Alfano clone di Berlusconi, con loro nessuna speranza per il Paese

ottobre 9, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“Alfano dovrebbe essere il nuovo che avanza nel Pdl e invece si conferma solo un clone di Berlusconi. Anche quando parla da segretario del partito non riesce a fugare il dubbio che se la voce è sua i testi che legge sono scritti ad Arcore o a Palazzo Grazioli”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Ormai – aggiunge – attorno al Presidente del Consiglio si sta creando il vuoto, anche chi l’ha sempre sostenuto ammette che è solo una palla al piede per il Paese, si rende conto che con questo governo l’Italia non ha possibilità di salvezza. Alfano potrebbe dare una svolta, invece preferisce ancora farsi portare per mano dal Cavaliere, ma riciclandone gli stessi vecchi, logori e superati slogan conferma solo che la destra italiana, almeno questa destra berlusconiana, non ha davvero più nulla da offrire. Berlusconi è stato un disastro, è un disastro. E’ stato già scaricato dalla Chiesa, da Confidustria, dalle istituzioni internazionali e dagli italiani – conclude Belisario – ma Alfano resta tra quei pochi che anziché aprire gli occhi preferiscono continuare a far finta di niente”.

Nitto Palma clone di Alfano

settembre 8, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Le affermazioni di Nitto Palma sono sbalorditive, il Ministro della Giustizia abdica al suo ruolo e per attaccare l’opposizione attacca in maniera gravissima la magistratura”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Invece di pensare allo stato disastroso in cui, per colpa del suo governo, si trova la Giustizia italiana, il Guardasigilli si lascia andare a gravi esternazioni su fantomatiche spallate giudiziarie. Purtroppo – conclude – Nitto Palma è il perfetto clone di Alfano”.

Sulla manovra Alfano non convince nessuno, il governo è smentito dai fatti

agosto 24, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Politica

“Alfano che parla di giustizia sociale, di lavoro, di difesa dei pensionati non convince nessuno: ha la stessa credibilità di Berlusconi quando prometteva che non avrebbe mai messo le mani nelle tasche degli italiani”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “In tre anni il governo si è distinto solo per l’accanimento con cui ha colpito i lavoratori dipendenti, i precari, i pensionati e i ceti medio-bassi, senza mai toccare i grandi patrimoni, lasciando intatti i privilegi delle caste e delle cricche, favorendo gli evasori e i delinquenti scudati. Questi sono i fatti che smentiscono il governo, che rendono poco credibile Alfano. Se davvero vuole fare una manovra socialmente equa, la maggioranza cominci col recepire le proposte dell’opposizione, diversamente – conclude Belisario – quelle di Alfano resteranno le solite chiacchiere di propaganda dietro cui il segretario del Pdl, in perfetto stile Berlusconi, tenta invano di nascondere il fallimento di un centrodestra che non riesce a mettersi d’accordo su niente”.

AAA, PARTITO DEGLI ONESTI DISPERATAMENTE CERCASI

luglio 16, 2011 in Politica

AAA, partito degli onesti disperatamente cercasi. Perché quello promesso o proposto dal ministro-neosegretario Angelino Alfano ancora non si intravede. Lo dice intanto la lunga lista di esponenti del Pdl coinvolti più o meno direttamente, in modo più o meno grave, in inchieste giudiziarie. Una lista che comincia col plurimputato Berlusconi e prosegue con i vari Dell’Utri, Di Girolamo, Verdini, Matteoli, Cosentino, Brancher ecc. per arrivare fino ai Milanese, ai Romano e ai Papa delle ultime settimane. E lo dice poi la sconcertante determinazione con cui l’aspirante ‘partito degli onesti’ sistematicamente sbarra la strada alla magistratura quando di mezzo c’è uno dei suoi. Continua a leggere →

Alfano in playback, muove le labbra ma a parlare è Berlusconi

luglio 8, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“A sentir parlare Alfano viene il dubbio che sia in playback: lui muove le labbra, ma a parlare è Berlusconi”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Per essere il nuovo, Alfano sa troppo di vecchio. Le sue sono le stesse parole, gli stessi slogan, le stesse ossessioni di Berlusconi. Insomma, più che un segretario sembra un imitatore del premier. Farà altri danni, come ha già dimostrato da Ministro della Giustizia”.

Il governo fa solo finta di interessarsi dell’emergenza carceri

giugno 22, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Quello delle carceri è un problema reale a cui tutti fanno solo finta di interessarsi, a cominciare dal ministro Alfano, che dall’inizio della legislatura, a nome del governo, ha promesso più volte un piano straordinario che non è ancora partito”. Lo denuncia il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “Porto un solo dato, comune purtroppo a moltissimi istituti penitenziari italiani: il carcere di Poggioreale, che ho visitato la settimana scorsa, ha oltre 2700 detenuti e dovrebbe ospitarne 1387, e circa 300 agenti di polizia penitenziaria in meno. La popolazione carceraria aumenta, non ci sono gli spazi e diminuisce il personale che dovrebbe fare recupero o reinserimento. Oltre alla costruzione di nuove carceri io ritengo che l’intervento debba essere strutturale. Vanno innanzi tutto depenalizzati alcuni reati che vanno sostituiti con pene alternative o sanzioni amministrative. La pena poi deve essere certa, i processi non vanno estinti. Inoltre le nostre carceri non possono continuare a essere piene di immigrati clandestini solo per fare piacere alla Lega (altro discorso se delinquono). La reclusione, infine, non può essere il terminale per i tossicodipendenti. Sono questioni rilevanti che vanno risolte”.

Ruby, dal Pdl vile tentativo di intimidire i magistrati milanesi

aprile 15, 2011 in Comunicati Stampa, Referendum

“Quello del Pdl non è altro che un vile atto intimidatorio nei confronti dei giudici milanesi, un altro disperato tentativo di bloccare il processo sul caso Ruby che vede Berlusconi imputato per concussione e prostituzione minorile”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, commenta l’interrogazione con cui il Pdl chiede al ministro Alfano l’invio degli ispettori alla Procura di Milano. “Si tratta di una ingerenza gravissima – continua Belisario – di un volgare e incivile stratagemma per mettere ancora una volta il presidente del Consiglio al riparo dai guai giudiziari nei quali in questo caso si ritrova coinvolto per la sua ben nota ossessione sessuale. L’Italia dei Valori rivendica da sempre l’autonomia e l’indipendenza della magistratura come principio cardine di una democrazia moderna e per questo non lascerà campo libero alle inaccettabili aggressioni degli ascari berlusconiani. I giudici di Milano – conclude Belisario – devono poter fare il loro lavoro ed accertare la verità senza minacce”.

ALLARME ROSSO PER LA GIUSTIZIA, TRA EMERGENZA CONTINUA E MAGISTRATURA SOTTO ASSEDIO

gennaio 29, 2011 in Giustizia, Politica

Sul ponte sventola (quasi) bandiera bianca. La Giustizia italiana è al collasso, abbandonata al suo destino da un governo che alla parola giustizia è sempre stato allergico e che in due anni e mezzo si è distinto soprattutto, se non solo, per il cannoneggiamento continuo ed eversivo a cui ha sottoposto la magistratura. Così l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario è stata ovunque, da Nord a Sud, l’occasione per lanciare un drammatico grido d’allarme, per ribadire ancora una volta che così non si può andare avanti, che non è possibile né accettabile che un comparto già in emergenza debba anche subire l’attacco quotidiano di quella parte del potere politico che punta a delegittimare la magistratura e ad aggredirne le garanzie dello status di indipendenza. Continua a leggere →