Sì all’arresto di Lusi, ma il Pdl se ne è pilatescamente lavato le mani

giugno 20, 2012 in Politica

Il Senato ha detto si’ alla richiesta di arresto del senatore Lusi, l’ex tesorirere della Margherita accusato di appropriazione indebita e di associazione a delinquere per aver sottratto 23 milioni di euro dalle casse del partito. I voti favorevoli sono stati 155, tra cui quelli dell’Italia dei Valori, tredici i contrari e un astenuto. Il Pdl non ha partecipato al voto. Continua a leggere →

No al voto segreto sul caso Lusi, basta infangare il Senato

giugno 17, 2012 in Comunicati Stampa

“La magistratura deve fare il proprio dovere e per questo In Senato l’Italia dei Valori confermerà la sua posizione sul caso Lusi. Il rischio però è che gli altri partiti, vestiti da dottor Jekyll in Giunta, in Aula si trasformeranno in Mister Hyde grazie al voto segreto, pronti a salvare l’ex tesoriere della Margherita: sarebbe una vergogna insostenibile per la credibilità delle istituzioni”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV a Palazzo Madama, Felice Belisario. “Il Parlamento – aggiunge – non può diventare il covo di chi sfugge alla giustizia e si assicura l’impunità, il partito trasversale della casta deve smetterla con le assoluzioni preventive dei politici accusati delle peggiori malefatte. La Giunta ha autorizzato l’arresto per Lusi poiché è evidente la totale assenza di fumus persecutionis. Pertanto basta infangare il Senato della Repubblica, dopo le vicende di Tedesco e De Gregorio i partiti dell’inciucio cronico non possono trincerarsi ancora dietro l’anonimato e – conclude Belisario – dovranno finalmente assumersi le proprie responsabilità”.

 

Sì all’arresto Lusi, ma poi subito la riforma dei partiti partendo dalla nostra proposta di legge di iniziativa popolare

maggio 3, 2012 in Comunicati Stampa

“Dall’inchiesta su Luigi Lusi stanno emergendo accuse gravissime ed è doveroso consentire alla magistratura di fare il proprio dovere, per questo voteremo a favore della richiesta di arresto nei confronti dell’ex tesoriere della Margherita”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Lusi – aggiunge – avrebbe dovuto subito dimettersi da senatore, ma a questo punto voglio sperare che la casta eviti di difendere l’indifendibile, non solo in questo caso, ma anche a proposito delle vicende De Gregorio e Tedesco. E’ chiaro che non possono valere immunità di sorta, tutti i cittadini devono essere uguali di fronte alla legge e su chi si occupa della cosa pubblica non può esserci neppure l’ombra di un sospetto. Ormai invece siamo di fronte ad un sistematico ladrocinio di Stato, che deve essere fermato con una vera riforma dei partiti. L’IdV è impegnata a fianco dei cittadini per abrogare l’attuale legge sul finanziamento pubblico, il Parlamento – conclude Belisario – parta dalla nostra proposta di legge di iniziativa popolare e restituisca la parola ai cittadini per ridare credibilità e trasparenza alla politica”.

 

Sui tagli alla spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Se poi il relatore del Def è Marco Milanese…

aprile 22, 2012 in Economia, Politica

Quando c’è da imporre sacrifici ai cittadini, il Governo parla con una voce sola, se invece si tratta di tagliare la spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Lo stesso Passera ammette che ci sono delle resistenze, ciò significa che il Ministro Giarda sta lavorando alla spending review con una forbice spuntata. Le manifestazioni di corporativismo dei tecnici sconfessano le rosee previsioni del Documento di economia e finanza, così il pareggio di bilancio resterà una chimera e serviranno altre tasse sulle fasce sociali più deboli. Inutile fare carte false, i conti pubblici non tornano: il ragionier Monti, che sta scardinando lo Stato sociale e vessando i cittadini, applichi questo stesso rigore contro gli sprechi della politica e delle pubbliche amministrazioni. Altrimenti altro che la “task force” chiesta dal Ministro Giarda, a richiamare l’Esecutivo sui bilanci fuori controllo ci penserà la Corte dei Conti. Almeno, per guadagnare un minimo di credibilità, andrebbe ritirata la nomina a relatore del Def di Marco Milanese, l’ex consigliere dell’allora Ministro Tremonti, già scampato ad una richiesta di arresto e accusato di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Continua a leggere →

Oggi è stata scritta una delle pagine più nere della storia della nostra Repubblica

gennaio 12, 2012 in Politica, Referendum

Oggi è stata scritta una delle pagine più nere della storia della nostra Repubblica, tra il voto contrario della Camera all’arresto di Nicola Cosentino e la bocciatura dei referendum elettorali da parte della Corte Costituzionale. Continua a leggere →

Pdl e Lega perdono il pelo ma non il vizio

dicembre 21, 2011 in Italia dei Valori, Politica

Mentre la giunta per le autorizzazioni a procedere rinvia al 10 gennaio il voto sull’arresto per camorra dell’ex Sottosegretario Cosentino, anche in Senato si è consumata, nella omologa commissione di Palazzo Madama, un’altra porcheria. La Corte Costituzionale, appena qualche settimana fa, dichiarava l’incompatibilità tra la carica di sindaco di comuni con oltre 20.000 abitanti e quella di parlamentare. La Giunta oggi ha ribaltato quella sentenza e ha deciso che due senatori, Antonio Azzollini e Vincenzo Nespoli, entrambi del Pdl, rispettivamente primi cittadini di Molfetta e Afragola, possono mantenere il doppio incarico.  Continua a leggere →

UN’ALTRA SCANDALOSA SETTIMANA DI GOVERNO: NIENTE PATTI, MANDIAMOLO A CASA

luglio 22, 2011 in Politica

La settimana politica è trascorsa all’insegna della mistificazione e della cialtroneria da parte del Governo. Ripercorrendone giorno per giorno l’attività, emerge uno scenario da ultimi giorni di Pompei: è evidente che la maggioranza parlamentare ha toccato il fondo. Ora se le opposizioni non vogliono mettersi a rischiare di perdere tutto quello che hanno guadagnato, devono evitare di dirsi disponibili – come hanno fatto alcuni esponenti – a sostenere Governi tecnici, di transizione, di responsabilità, di decantazione. Noi non scendiamo a patti con la casta, vogliamo che i membri di questo Governo smettano di stare attaccati alla poltrona come le cozze agli scogli e vadano a casa. Ogni giorno va sempre peggio, vedere per credere.

Continua a leggere →

Il Pd chiarisca sul voto per l’arresto di Tedesco

luglio 21, 2011 in Comunicati Stampa, Politica, Sanita’

“Spero che le dichiarazioni del collega D’Ubaldo siano prontamente smentite – dichiara il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario – diversamente sarebbe fin troppo chiaro chi ha salvato il senatore Tedesco. E’ giusto – conclude – che un grande partito come il Pd spieghi agli italiani quello che è veramente successo, perché il doppiopesismo non può appartenere alla coalizione di centrosinistra”.