Dopo un anno di Monti siamo messi peggio di prima: le “Cassandre” dell’IdV avevano ragione

dicembre 11, 2012 in Economia, Politica

Lo scorso autunno, dopo che Berlusconi rassegnò le dimissioni, invece di restituire la parola ai cittadini fu nominato il Governo Monti. Ora, rispetto al 2011 il tasso di disoccupazione è aumento di 2,3 punti percentuali, attestandosi all’11,1%, mentre la percentuale di giovani senza lavoro è salita al 36,5%. Lo scorso anno la pressione fiscale era al 42%, mentre oggi è arrivata al 45%. Quanto al tasso di corruzione, nel 2011 l’Italia si classificava al 69esimo posto nella classifica mondiale, mentre oggi è scesa in 72esima posizione. Il tasso di evasione fiscale in un anno è aumentato almeno del 14%,  facendo conquistare all’Italia la maglia nera tra i Paesi europei. Rispetto al 2011 il Pil ha registrato un - 2,4%, mentre il debito pubblico è cresciuto da 1.902 a 1.992 miliardi di euro e l’inflazione è salita dal 2,8 al 3,1%. Questa la situazione fotografata dai principali indicatori economici, che diramano previsioni ancora peggiori per i prossimi anni: i dati su disoccupazione, pressione fiscale, debito pubblico, prodotto interno lordo, inflazione, corruzione ed evasione continueranno ad aggravarsi per effetto dei provvedimenti adottati. Continua a leggere →

La Consulta conferma: l’acqua deve restare pubblica. Ora disinnescare le trappole di Monti.

luglio 21, 2012 in Politica, Referendum

L’IdV ha partecipato nel 2011 alla battaglia per l’acqua come bene pubblico e continuerà a vigilare, fuori e dentro il Parlamento, affinché siano disinnescate le trappole sparse dal Governo Monti per tradire la volontà popolare. La Corte costituzionale ha infatti dichiarato illegittimo l’articolo 4 della Finanziaria-bis, approvata nell’agosto 2011 dal Governo Berlusconi per tentare di cancellare con un colpo di spugna il voto espresso appena due mesi prima da 27 milioni di italiani. Con la decisione della Consulta, però, il problema si pone anche per gli interventi successivi di Monti, in particolare il cosiddetto ‘Cresci-Italia’ e la spending review, contenenti disposizioni che potrebbero contrastare con la decisione della Consulta. Gli italiani hanno detto no alla privatizzazione dei servizi idrici, il Parlamento deve rispettare questa decisione e non consentiremo al Governo di calpestare la democrazia dando il via alla speculazione su beni inalienabili. Continua a leggere →

Lotta all’evasione è un dovere per tutti

gennaio 23, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Politica e Valori, Senza categoria

Se in Italia lo scorso anno tutti avessero pagato regolarmente le tasse, non ci sarebbe stato bisogno di nessuna delle tre pesantissime manovre varate tra luglio e dicembre e, anzi, sarebbe avanzato abbastanza per tenere i conti pubblici a posto per un bel po’. Già, perché le misure lacrime e sangue approvate nel 2011 dal governo Berlusconi e dal governo Monti valgono 81,2 miliardi di euro “a regime” dal 2014, che è molto meno dei 120 miliardi di euro sottratti al Fisco. Attenzione: si parla solo di quelli scoperti, perché è chiaro che l’evasione reale ammonta a molto, molto di più. Continua a leggere →

ALLE AMMINISTRATIVE SERVE UNA SVOLTA PER CHIUDERE UN’OSCURA STAGIONE POLITICA

maggio 7, 2011 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica, Referendum

Dopo tre anni di Governo guidato dal centrodestra, tra totale indifferenza per i problemi del Paese e norme ad personam, frequenti spaccature e rimpasti continui, scandali di ogni genere e abusi di ogni tipo, arriva la verifica delle elezioni amministrative. Subito dopo ci sarà con ogni probabilità anche un voto parlamentare, reso necessario dall’autorevole e puntuale monito del Capo dello Stato sulle vergognose trasformazioni della maggioranza. Se in Parlamento Berlusconi ha ottenuto i numeri ricorrendo al mercato nero della politica, con le amministrative i cittadini potranno riprendersi il diritto di essere rappresentati da chi sceglieranno di eleggere: soprattutto, potranno lanciare un forte segnale al Governo nazionale che, insieme al risultato dei referendum, può significare la fine di un’oscura stagione politica. Non voglio dirvi per chi votare, sarebbe fin troppo chiaro: voglio piuttosto riflettere insieme a voi su come votare.

Continua a leggere →

L’ESPERIMENTO DI BERLUSCONI E IL RISVEGLIO DELLA DEMOCRAZIA

gennaio 2, 2011 in Italia dei Valori, Politica, Senza categoria

L’annus horribilis di Berlusconi si è concluso e abbiamo capito due cose: la prima è che non sarà mai disposto a dimettersi, nonostante la gravità di scandali economici e morali, crisi politiche, compravendita di parlamentari e nuove indagini a suo carico; la seconda è che ha governato poco e male, perché gli scarsi provvedimenti approvati nel 2010 sono uno peggiore dell’altro com’è evidente pensando allo scudo fiscale, ai tagli alla cultura, al legittimo impedimento, al ‘collegato lavoro’, alla Legge Gelmini, ai tagli alla sicurezza e via dicendo. Questi i regali sotto l’albero degli italiani. Ma per il nuovo anno, il Cavaliere prepara mosse ancora più preoccupanti. Continua a leggere →

2011: UN NUOVO RISORGIMENTO, PER IL BENE COMUNE

gennaio 1, 2011 in Italia dei Valori, Politica

Un discorso critico, lucido, duro e realistico come pochi in precedenza: il Presidente Napolitano ha scosso una certa politica distratta da pettegolezzi, lotte interne, giochi di potere e guai personali e l’ha ricondotta al Paese reale, evidenziandone i gravissimi problemi irrisolti. Un messaggio che nasce dalla percezione di profonde difficoltà sociali alle quali si continua a non dare risposta, alimentando sconforto, paura, disincanto e disagio. Pur nel rispetto dei ruoli istituzionali, il Capo dello Stato ha lanciato chiari messaggi a chi ci governa; frasi di rimprovero, inevitabilmente, le stesse che sono diffuse tra i cittadini. Continua a leggere →