Tante parole per tenersi il Porcellum

settembre 20, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“La verità è che nessuno vuole abrogare il Porcellum. Se avessero voluto, sarebbe bastato un giorno”. Ad affermarlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “sento un gran parlare di riforma della legge elettorale, ognuno dice la sua. Chi vuole le preferenze, chi no, chi vuole dare il premio di maggioranza alla coalizione, chi al primo partito. Il problema è che A-B-C non trovano la quadra sul sistema migliore per favorire il proprio partito e fare fuori le forze scomode. Alla fine preferiscono tenersi il Porcellum piuttosto che correre il rischio di perdere la poltrona. Se avessero a cuore davvero il bene del Paese e il diritto democratico di rappresentanza dei cittadini accetterebbero come testo base il Mattarellum, legge di pronta applicazione, chiesta da un milione e 200mila cittadini tramite il referendum promosso dall’IdV più di un anno fa. Al momento questa – conclude Belisario – è l’unica strada per dare agli italiani la possibilità di scegliere i parlamentari, di sapere, prima e non dopo il voto, programmi, alleanze e leadership e assicurare all’Italia governabilità e alternanza”.

Legge elettorale, la strana maggioranza ha sfasciato il suo giocattolo preferito

settembre 18, 2012 in Politica

A sentire i grandi riformisti della triade ABC, l’archiviazione del Porcellum era ormai cosa fatta. Puntualmente, però, le Grandi chiacchiere dei Grandi inciucisti sulla volontà riformatrice della maggioranza si sono sciolte come neve al sole. Dopo mesi di incontri riservati, compromessi al ribasso e accordi sottobanco, nella Capigruppo di oggi i partiti di Governo sono arrivati senza uno straccio di testo base. Gli è rimasto in mano solo il cerino: a questo punto è innegabile che Pdl, Pd e Udc hanno giocato tutto il tempo al piccolo chimico per creare un Super-Porcellum in laboratorio, ma l’esperimento è fallito. La strana maggioranza ha sfasciato il suo giocattolo preferito, la legge elettorale, perché non vuole e non sa andare oltre la ‘porcata’: infatti proverà ad aggirare la democrazia anche ora che la discussione arriva in Commissione e poi in Aula, bloccando con i suoi veti incrociati la vera riforma che i cittadini esigono. Continua a leggere →

Per ABC la legge elettorale è come la tela di Penelope

settembre 16, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“La legge elettorale per Alfano, Bersani e Casini è come la tela di Penelope, si fa un accordo di giorno e lo si disfa di notte. Se alle intenzioni dichiarate avesse fatto seguito un lavoro serio in Parlamento a quest’ora sapremmo già con quale sistema andare al voto”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “La verità è che nessuno dei tre vuole cambiare nulla perché così continueranno a nominare i propri rappresentanti, ovviamente non possono dirlo così giocano a passarsi il cerino di mano in mano. Eppure la soluzione c’è, e anche qualche mente illuminata del Pd la propone: si torni al mattarellum che garantisce governabilità, rappresentatività, scelta da parte dei cittadini e chiarezza nelle coalizioni e nei programmi che sarebbero definiti prima delle elezioni. Per una volta ABC mettano da parte i giochi di potere e pensino al bene del Paese perché la sera del voto tutti (compresi i mercati) devono sapere quale sarà la maggioranza parlamentare e chi sarà il presidente del consiglio”.

Basta conventicole, sulla legge elettorale i partiti escano allo scoperto

settembre 14, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“L’Italia dei Valori ha sempre sostenuto la necessità di cambiare la legge elettorale. Ben venga, quindi, se il presidente della Camera, così come quello del Senato, spingono per un confronto immediato in Aula. Vorrei ricordare loro, però, che se fino ad oggi non si è arrivati ad un risultato è perché i partiti della maggioranza che sostengono Monti hanno pensato solo ai loro interessi elettorali. E comunque, tanto Schifani quanto Fini, hanno approvato il Porcellum”. Lo dichiara il presidente dei senatori IdV, Felice Belisario, che continua: “l’Italia dei Valori, insieme al comitato referendario, ha raccolto più di un milione di firme per abrogare il Porcellum e tornare al Mattarellum, legge di pronta applicazione. Abbiamo riproposto il quesito referendario in Parlamento, tramite un disegno di legge che, però, è rimasto a dormire nei cassetti. Questo perché ABC si sono persi tra conventicole, messaggi incrociati e riunioni segrete per cucirsi addosso una legge che mettesse al sicuro la loro fetta di potere. Ma siamo ancora in pieno stallo. Adesso basta, la politica deve darsi una mossa, non c’è altro tempo da perdere. Se in commissione Affari Costituzionali non si raggiungerà alcun accordo è necessario andare direttamente in Aula, con un testo definito o anche con più relatori di maggioranza e minoranza. Abbiamo il dovere di fare una nuova legge elettorale – conclude Belisario – che restituisca ai cittadini il diritto di conoscere, prima e non dopo il voto: candidati, coalizioni, programma e leader”.

