Monti fa il finto addormentato anche nella vicenda Finmeccanica

febbraio 12, 2013 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Politica

“E’ inutile chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati. Che adesso Monti dica che affronterà il problema di governance di Finmeccanica è anacronistico, non può fare il finto addormentato. Il suo governo aveva il sacrosanto dovere di intervenire subito, ai primi sospetti, azzerando immediatamente i vertici dell’azienda per tutelarne la competitività. Invece, l’esecutivo è rimasto con le mani in mano, senza riuscire a portare a casa neanche una degna legge anticorruzione”. Così il presidente dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, commenta l’arresto del presidente e ad di Finmeccanica Giuseppe Orsi.

“L’Italia dei Valori ha presentato varie interrogazioni al Ministro dello Sviluppo sul possibile coinvolgimento del presidente e ad di Finmeccanica in vicende di corruzione internazionale e di riciclaggio. Da Passera abbiamo ricevuto solo un silenzio assordante.  La situazione di difficoltà dell’azienda era stata  ammessa dallo stesso Orsi, il quale però aveva poi indicato come possibile soluzione non le sue dimissioni, ma l’uscita della società dal comparto dei trasporti e da quello dell’energia”.

“Adesso, con questo scandalo, l’azienda rischia di essere smantellata, con grave danno anche all’immagine del Paese. Mi auguro che il nuovo governo non si affretti a svendere pezzi del gruppo, ma – conclude Belisario – affidi la gestione di Finmeccanica a persone oneste e competenti, al fine di salvare un patrimonio italiano di inestimabile tecnologia, oltreché tantissimi posti di lavoro”.

I giovani vogliono lavoro e futuro

febbraio 9, 2013 in Lavoro

Sento parlare poco dei giovani e del loro futuro in questa campagna elettorale. Intendiamoci, tutti li citano ma le ricette che vengono proposte dai partiti, che in qualche maniera hanno sostenuto Monti, sono tutte nel solco del liberismo “forneriano” e non si discostano dalla pessima riforma del ministro del Lavoro. Continua a leggere →

E’ ora di invertire il trend e ridurre la disoccupazione

febbraio 1, 2013 in Economia, Lavoro

Ormai è il principale dramma delle famiglie italiane. In ognuna di esse c’è almeno un disoccupato, un inattivo, un precario, un cassintegrato, un esodato. E in quelle famiglie comanda l’incertezza del futuro, l’impossibilità di programmazione e di prospettiva, la spinta a non osare, a non spendere, a risparmiare perché oggi forse c’è qualche soldo e domani chissà. Continua a leggere →

La fuga dalle università e l’importanza della cultura

gennaio 31, 2013 in Lavoro, Politica, Scuola, Università e Cultura

C’era una volta il mito della laurea, oggi pare non ci rimanga più nemmeno quello. Tra controriforme, tagli continui e un enorme calo delle immatricolazioni, in Italia le università si stanno svuotando, spariscono, muoiono. Secondo un documento del CUN, Consiglio Universitario Nazionale, negli ultimi dieci anni il numero degli immatricolati è sceso da 338.482 a 280.144, con un calo di 58.000 studenti, ossia del 17%. E’ come se fosse scomparso un intero ateneo di grandi dimensioni come la Statale di Milano. Continua a leggere →

Esterrefatto dalle dichiarazioni di Marchionne

gennaio 30, 2013 in Lavoro, Politica

Sergio Marchionne ha annunciato che non chiuderà alcuno stabilimento e che la politica deve smetterla di usare la Fiat. Io sono esterrefatto da queste dichiarazioni. L’ad della Fiat ha già fatto in passato queste promesse e non le ha mantenute: neanche una. Ha chiuso Termini Imerese nonostante sostenesse di volerla tenere aperta; ha promesso, in cambio della perdita di tutele e diritti dei lavoratori, un piano di rilancio che poi si è rimangiato (senza restituire i diritti).  Continua a leggere →

Sugli esodati sfido Monti: faccia subito un decreto legge

gennaio 24, 2013 in Economia, Lavoro, Sociale

Sono davvero arrabbiato perché da quando è scoppiato il caso degli esodati, in Parlamento, l’Italia dei Valori è stato l’unico partito a denunciare pubblicamente questa vergogna e a chiedere, anche con iniziative concrete, di trovare una soluzione. I partiti che hanno sostenuto il governo Monti, Pd, Pdl e Udc, pur sapendo che avrebbero gettato nel dramma quasi 400.000 famiglie (fonti Inps e Ragioneria dello Stato), hanno fatto finta di niente e votato la riforma che creava questo disastro sociale, frutto di un conteggio sbagliato da parte del ministero della signora Fornero. Continua a leggere →

Il lavoro è la vera emergenza nazionale

gennaio 18, 2013 in Lavoro, Politica

Nella crisi spaventosa in cui si è avvitata l’Italia negli ultimi anni c’è un’emergenza che oggi è più emergenza di tutte: il lavoro. E’ un fatto talmente evidente che non c’è bisogno della conferma dei numeri, ma i numeri  nella loro fredda eloquenza servono a rendere la dimensione esatta del problema, aiutano a smascherare gli errori clamorosi e le enormi bugie di chi ha governato negli ultimi anni il Paese. Continua a leggere →

Una valanga di firme

gennaio 9, 2013 in Italia dei Valori, Lavoro, Referendum

Questa mattina abbiamo consegnato una valanga di firme per tenere quattro referendum: quello sull’abrogazione della legge che di fatto cancella la contrattazione nazionale collettiva, quello sul ripristino dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, abrogato dalla Fornero, e poi i due sui tagli ai costi della casta che abbiamo presentato come Italia dei Valori, il primo sull’abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti e il secondo sull’abrogazione della diaria dei parlamentari. Continua a leggere →