Continuano a fregare gli italiani

6 novembre 2012 in Elezioni, Politica

Insistono. Continuano a fregare gli italiani per neutralizzare il voto delle prossime politiche. E lo fanno costruendo una legge elettorale che porterà all’ingovernabilità.

Oggi ho partecipato alla seduta della commissione Affari Costituzionali che ha in discussione questo argomento, ed è stata approvata una norma che prevede un premio di governabilità alla coalizione che raggiungerà il 42,5% dei consensi.

In una situazione di tale frammentazione, questa è una soglia irraggiungibile per chiunque. L’Italia dei Valori ha proposto il 40%, una soglia più ragionevole che salva sia il principio di rappresentatività (la coalizione che prende il 40% è comunque legittimata a governare) sia il principio di governabilità. Se poi non si raggiungesse neanche il 40% sarebbe giusto andare a cercare le altre strade previste dalla Costituzione per la formazione del governo. Ma questa deve essere la via di riserva, non la via maestra. In un Paese civile governa chi vince.

Qual è lo scenario davanti ai nostri occhi se nessuna coalizione raggiunge la soglia minima approvata oggi dalla commissione in Senato? Che la sera delle elezioni non si saprà chi governa il Paese. A questo punto la soluzione più ovvia, quella per cui spingono tutte le principali istituzioni, è un Monti bis sostenuto da Pd, Udc e probabilmente anche dal Pdl. Non è un caso che a votare questo obbrobrio sia stata la vecchia maggioranza che sosteneva Berlusconi: Pdl, Udc, Mpa e Lega (a cui è stata garantita la presenza con una norma ad partitum). Insomma, il vecchio centrodestra vuole fregare il centrosinistra favorito alle elezioni come ha già fatto nel 2006, quando il porcellum impedì, di fatto, di avere una maggioranza solida al Senato a causa dei premi di maggioranza su base regionale.

Ma non basta perché questa legge introduce tre preferenze come nei momenti più bui della prima repubblica. La scusa è la parità di genere, che non sarebbe affatto garantita, la verità è che si darebbe vita ad un mercimonio ignobile e senza fine.

Se Bersani vuole evitare di essere impallinato un’altra volta deve impedire questo scempio, a costo di andare subito a elezioni. Col porcellum? Sarebbe il male minore rispetto all’ennesima porcata che stanno facendo nascere.

Eppure, l’ho ribadito anche oggi in commissione, se si pensasse al bene del Paese l’alternativa sarebbe già pronta: si chiama mattarellum e l’hanno chiesta 1.200.000 italiani. Una legge di pronta applicazione, già sperimentata e che non prevede alchimie. Eppure resistono ancora!

Continuano a fregare gli italiani

2 Commenti

    1. Giuseppe Carbone scrive:

      Faccio fatica a seguire la logica (se c’è una logica nel tuo ragionamento!). Il misfatto sarebbe di aver alzato dal 40% al 42,50% il quoziente della coalizione per avere il premio di maggioranza. C’é da fare un solo articolo di legge: se non va a votare il 51% degli aventi diritto, le elezioni non sono valide: Proponete questa legge di un solo articolo. E pensate davvero che una coalizione possa arrivare al 30% degli aventi diritto al voto? Ormai vivete in un altro mondo. Siete incollati allo Stato che spremete fino all’ultimo euro ma proprio per questo avete perso ogni contatto con la società, E andate avanti per forza di inerzia rotolando verso il fondo del fondo. Buona serata.

    2. @ Giuseppe Carbone, facci capire bene, ma dove le vai a cercare le tue deliranti ipotesi, queste sì inconciliabili in un democratico stato di diritto dove il dissenso si può democraticamente esprimere anche con l’astensione, ma tu evidentemente di democrazia poco te ne intendi e perciò continui ad insultare pontificando a vanvera.

Lascia un commento

Continuano a fregare gli italiani

0 Trackback