AAA, PARTITO DEGLI ONESTI DISPERATAMENTE CERCASI

luglio 16, 2011 in Politica

AAA, partito degli onesti disperatamente cercasi. Perché quello promesso o proposto dal ministro-neosegretario Angelino Alfano ancora non si intravede. Lo dice intanto la lunga lista di esponenti del Pdl coinvolti più o meno direttamente, in modo più o meno grave, in inchieste giudiziarie. Una lista che comincia col plurimputato Berlusconi e prosegue con i vari Dell’Utri, Di Girolamo, Verdini, Matteoli, Cosentino, Brancher ecc. per arrivare fino ai Milanese, ai Romano e ai Papa delle ultime settimane. E lo dice poi la sconcertante determinazione con cui l’aspirante ‘partito degli onesti’ sistematicamente sbarra la strada alla magistratura quando di mezzo c’è uno dei suoi. Continua a leggere →

FUORI LA P4 DAL PARLAMENTO: NESSUNO SALVI IL SOLDATINO ALFONSO PAPA

luglio 7, 2011 in Giustizia, Politica

Alfonso Papa e Silvio Berlusconi

Ieri la Giunta per le autorizzazioni a procedere ha ascoltato la difesa del deputato Pdl e magistrato in aspettativa Alfonso Papa, che a dimettersi da parlamentare non ci pensa neanche per scherzo nonostante le accuse di favoreggiamento, concussione e rivelazione di segreti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla P4. Intanto, per la prima volta nella sua storia, l’Associazione Nazionale Magistrati potrebbe espellere un suo iscritto per la evidente gravità delle sue condotte. Aveva un bel dire il neosegretario Alfano che nel Pdl non tutti sono vittime di una congiura come il povero Berlusconi: ci ha pensato Papa a smentirlo, anche lui parlando di sé in terza persona e dichiarandosi subito un perseguitato. Insomma, il Pdl è una cricca di innocenti. La vicenda però trascende le miserie del Pdl, perché intorno all’autorizzazione della richiesta di arresto della talpa di Luigi Bisignani si stanno sviluppando scenari politici inaspettati e puzzolenti. Continua a leggere →

P4, L’ITALIA CHE NON MUORE MAI. IL GOVERNO HA IL DOVERE DI FARE CHIAREZZA

giugno 17, 2011 in Politica

A volte tornano, ma più probabilmente non se ne sono mai andati. Sono quelli a cui piace stare nell’ombra, tessere intrighi politici, giocare al risiko del potere, pilotare gli appalti pubblici, elargire nomine, incarichi, contratti e ricche consulenze. Se li chiami faccendieri si offendono, ma questo sono.
Dalla P2 alla P4, ci risiamo: alla fine è solo un numero che cambia ma la sostanza è sempre la stessa. Ieri c’era Licio Gelli, oggi c’è Luigi Bisignani. E dietro, ora come allora, servizi segreti deviati e uno stuolo di politicanti sempre in cerca di poltrone e smaniosi di salire in fretta le scale dei palazzi che contano.

Continua a leggere →