 

Basta chiacchiere. Torniamo al Mattarellum

settembre 2, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“L’unico modo per uscire da questo pantano da ‘politicanti vecchio stampo’ è quello di andare al voto con il Mattarellum ”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “sento un gran parlare in questi giorni di alleanze, sistemi elettorali, toto-premier. Ognuno ha qualcosa da dire: partiti incastrati da veti incrociati, altri che non riescono a trovare la quadra nemmeno al loro interno. Intanto il tempo passa e il Paese urla il suo bisogno di cambiamento. ABC la smettano di perdersi in chiacchiere per arrivare in primavera senza una nuova legge elettorale o, ancora peggio, con un super-porcellum solo per salvare le loro poltrone e i tanti, troppi, incarichi per loro e per i loro amici. Per una volta diamo tutti dimostrazione di serietà, torniamo al Mattarellum, legge di pronta applicazione, per dare agli italiani la possibilità di sapere prima e non dopo il voto: programmi, alleanze e leadership. Questa è l’unica strada – conclude Belisario – che permetterà ai cittadini di esprimere il loro diritto di essere rappresentati davvero da chi hanno scelto e, a chi vince, di governare in modo chiaro e trasparente”.

Sulla crescita il Governo vende fumo, ma ABC per conto di chi stanno giocando? Non per gli italiani…

agosto 26, 2012 in Economia, Politica

Il Governo ha parlato di crescita sin dal suo insediamento, da quel giorno però sono passati 9 mesi senza lo straccio di un provvedimento. Neanche con un Cdm dai tempi biblici i Ministri sono riusciti a concretizzare nulla, solo parole al vento. L’agenda del premier è scritta con l’inchiostro simpatico, Monti vende fumo senza neanche una fetta d’arrosto ma i partiti della stranissima maggioranza continuano a sostenerlo con grande ipocrisia: il trio ABC non sta tutelando certo il Paese, ha ben altri interessi da difendere. Continua a leggere →

Rischiamo un governo “carta carbone”

agosto 23, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Oggi i partiti della strampalata maggioranza che sostiene il governo Monti, in un gioco di annunci e smentite, ci hanno fatto capire che hanno trovato un accordo per la nuova legge elettorale. Dovremmo essere contenti, tutto meglio del Porcellum, ma questo inciucio agostano (il cui contenuto resta ancora un mistero) puzza di bruciato. Innanzitutto detesto il modo che hanno i signori ABC di bypassare le istituzioni. Continua a leggere →

Casini si ostina nelle anacronistiche categorie politiche

luglio 18, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Arieccolo Casini il nostalgico che ad ogni occasione rilancia il patto progressisti-moderati e difende a spada tratta il ‘povero’ Monti, assicurandogli, come se ne avesse bisogno, che dopo il 2013 non resterà disoccupato”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Casini si sente già il burattinaio del futuro, punta il dito contro chiunque esca dalle sue anacronistiche categorie politiche e annuncia una legge elettorale firmata ABC. A me pare che, oltre a peccare di presunzione, chi pensi solo ai suoi interessi e non a quelli del Paese sia proprio Casini, che oggi gioca di sponda con il PD come ieri faceva con Forza Italia. Per farlo è disposto a scavalcare le istituzioni, dimenticandosi che le leggi elettorali si discutono in Aula non negli incontri segreti tra i leader della maggioranza. L’Italia dei Valori – aggiunge – si opporrà a tutte le forme di inciuci tra i poteri forti che offendono la nostra democrazia e sta lavorando per un dopo Monti che vada in tutt’altra direzione, la cui priorità sia il bene e la crescita dell’Italia sulla base di un programma chiaro e aperto a chi lo sostiene. Per i cittadini che non arrivano a fine mese e per i giovani che non hanno un lavoro – conclude Belisario – contano la sostanza e la concretezza dei programmi, non le categorie che puzzano di vecchio e di inutile politichese”.