di queste cose!
      Giustappunto, è poi la stessa persona che adesso si aggrappa al microfono per dire che c’è un complotto del “populismo giuridico” contro Monti e Napolitano.
      Secondo questo sublime rappresentante dell’abbraccio tra
      prima e seconda repubblica, e dell’abbraccio tra repubblicani e repubblichini, il terreno di coltura di tale complotto andrebbe ricercato nei programmi condotti da Michele Santoro.
      Non si tratta di un attacco diretto alla pluralità dell’informazione, ma sembra più una considerazione amichevole. Più o meno la differenza che c’è tra quando ti sparano addosso e quando ti mandano una busta con dentro un proiettile.
      Qualcuno ha parlato di Violante come di uno dei Grandi Trombati d’Italia, sostenendo che il suo “scurdammoce ‘o passato” nei confronti di chi combatteva per lo stato-fantoccio di Salò preludesse ad una candidatura come presidente della Repubblica. Perché si sa che il primo cittadino d’Italia deve rappresentare anche la continuità della storia nazionale. E, verrebbe da aggiungere, soprattutto la continuità con le porcherie del passato. Purtroppo altri l’hanno preceduto, negandogli il supremo scranno. Oggi non c’è lui bensì Napolitano. Non si lamenti, dunque. La continuità è ottimamente garantita.

    30. Gian Carlo scrive:

      Per venderla bisognerebbe averla, l’anima.

    31. Onofrio Parente scrive:

      E’ da molto tempo che dico che l”IDV ha tutti contro perchè quasi tutti i partiti hanno paura di una giustizia giusta ed equa.
      Ogni partito ha almeno un suo inqusisito se non di più o peggio: come si può chiedere di fare la strada insieme? Meglio andare soli, fidando nel buon senso degli Italiani. I PD fanno più senso del PDL o dell’UDC.

    32. aemilius probus scrive:

      “Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno. Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filattèri e allungano le frange; amano posti d’onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare “rabbì” dalla gente. [.....] Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l’esterno del bicchiere e del piatto mentre all’interno sono pieni di rapina e d’intemperanza. Fariseo cieco, pulisci prima l’interno del bicchiere, perché anche l’esterno diventi netto!
      Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all’esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all’esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità.” (Mt. 23, 2-7 e 25-28)

    33. romano scrive:

      Sen.Belisario
      Sono d’accordo con il suo scrito,il mio sogno è una fusione con Beppe Grillo per mandare questi politicanti di merda,a casa.

    34. Ven IdVPR scrive:

      E c’è chi, nell’IdV, ha criticato aspramente di Pietro (addirittura ha lasciato il partito) perchè attacca troppo il PD e critica Napolitano nell’affaire “trattativa stato-mafia”/Procura di Palermo! Ma con un partito dove c’è gente come Violante non si deve nemmeno andare a prendere un caffé!

    35. Andrea scrive:

      Il problema é che in Italia, a scuola, prima di insegnarti a “pensare” ti insegnano a fare il “dettato”: la maestra parla e tu, senza pensare, senza capire, scrivi diligentemente tutto quello che ti viene detto, e se fai qualche errore vieni pure penalizzato.
      Ora, nonostante ci siano migliaia di persone che (giustamente) criticheranno questa infelice espressione del Giuliano odiato (quello che, per intenderci, nel lontano 1994 aveva dato ampie garanzie sul fatto che le tv di Berlusconi non sarebbero MAI state toccate), ci saranno anche, purtroppo, milioni di italiani che, piú o meno consapevoli, ripeteranno le paroline dette da Giuliano come in un dettato, aiutati da giornalisti (questa volta consapevoli) che il dettato a scuola hanno imparato a farlo proprio bene, anche perché poi si sono specializzati successivamente in dettato nel corso dei loro studi di “giornalismo”. E il Giuliano odiato avrá ottenuto il suo scopo: far sí che le persone parlino di un titolo, di un’etichetta (populismo giuridico… radical chic… pacs… scegliete voi l’etichetta che piú vi piace tra quelle che i nostri tg hanno usato a piene mani negli ultimi anni) senza che venga MAI analizzato il CONTENUTO di un argomento.
      E anche alimentare la polemica sul fatto che siano state usate queste parole continua a far gioco al Giuliano odiato…

    36. aldo scrive:

      Ho votato per anni il Pd ma da due legislature non vado piu’ a votare ,se non vanno via tutti i tromboni che attualmente occupano abusivamente i palazzi .
      devono andare via tutti i vari veltroni,d’alema ,bersani,rutelli (farebbe bene a scomparire dalla scena,) ecc.ecc….
      l’unico partiro decente e’ l’idv e grillo.

