Rosy Mauro si dimetta da vicepresidente del Senato, lo scandalo non può infangare le istituzioni

aprile 7, 2012 in Politica

I vertici leghisti assicurano che faranno pulizia e non vogliono che le Procure o la politica mettano il becco nei loro affari. Ma è in gioco la credibilità della politica italiana, mica quella della Padania che nessuno ha mai preso sul serio! La bufera che si è abbattuta sul Carroccio non può essere risolta nelle chiuse stanze di via Bellerio, dall’inchiesta emerge l’allegro sperpero di soldi pubblici concessi per esercitare un’essenziale funzione democratica, non per pagarsi diplomi e lauree. Beata ignoranza: Bossi assicura di non averne mai saputo niente, ma si è dimesso da segretario. Bene, faccia altrettanto anche Rosy Mauro e lasci la vicepresidenza del Senato, lo scandalo non può trascinare nel fango le istituzioni della Repubblica. La magistratura farà il suo corso, ma ragioni di opportunità impongono un passo indietro da parte di chi ricopre cariche così importanti ed è al centro di una vicenda gravissima, squallida e infamante. Continua a leggere →

L’evasione contributiva è appropriazione indebita

febbraio 7, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Il presidente dell’Inps, Mastrapasqua si preoccupa del lavoro nero e fa bene, ma c’è anche un altro tesoro nascosto: l’evasione contributiva, quella di chi non paga i contributi ai propri dipendenti. Si tratta di una truffa ai danni del lavoratore e ai danni delle casse dell’Inps, che non richiede particolari strumenti di rilevazione perché è sotto gli occhi di tutti”. Lo dichiarano il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario e la senatrice Giuliana Carlino, capogruppo dell’IdV in commissione lavoro, che aggiungono: “Si parla tanto di misure per combattere l’evasione e  non c’è evasione più immorale come quella di chi ha trattenuto gli oneri sociali dalle buste paga dei dipendenti e poi non li ha versati all’Inps. In questo caso, non servono blitz della Guardia di Finanza, Mastrapasqua conosce perfettamente nomi e cognomi di chi ha omesso il versamento dei contributi. Non si tratta di illecito amministrativo, ma di una vera e propria appropriazione indebita aggravata. Sul piano delle tutele e delle garanzie dei lavoratori, in Italia c’è ancora molto da fare, evitiamo quindi di continuare a parlare di licenziamenti facili. L’abolizione dell’art. 18 – concludono Belisario e Carlino – è solo uno slogan ormai stantio, piuttosto rimbocchiamoci le maniche per stanare i disonesti, invece di penalizzare i soliti lavoratori”.

 

Caso Lusi: con il nostro disegno di legge non sarebbe mai potuto accadere

febbraio 1, 2012 in Comunicati Stampa

“Con l’approvazione del ddl che il gruppo IdV al Senato ha presentato in materia di rimborsi elettorali, uno scandalo come quello che coinvolge il senatore Lusi non sarebbe mai potuto accadere. Lo ripetiamo da tempo: serve una riforma radicale della politica a tutti i livelli per restituirle credibilità, moralità e trasparenza ed i partiti devono autoriformarsi con rigore”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, primo firmatario del Ddl 824/2008 che propone l’interruzione dei rimborsi per consultazioni elettorali in caso di fine anticipata della legislatura.

“Certamente è anomalo – prosegue Belisario – che qualcuno intaschi 13 milioni di euro di finanziamento pubblico, questa volta ad insaputa del suo partito! Ora un passo indietro da parte del senatore Lusi è un atto dovuto a cui lui non potrà sottrarsi, visto che ha ammesso le colpe e si è assunto ogni responsabilità. Ma il problema del finanziamento pubblico ai partiti va affrontato subito dal parlamento perché è una priorità assoluta! Per questo è necessario approvare una riforma che, rispolverando anzitutto la nostra proposta sui rimborsi elettorali, introduca anche – conclude Belisario – un codice etico nella gestione dei partiti e norme più severe e incisive contro la mala politica”.