DOMANI TUTTI IN PIAZZA PER CAMBIARE L’ITALIA!

giugno 9, 2011 in Italia dei Valori, Politica, Referendum

Finalmente il Governo annuncia la riforma del fisco: la attendevamo da 17 anni, quando Berlusconi la promise la prima volta. Un proclama che si aggiunge al rilancio dello sviluppo, al piano per il Sud, alla creazione di nuovi posti di lavoro e all’aumento della sicurezza per i cittadini. L’Economist dedica un dossier alle bugie del berlusconismo e scrive che il premier è riuscito ad imbrogliare l’Italia: tra il 2000 e il 2010 il nostro Pil è cresciuto in media dello 0,25%, solo Zimbabwe e Haiti hanno fatto peggio. Il centrodestra è un comitato di propaganda perenne, cerca disperatamente di restare aggrappato alle poltrone millantando la volontà di affrontare i problemi del Paese. Ormai è da tre anni che sopportiamo un Governo inerte, espressione della cricca che lo supporta e distante anni luce dal Paese reale. Domani chiudiamo con una grande festa la campagna referendaria: perché il 12 e 13 giugno possiamo cambiare l’Italia. Continua a leggere →

IL GOVERNO NON SI FIDA DELLA DEMOCRAZIA E TENTA DI SCIPPARE I REFERENDUM

maggio 24, 2011 in Ambiente, Italia dei Valori, Politica, Referendum

Il ricorso al voto di fiducia da parte del Governo sale a quota 43: in media più di uno al mese da quando è iniziata questa devastante legislatura. La più larga maggioranza della storia repubblicana ormai sopravvive a forza di voti blindati e comprati. Della democrazia restano poche tracce e il Governo cerca di far sparire quelle poche che ancora si scorgono attraverso furti con scasso delle istituzioni.

Oggi, incapace di affrontare una discussione alla luce del sole, si è mascherato da Banda Bassotti e ha posto il voto di fiducia sul decreto Omnibus che contiene, tra le altre cose, la “moratoria” sulla costruzione delle centrali nucleari. 313 deputati hanno approvato il tentativo di scippare il referendum ai cittadini: è evidente che, per opporsi a questo colpo di mano, il il 12 e 13 giugno si deve votare a tutti i costi.

Continua a leggere →

DOPO IL NUCLEARE TOCCA ALL’ACQUA: FERMIAMOLI E SALVIAMO LA DEMOCRAZIA

aprile 22, 2011 in Ambiente, Giustizia, Italia dei Valori, Politica, Referendum

Inutile fingere che siano discorsi complicati perché invece sono fin troppo semplici: o si è favorevoli al nucleare e alla privatizzazione dell’acqua, oppure si è contrari. Tertium non datur. Il Governo invece fa esattamente il gioco delle tre carte e si permette il bluff della riflessione circa il destino del Paese.

È evidente che l’unico pensiero della maggioranza è sottrarre ai cittadini il diritto di esprimersi: dopo il decreto che rimanda di poco il ricorso alle centrali atomiche, il Governo annuncia un intervento analogo anche sulla privatizzazione dell’acqua.

Un attacco di Berlusconi ai referendum, cuore della democrazia, l’anticamera di un colpo di Stato per lasciare in piedi la legge che gli serve per salire al Colle: il legittimo impedimento.

Continua a leggere →