    37. Giada scrive:

      Basta con questi protezionismi politici, l’Italia ha bisogno di gente seria ” PULITA ” e per questo anche io sono daccordo che i magistrati facciano il loro mestiere e non solo per fare condannare i ladri di polli!!!

    38. Nicola scrive:

      Violante alla pari di tanti altri continua a dare delusione e incredulità rispetto alla sua storia di magistrato..
      Andate avanti con la serenità e la determinazione che la delicata situazione richiede.
      La scelta dell’Italia dei Valori di stare dalla parte di chi non arriva a fine mese Vi onora.
      L’anima è stata regalata da tempo.
      Buon Lavoro

    39. Assunta Impararto scrive:

      Non so se ricordo bene ma, Violante non si era schierato anche dalla parte di chi demonizzava la raccolta delle firme, promossa dall’IDV, proprio un anno fa, per la proposta di referendum atto ad abrogare l’attuale legge elettorale? Proposta, purtroppo. bocciata l’11 gennaio scorso, dalla Consulta, nonostante le circa 1.200.000 firme raccolte nelle piazze. Firma che, ricordo, non appose nemmeno Bersani! I conti tornano sempre. Bravo Sen, Belisario, e come ha già scritto un altro forumista, bisogna far presto e battere il territorio a tappeto. Non Vi scoraggiate, cercate di far passare messaggi attraverso qualsiasi mezzo d’informazione anche se RAI3, Vi sta già boicottando. Peccato, era la rete pubblica che preferivo. Questo a riprova di come sia manipolata la TV di Stato anche da parte di chi si è sempre dichiarato garantista dell’informazione libera.

    40. Assunta Impararto scrive:

      Concordo con quanto scritto da romano il 22 agosto 2012 alle 12:01
      “Sen.Belisario
      Sono d’accordo con il suo scrito,il mio sogno è una fusione con Beppe Grillo per mandare questi politicanti di merda,a casa”.

      Aggiungo, se non proprio fusione, almeno una larga intesa sull’imminente programma elettorale da presentare.
      Capisco che con due ‘prime donne’ come l’On. Di Pietro e Beppe Grillo, non sia molto semplice ma, se Grillo, come ha sempre dichiarato non ha intenzione di presentarsi, vi sarebbero larghi margini per un accordo serio e duraturo.
      Devono avvertire l’insofferenza che tanti cittadini che hanno sempre votato a sinistra, nutrono nei confronti del PD attuale (che delusione).

    41. Nicola scrive:

      Ma ricordo male ?
      Per la serie “inciuci”:
      violante disse che le tv del “cavaliere” non sarebbero state toccate
      e
      il “viceconte” dalema disse che le tv di berluscao erano una risorsa per l’italia
      ??????

    42. Carlo scrive:

      Senatore , avanti così, se riusciremo a votare vedrete che di italiani “normali ed onesti” ce ne sono ancora tanti .
      Resistete e combattete per un voto vero e non truccato dalla legge che nessuno vuole cambiare.
      Carlo

    43. Antonio scrive:

      condivido al 100% quanto scritto da Belisario.. però lo trovo un po’ troppo moderato. Dopo il tradimento di Vendola(cosa gli avranno promesso?) l’IDV non deve entrare in fibrillazione.. bisogna assolutamente evitare liti o dissensi all’interno del partito, recherebbero molti danni.. inoltre tutti gli interventi dei dirigenti del partito in ogni occasione di comunicazione debbono smontare quel “Di Pietro ha scelto un’altra strada” non è così ma i giornali e le TV hanno fatto passare nelle menti questo messaggio.. Insomma dopo tutte le sollecitazione (senza risposta) di Di Pietro .. sedersi attorno ad un tavolo e parlare dei programmi e del candidato premier è scorretto ed ingiusto dire che è stato di Pietro a staccarsi dalla foto di Vasto.. al contrario è stato Bersani a fare la foto ABC e poi ha convinto Vendola a tradire IDV ed i suoi stessi elettori.

      • nestore del boccio scrive:

        Hai ragione Antonio. Ho sollevato questo problema in altri post. E’ umiliante la mistificazione che la comunicazione opera nella informazione.
        Come si puo’ notare, i Tg nazionali con le varie interviste, non trovano mai una presenza dell’Idv. E cio’ che mi fa più schifo: è l’asservimento del Tg3 alla politica del Pd e di chiunque è conro l’Idv! Purtroppo l’Idv è carente sul piano della comunicazione; inoltre ha un vulnus interno dovuto a personaggi che si prestano quali spine nel fianco: uno scilipotismo raffinato e vigliacco!

