Il presidenzialismo è solo una stellina di Capodanno, serve a fare un po’ di scena ed è destinata al cestino

luglio 24, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Pdl agita l’approvazione dell’articolo 9 dell’improbabile modifica costituzionale come fanno certi bambini con quei bastoncini pirotecnici che emettono scintille luccicanti e subito dopo si spengono: il semipresidenzialismo è solo una stellina di Capodanno che serve a fare un po’ di scena ed è destinata al cestino”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Alfano e i suoi vecchi amici della Lega – aggiunge – continuano a baloccarsi mentre il Paese brucia, la smettano di farci perdere tempo con le loro televendite pre-elettorali: è chiaro a tutti che questa pessima riforma, per fortuna, non entrerà mai in vigore. È solo un maldestro tentativo di raggiro, ma la Costituzione non si può sfregiare in questo modo né può essere oggetto di baratti indecenti all’insegna della demagogia. La vera riforma costituzionale che serve al Paese è il dimezzamento del numero dei parlamentari, ma la maggioranza provvisoria fa orecchie da mercante: approviamo almeno una buona legge elettorale – conclude Belisario – e poi subito al voto”.

Il ddl sul lavoro è bene che non sia approvato, si voti piuttosto la sfiducia al Ministro Fornero

giugno 17, 2012 in Comunicati Stampa

“Governo e maggioranza continuano ad essere distanti anni luce dal Paese reale. Le grandi manifestazioni di piazza non possono essere calpestate da una corsa con i paraocchi verso il varo del ddl sul lavoro. E’ bene che la riforma non sia approvata nell’interesse dei lavoratori e del mondo produttivo, perché si tratta di un provvedimento inutile e dannoso: è lo scalpo delle fasce sociali più deboli che Monti vuole esibire al vertice Ue del 28 giugno”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “Il Parlamento – aggiunge – deve piuttosto ascoltare l’esasperazione dei cittadini e votare la mozione di sfiducia al Ministro del lavoro che non c’è, Elsa Fornero, responsabile della crescente disoccupazione, della devastante riforma sulle pensioni e del dramma degli esodati. Di fronte ad un Paese in recessione il Governo non ha saputo far altro che approvare i licenziamenti facili, smantellando l’articolo 18, senza preoccuparsi di creare occupazione, affrontare il precariato o estendere gli ammortizzatori sociali. L’Italia dei Valori non accetterà alcuna forzatura che esautori il ruolo delle opposizioni, contro la riforma del lavoro – conclude Belisario – continueremo a dare battaglia in Parlamento e nelle piazze a difesa della democrazia”.

 

Con la reintroduzione della tassa sulle disgrazie, i cittadini saranno cornuti e mazziati

marzo 27, 2012 in Comunicati Stampa

“E’ inaccettabile l’approvazione, da parte della Commissione Affari costituzionali, dell’emendamento presentato dalla strana maggioranza di Governo per reintrodurre la tassa sulle disgrazie. A causa di questa misura iniqua e vessatoria i cittadini colpiti da calamità naturali saranno cornuti e mazziati”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “Dopo l’intervento della Corte costituzionale – aggiunge – la Camera aveva abrogato questa norma, ma Governo e maggioranza hanno voluto confermare, con cinismo e arroganza, non solo l’indifferenza verso le sofferenze dei cittadini, ma anche l’assoluta mancanza di buon senso. È scandaloso pensare di tartassare con un nuovo aumento delle accise chi è vittima di eventi calamitosi, viene meno lo stesso principio per cui è lo Stato che deve farsi carico del dovere di solidarietà nei confronti dei territori colpiti. E’ indispensabile anzitutto potenziare le attività di prevenzione e messa in sicurezza, oltre ad intervenire sul sistema di protezione civile, di intesa con le Regioni, per stabilire l’entità delle risorse da destinare al Fondo di riserva per le spese impreviste. Il cosiddetto dl semplificazioni rischia solo di complicare la vita ai cittadini e il nostro sì non è scontato, ci opporremo duramente – conclude Belisario – alla volontà di tassare le disgrazie. A forza di restare arroccata nel Palazzo a stringere accordi per fare inciuci, la maggioranza Pd-Pd-Udc, come il Governo che sostiene, è ormai distante anni luce dal Paese reale”.

La manovra è invotabile, abbiamo presentato emendamenti per introdurre equità e crescita

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa

“Così com’è, lo ribadiamo, la manovra è invotabile. Il Gruppo IdV al Senato ha 46 emendamenti e 4 Odg per proporre interventi mirati che consentono di recuperare le risorse evitando di svuotare del tutto le tasche degli italiani, già tartassati oltre misura negli ultimi tre anni e mezzo. Non si può superare la drammatica crisi del Paese solo con interventi da esattori delle imposte, il decreto ‘salva-Italia’ colpisce gli italiani onesti senza toccare privilegi, sprechi e interessi dei poteri forti”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “Non si possono chiedere sacrifici senza approvare la legge del buon esempio, noi proponiamo un taglio radicale ai costi della politica e non il pannicello caldo proposto dal Governo e della casta trasversale che lo sostiene. La patrimoniale sui grandi redditi, la lotta senza quartiere all’evasione fiscale, l’aumento della tassa sui capitali scudati, l’Imu per gli immobili adibiti ad uso commerciale della Chiesa ed anche delle fondazioni bancarie e la revoca del beauty contest gratuito, a favore dell’asta pubblica per le frequenze di tv, sono misure che garantiscono la giustizia sociale e la crescita del Paese. Noi proponiamo anche di procedere, da subito, al reclutamento di nuovo personale docente nella scuola: le dichiarazioni di intenti dei tecnici non trovano applicazione nella manovra, che resta iniqua e recessiva. Il Governo Monti sta dimostrando di non poter garantire discontinuità con il passato e di essere vincolato dai veti del centrodestra. I nostri emendamenti sono un’opportunità per correggere strutturalmente un decreto che – conclude Belisario – è il secondo tempo di un film già visto”.

 

Finalmente siamo riusciti a mandarlo a casa!

novembre 11, 2011 in Economia, Politica

Oggi sono intervenuto in Aula per dichiarare il voto contrario del Gruppo IdV alla Legge di stabilità. Di seguito il testo e, dopo il salto, il video.

“Signora Presidente, rappresentanti del Governo, signor sottosegretario Gentile, colleghi, siamo all’ultimo atto del Governo della strana coppia Berlusconi-Tremonti, che finalmente esce di scena e questo sarà il bene del Paese. Come abbiamo fatto per le tante manovre finanziarie insufficienti, pasticciate ed inutili, anche questa volta voteremo contro in modo assolutamente convinto e motivato. Continua a leggere →