Il momento della verità

14 dicembre 2012 in Italia dei Valori

Diceva Goethe che “non è forte chi non cade mai ma chi cadendo si rialza”, un aforisma che mi sembra si adatti perfettamente all’Italia dei Valori di oggi. E’ innegabile, infatti, che il partito sta attraversando un momento difficile, ma è innegabile anche che per uscire da questo momento difficile ha avviato una fase di profondo rinnovamento che lo renderà più vivo, più trasparente, più credibile, più moderno, più forte. Proprio in nome di questo rinnovamento ci troveremo domani a Roma per l’Assemblea generale aperta a tutti i dirigenti, gli eletti, i militanti, gli iscritti e i simpatizzanti dell’Italia dei Valori. Deve essere e sarà il nostro punto di svolta, il momento della verità.

Sono stati commessi degli errori, è giusto e necessario riconoscerlo e lo abbiamo già fatto, ma sbagliando si impara e noi abbiamo imparato molto. Abbiamo avuto l’onestà di metterci in discussione, ora però è il momento di guardare avanti, di rilanciare l’azione del partito andando oltre la vecchia Italia dei Valori e dimostrando che ci siamo ancora, con la stessa voglia di lottare che ci ha sempre contraddistinto. L’assemblea di domani servirà a questo e servirà a dotarci di nuove e più stringenti regole per assicurare una maggiore trasparenza, per vaccinarci contro il carrierismo e l’opportunismo politico, per sbarrare la nostra porta agli arrampicatori e ai profittatori.

Domani vedremo chi ci sta, chi è disposto a impegnarsi davvero in questo progetto e chi invece non ci crede, chi magari lavora solo per dividere o guarda già altrove. Ci confronteremo in maniera aperta, poi le proposte discusse saranno formalizzato nell’Esecutivo Nazionale. E’ il nostro modo per ripartire in vista delle elezioni del prossimo anno. Dimostreremo che siamo sempre vivi e vitali, pronti a riproporre  le nostre sfide per la legalità, per il lavoro, per la difesa dei più deboli, per la scuola pubblica, per la verità.

A chi ci dà per politicamente morti, a chi ci vuole emarginare dal panorama politico italiano, a chi ci guarda con scetticismo, dico  solo di andarsi a riguardare le battaglie che abbiamo combattuto e (spesso) vinto in questi quattro anni e mezzo di legislatura, trascorsi – unico partito – sempre all’opposizione. Quella contro il lodo Alfano, quella contro la legge bavaglio, quella contro il legittimo impedimento, quella contro il nucleare, quella per l’acqua pubblica, quella per la verità sulla trattativa Stato-mafia, quelle per la difesa dei diritti dei lavoratori, quelle per ribadire la laicità dello Stato, quella per impedire al dittatore Gheddafi di parlare nell’Aula del Senato, quelle per una seria legge anticorruzione, quelle per la trasparenza, quelle per il Parlamento pulito… L’elenco è lungo, praticamente impossibile ricordarle tutte. Ma sono battaglie e vittorie scritte nei fatti, che nessuno ci può togliere. Ripartiamo anche da qui, con grande e legittimo orgoglio!

Lascia un commento

Il momento della verità

0 Trackback