    44. Leoferox scrive:

      Chi si meraviglia del comportamento del PD dimostra di non conoscere la storia d’Italia.Gli ex-PCI non hanno mai fatto vera opposizione,si sono sempre spartite le cariche istituzionali,hanno solo bramato di sostituire la DC,con lo stesso sistema di potere.Leggetevi l’intervista di Bersani a Repubblica:si preoccupa soltanto di assicurare i padroni d’Italia(c’è anche la Nato(!?!)) che con loro non cambierà nulla!Infatti,in Italia Il Gattopardo è sempre attuale.Per continuare con ABC anche dopo il voto stanno confezionando il Montiaeternum,una mistura di leggi elettorali contrapposte.

    45. nicolino scrive:

      Ieri ho sentito Bersani dire che IDV si comporta come i fascisti. Questo è veramente vergognoso. Sta imitando Berlusconi quando diceva che a sinistra sono tutti comunisti. Quando non si hanno argomenti validi o capiscono che stanno perdendo terreno allora attaccano il partito che da fastidio con parole di altri tempi. IDV deve far sentire la sua voce per zittire chi parla con questi termini e difendere fino all’ultimo la legge elettorale che altrimenti farebbe solo gli interessi dei poteri forti come pure difendere quei magistrati che si adoperano per cercare la verità che molti politici cercano di insabbiare.

Lascia un commento

Il PD sta vendendo l’anima

1 Trackback

  • DgTvOnline.com » Il PD si sta vendendo l’anima?
    del 20 agosto 2012
  • Davide Spinola
    del 20 agosto 2012
  • Romano
    del 20 agosto 2012
  • Olivieri Gabriele
    del 20 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 21 agosto 2012
  • bruna da ros
    del 21 agosto 2012
  • Giada
    del 21 agosto 2012
  • Bruno
    del 21 agosto 2012
  • Francesco santodirocco
    del 21 agosto 2012
  • MAURIZIO
    del 21 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 21 agosto 2012
  • Flavia Canè
    del 21 agosto 2012
  • Flavia Canè
    del 21 agosto 2012
  • j.siganza
    del 21 agosto 2012
  • Sonia Toni
    del 21 agosto 2012
  • Mario
    del 21 agosto 2012
  • paolo m.
    del 21 agosto 2012
  • mauro
    del 21 agosto 2012
  • Giovanni Locchi
    del 21 agosto 2012
  • andrea fanticini
    del 22 agosto 2012
  • skelligmicheal
    del 22 agosto 2012
  • laura
    del 22 agosto 2012
  • Amedeo
    del 22 agosto 2012
  • Paolo Bertarini
    del 22 agosto 2012
  • edoardo longhi
    del 22 agosto 2012
  • Elvira
    del 22 agosto 2012
  • luca chiellini
    del 22 agosto 2012
  • paolo
    del 22 agosto 2012
  • roberto
    del 22 agosto 2012
  • Ugo Cortesi
    del 22 agosto 2012
  • selva corbelli
    del 22 agosto 2012
  • giuliano t.
    del 22 agosto 2012
  • Gianni
    del 22 agosto 2012
  • Giuseppe Delle Noci
    del 22 agosto 2012
  • sabato
    del 22 agosto 2012
  • NNHT34
    del 22 agosto 2012
  • Anna Orsa
    del 22 agosto 2012
  • Gian Carlo
    del 22 agosto 2012
  • Felice Belisario
    del 22 agosto 2012
  • Franco galigani
    del 22 agosto 2012
  • rosario
    del 22 agosto 2012
  • Onofrio Parente
    del 22 agosto 2012
  • aemilius probus
    del 22 agosto 2012
  • romano
    del 22 agosto 2012
  • AURELIO DONZELLA
    del 22 agosto 2012
  • Ven IdVPR
    del 22 agosto 2012
  • Andrea
    del 22 agosto 2012
  • Umberto
    del 22 agosto 2012
  • Antonio Falso
    del 22 agosto 2012
  • aldo
    del 22 agosto 2012
  • lotus
    del 22 agosto 2012
  • Giada
    del 22 agosto 2012
  • Nicola
    del 22 agosto 2012
  • Assunta Impararto
    del 22 agosto 2012
  • Assunta Impararto
    del 22 agosto 2012
  • Assunta Impararto
    del 22 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 22 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 22 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 23 agosto 2012
  • Felice Belisario
    del 23 agosto 2012
  • Nicola
    del 23 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 23 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 23 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 23 agosto 2012
  • Carlo
    del 23 agosto 2012
  • Antonio
    del 23 agosto 2012
  • Di Fabio G. C.
    del 24 agosto 2012
  • Di Fabio G. C.
    del 24 agosto 2012
  • Africo Foschi
    del 24 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 24 agosto 2012
  • Leoferox
    del 24 agosto 2012
  • nicolino
    del 26 agosto 2012
  • manuela fucacci
    del 27 agosto 2012
  • nestore del boccio
    del 27 agosto 2012
  • Renzo liberati
    del 6 ottobre 2012