Via i partiti dalla Rai, il beauty contest sulle frequenze tv sarà la prova del nove

marzo 8, 2012 in Comunicati Stampa

“La situazione in Rai è allarmante, dopo anni di lottizzazione il Servizio Pubblico è ormai a rischio estinzione. Una riforma della governance non è più rinviabile ed è necessario superare al più presto la legge Gasparri. I partiti devono sloggiare subito da Viale Mazzini per garantire indipendenza e pluralismo dell’informazione. La prova del nove per capire se permane la differenza tra centrosinistra e centrodestra sarà la cancellazione del beauty contest che vuole regalare a Rai, anche a Mediaset e a Telecom, frequenze tv che valgono miliardi di euro. Su questo punto chiediamo al Pd di impedire che il Governo continui a fare melina: o viene indetta un’asta pubblica, oppure c’è il  dovere politico e morale di staccare immediatamente la spina. Non si può sostenere un governo tecnico sotto perenne ricatto del Pdl e dei lottizzatori di professione. Giù le mani dalla Rai, non solo a parole ma con fatti visibili”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori.

 

Bene l’Ici alla Chiesa, ora pero’ tocca all’asta per le frequenze tv: Monti abbia coraggio

febbraio 24, 2012 in Economia, Politica

L’emendamento del presidente del Consiglio al decreto sulle liberalizzazioni, che revoca l’esenzione dell’Ici sugli immobili commerciali della Chiesa, non può che essere considerato un fatto positivo. Certo, è giusto studiare bene l’emendamento ma, se non ci saranno trucchi e se non sarà poi modificato – mi arrivano voci di parecchi mal di pancia di esponenti del Pdl -, possiamo ascrivere questo emendamento nell’elenco delle poche buone notizie di questi giorni. Continua a leggere →

Governo, sulla manovra, trasformi le buone intenzioni in fatti

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

 

 

“Sfidiamo il governo a trasformare le buone intenzioni in fatti e a inserire immediatamente nel decreto gli impegni che ha preso e che l’Italia dei Valori ha presentato sotto forma di emendamenti alla manovra”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario. “Il governo deve essere più preciso sui tempi per l’abolizione delle province, deve partire immediatamente con l’asta per le frequenze televisive, deve commissariare la Rai come chiede un’ordine del giorno del Pd che ho firmato anch’io, deve provvedere immediatamente a escludere dalle esenzioni Ici le fondazioni bancarie, gli immobili a fini commerciali della Chiesa, le onlus che di fatto svolgono attività lucrativa. Insomma, la manovra non potrà essere più equa perché il governo è vittima dei ricatti di Berlusconi e del Pdl, ma almeno – conclude Belisario – non siano solo le classi medie e basse a versare lacrime”.

Manovra invotabile 2 / Revocare l’indecente regalo delle frequenze tv

dicembre 7, 2011 in Economia, Informazione, Politica

Nella assai impopolare manovra  del governo ci sono tante cose sbagliate e molte omissioni, come quella di non prevedere la vendita all’asta delle frequenze tv. Parlo delle sei nuove frequenze digitali di proprietà dello Stato, quindi di noi tutti, che il governo Berlusconi decise di assegnare gratuitamente per regalarle, di fatto, ai soliti noti – Mediaset in testa ma anche Rai e Telecom – attraverso quello che è stato definito ‘beauty contest’.

Continua a leggere →