Sullo sviluppo gli annunci non bastano, al Paese serve una sterzata

giugno 16, 2012 in Comunicati Stampa

“Ad un Paese in ginocchio non bastano gli annunci, il Governo è già in ritardo per passare ai fatti e correggere la sua azione iniqua e recessiva. Da tempo chiediamo un vero cambio di rotta, che consenta di abbandonare la linea del rigore e puntare sullo sviluppo. Il decreto presentato in pompa magna da Monti e Passera è fatto solo di titoli, tutti da approfondire, e non è neppure chiaro dove saranno reperite le risorse necessarie. Insomma, al Paese serve una sterzata e non del fumo negli occhi. Attendiamo che il provvedimento venga depositato alle Camere per valutarlo nel merito, con spirito libero, nell’esclusivo interesse degli italiani”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario.

Sugli F35, aspettiamo Di Paola alla prova del nove

gennaio 15, 2012 in Comunicati Stampa, Esteri

“Sono molto scettico di fronte agli annunci televisivi. Ne ho visti fino troppi rimasti promesse al vento. Temo che così sarà anche per l’impegno, quasi sussurrato, dal ministro Di Paola su RaiTre, di rivedere i programmi di difesa, compreso l’acquisto degli F35, in base al quadro finanziario”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “più volte l’Italia dei Valori ha denunciato l’inutilità di alcune spese militari e del rifinanziamento delle missioni italiane all’estero, non ultima quella in Afghanistan. Ragioni etiche e di politica estera, ma anche economiche in un periodo in cui ai cittadini si chiedono grandi sacrifici. E’ un controsenso spendere 15 miliardi di euro per 131 cacciabombardieri, tra l’altro secondo una inchiesta de Il Fatto, difettosi. Vorrei che questa volta all’annuncio del ministro seguano fatti concreti. Lo aspettiamo alla prova del nove, venga subito in Parlamento con provvedimenti chiari. Tagliare gli sprechi – conclude Belisario -  è questo che si aspettano gli italiani, prima che si chieda loro di pagare ancora una volta”.