Il freno delle retribuzioni affossa la crescita

25 ottobre 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Senza categoria

“Anche oggi l’Istat certifica un Paese in affanno, dove le retribuzioni continuano a non essere adeguate al costo della vita, con la conseguenza palese di deprimere sempre di più i consumi. In questa drammatica situazione, varare provvedimenti come la legge di stabilità significa versare benzina sul fuoco della crisi, vuol dire mettere in grave difficoltà economica tante altre famiglie”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a palazzo Madama, che ha aggiunto: “Infatti, ai redditi non rivalutati rispetto all’aumento dell’inflazione, che continuano quindi a perdere potere d’acquisto, si aggiungerà ora la stangata dell’aumento dell’Iva,  il vero e proprio colpo di grazia ai contribuenti, già vessati da tante tasse. Gli effetti della legge di stabilità, assieme al rialzo dei prezzi, possono davvero portare l’Italia a pagare un conto troppo salato, allontanando ancora di più la speranza di una ripresa economica. Altro che chiedere il bis di Monti o delle sue politiche! Ci dicono di alzare i calici e brindare al possibile, ma non scontato,  pareggio di bilancio. Se l’agenda del presidente del consiglio continuerà a bloccare così il Paese, - conclude Belisario – sarà sempre più difficile vedere la luce in fondo al tunnel della crisi”.

Lascia un commento