Si è chiuso un ciclo, ora apriamo una nuova fase per il centro sinistra

8 maggio 2013 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica

Oggi, con Leoluca Orlando e Carlo Costantini, ho tenuto una conferenza stampa alla Camera dei deputati per presentare il nostro progetto che nasce sulla base del documento “Coerenza e democrazia” inviato all’Esecutivo nazionale IdV e firmato da moltissimi dirigenti, eletti e cittadini. Le ultime elezioni hanno travolto in un modo o nell’altro tutto il sistema dei partiti, è necessario un cambio di rotta. A partire proprio dall’Italia dei Valori, il cui patrimonio di idee, proposte e progettualità va preservato perché rappresenta un patrimonio comune.

Non rinneghiamo la nostra storia all’interno dell’IdV, anzi, riteniamo che il partito che abbiamo fondato ha svolto un ruolo essenziale nella vita pubblica: ricordo solo due punti, la lotta contro il nucleare e la battaglia per le liste pulite. Quel ciclo, però, è finito: lo hanno già deciso i cittadini. Mentre Di Pietro, divenuto ormai un capo-padrone, resta a guardia del sepolcro imbiancato e la classe dirigente del centro sinistra si sta chiudendo in una camera stagna, noi lavoriamo per contribuire a rivitalizzare la politica e a coagulare le forze sane della società.

È tempo di superare i vecchi schemi ed affrontare i tanti problemi del nostro Paese. Basta con l’idea dell’uomo solo al comando e delle guerre tra apparati interni. Vogliamo lavorare per una coalizione di governo alternativa al centrodestra, ma anche alla politica degli inciuci che è la prima causa dello stallo politico-istituzionale in cui si trova l’Italia, con un Governo che sconfessa la volontà popolare. Il centro sinistra si presenta sempre più sbrindellato, non servono altri partiti e partitelli: noi vogliamo contribuire a realizzare una proposta politica più omogenea attraverso un’iniziativa in grado di fare da collante per le tante energie appassionate che si trovano sia nell’Italia dei Valori, in cui molti si ribellano ad una fallimentare gestione padronale, che in altre formazioni politiche in cui molti si riconoscono, come noi, nei 139 articoli della Costituzione.

La Carta costituzionale è la nostra linea guida, a partire dalla tutela dei diritti, dall’uguaglianza e dalla giustizia sociale, dalla solidarietà e dalla legalità, dalla centralità del lavoro e della difesa della democrazia. La partecipazione attiva dei cittadini sarà il nostro punto di forza: noi proponiamo primarie aperte per l’elezione di un’Assemblea costituente, contro il sistema dei congressi farlocchi e delle finte tessere. Vi do appuntamento per domenica 12 maggio, alle ore 9:30, presso il Centro Congressi Cavour di Roma: terremo un incontro pubblico per confrontarci sulla costruzione di una casa comune per i gli elettori mortificati dalla decadenza dei partiti, sarà un’occasione di dibattito e di rilancio della buona politica che è anzitutto capacità di offrire centralità ai cittadini e alle loro istanze.

Clicca qui per ascoltare la conferenza stampa

Si è chiuso un ciclo, ora apriamo una nuova fase per il centro sinistra

4 Commenti

    1. sally scrive:

      Ho visto citare nomi inquietanti prof Colombatto collega della già famosa Fornero.. Se questo è il vs concetto liberale mi dispiace ma non vi appoggerò anzi

    2. Dina Di Menno Di Bucchianico scrive:

      IO I TRADITORI NON LI HO MAI TOLLERATI
      SI DEVE LOTTARE DENTRO IL PARTITO
      E’ TROPPO COMODO USCIRE E DICHIARARE DI VOLERNE FARE UN ALTRO, COME SE NON BASTASSERO QUELLI CHE GIA’ CI SONO.
      TANTO AUGURI
      DINA DI MENNO DI BUCCHIANICO

    3. giovanni scrive:

      Articolo molto interessante… di sicuro non sempre i soliti consigli triti e ritriti… grazie per lo spunto.

    4. Giuseppina Monaco scrive:

      Mi spiace quoque tu Belisario non l’avrei mai detto e ti porti appresso anche Orlando. Ma non capisco senza l’Idv non saresti stato nessuno come nessuno sono tornato Donadi,Pedica et al. ma Orlando e De Magistris proprio ingrati senza il gabbiano nessuno li avrebbe eletti sindaci… Sono senza parole davanti a tanta ingratitudine. Voi sottostimate il congresso di giugno ma vedrete come il simbolo del gabbiano continuerà a volare alla grande … Le auguro buona fortuna con il suo partitino ….

Lascia un commento

Si è chiuso un ciclo, ora apriamo una nuova fase per il centro sinistra

0 Trackback

  • sally
    del 8 maggio 2013
  • Dina Di Menno Di Bucchianico
    del 8 maggio 2013
  • giovanni
    del 16 maggio 2013
  • Giuseppina Monaco
    del 17 giugno 2013