La Lega poltrona torna a braccetto con il Pdl. Siamo l’unica opposizione a Berlusconi e Monti!

7 gennaio 2013 in Politica

Come volevasi dimostrare, alla fine la Lega ha chiuso l’accordo con Berlusconi. Alla faccia del rinnovamento promesso a suon di scope! Dopo che sul Carroccio è piombata un’altra tegola, quella di una nuova inchiesta che stavolta riguarda i conti del Gruppo al Senato, Maroni ammette candidamente che si presenterà con il Pdl perché così spera di guadagnare il posto di Governatore in Lombardia. La Lega poltrona cede all’abbraccio fatale del Cavaliere e per le imminenti elezioni ricostruisce l’alleanza che ha portato l’Italia sull’orlo del baratro, causando poi la nascita del Governo Monti. L’unica forza che si è opposta e si oppone a Berlusconi e a Monti è l’IdV, gli altri perdono il pelo ma non il vizio.

 

Dall’inizio della legislatura, l’Italia dei Valori è stato l’unica ad alzare le barricate contro i Governi siamesi che hanno impoverito il Paese, scardinato i diritti, messo in ginocchio le imprese e steso i tappeti rossi ai poteri forti. Pdl e Lega hanno varato solo leggi vergogna, mentre la strana maggioranza, Pd compreso, ha approvato senza fiatare i provvedimenti iniqui dei cosiddetti tecnici. Berlusconi prima e Monti dopo hanno tartassato le fasce più deboli e aggravato la crisi economica, senza affrontare i mali endemici del nostro tessuto sociale e produttivo: conflitti di interessi e questione morale, corruzione ed evasione fiscale, criminalità e malaffare hanno anzi trovato terreno fertile negli Esecutivi delle cricche e delle lobby.

 

Dopo 5 anni di disastri, Berlusconi e Monti mettono in campo strategie spregiudicate e balletti disperati per tentare di riconquistare il potere, compromessi e baratti di ogni tipo sperando di ingannare ancora gli elettori. Noi possiamo rivendicare con orgoglio la nostra opposizione coerente, le nostre proposte alternative e l’offerta di una coalizione nata senza opportunismo né convenienze, ma con il coraggio di una Rivoluzione Civile: quella che serve al Paese per cambiare, riscattarsi e spazzare via l’illegalità, le ingiustizie sociali e il conservatorismo. Siamo stati l’unico baluardo contro il centro-destra, ora saremo una forza di Governo alternativa, progressista e riformista, in grado di garantire vera discontinuità rispetto a Berlusconi e Monti, i due compari con cui tutti gli altri partiti, nessuno escluso, sono andati a braccetto.

Lascia un commento