Nessun baratto tra lavoro e salute

26 settembre 2012 in Ambiente, Comunicati Stampa

“Non esistono più vie di mezzo, né compromessi al ribasso. Non si baratta la salute con il lavoro, né tantomeno il contrario”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “la decisione del giudice di oggi deve solo tranquillizzare i lavoratori, vuol dire che c’è qualcuno che vigila attentamente sulla loro salute. Il piano di risanamento presentato dall’Ilva già non aveva convinto i sindacati a giugno e, oggi, il gip lo ha rispedito al mittente perché non contiene un nuovo impegno dell’azienda verso una vera e nuova bonifica. Ferrante e l’Ilva la smettano di prendere in giro i lavoratori e propongano interventi di risanamento seri che ad oggi sono realizzabili, salvaguardando i posti di lavoro che sono l’altra priorità. Basta esasperare il clima creando un braccio di ferro, ormai superabile grazie alle nuove tecnologie, tra lavoro e salute. Siamo nel 2012, tutta l’Europa viaggia verso la green economy, non è tollerabile pensare che l’Italia non possa adeguarsi velocemente agli standard internazionali. Ed è disumano – conclude Belisario – che qualcuno sfrutti i lavoratori disperati per continuare a produrre a basso costo con metodologie superate e pericolose”.

Lascia un commento