Sullo spreco delle auto blu presenterò presto un ddl

aprile 26, 2012 in Economia, Politica e Valori

Il 26 gennaio scorso il Fatto Quotidiano denunciava l’acquisto di 400 auto di rappresentanza per complessivi 10 milioni di euro. Oggi, ancora il Fatto, pubblica un altro articolo in cui si denuncia un nuovo bando per il noleggio di 4350 autovetture per un costo di oltre 84 milioni di euro. L’Espresso on line ha pubblicato il primo bando, quello di gennaio. Il governo si è affrettato a smentire ma è falso. Per smentire una notizia sarebbero servite due condizioni alternative. O che il bando non fosse mai esistito o che fosse ritirato, con tanto di scuse agli italiani. Invece, da Palazzo Chigi, né l’una né l’altra affermazione. L’Esecutivo si è limitato ad affermare che si tratta solo “di un accordo quadro che non determina necessariamente l’ordine”. Capite tutti benissimo che non è la stessa cosa. Non determinare automaticamente l’ordine non significa escluderlo Continua a leggere →

Su Politica e Valori chiedete soprattutto i tagli ai costi della casta

gennaio 18, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Politica e Valori

Le quattro idee più votate su “Politica e valori” sono tutte relative ai costi della politica. A parte la riduzione delle auto blu, su cui mi sono già soffermato nei giorni scorsi, sono votatissime il dimezzamento delle indennità dei parlamentari che hanno già altri redditi, la riduzione del numero dei parlamentari e la soppressione delle Province con legge costituzionale. Continua a leggere →

Il declassamento è visibile ogni giorno sulla pelle dei cittadini

gennaio 14, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“Sappiamo che il voto delle agenzie di rating va preso con le pinze: si tratta pur sempre di organismi che rispondono ad interessi di parte. Ma il declassamento dell’Italia lo vediamo giorno dopo giorno, sulla pelle dei cittadini” . A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “parlano i dati della Cgil sulla cassa integrazione che puzzano di licenziamenti vicini. Parlano i lavoratori, pensionati, da ultimo anche i tassisti, scesi in piazza man mano che gli effetti della manovra Monti prendono forma. Temo sia solo l’inizio”.
“Allora per evitare l’esasperazione sociale – aggiunge Belisario – è bene che il governo intervenga per promuovere la crescita ed eliminare vistosi privilegi, con la stessa celerità con cui ha attuato il rigore. Se liberalizzazioni devono essere siano, ma a 360 gradi, comprese le famose frequenze digitali del beauty contest, che stavano per essere regalate, scippando agli italiani diversi miliardi di euro. Cortina non rimanga  un caso isolato, ma si avvii una seria e strutturata lotta all’evasione fiscale e il provvedimento per ridurre le auto blu sia solo uno dei tanti tagli agli sprechi che l’Italia dei Valori promuove da sempre. Solo su questa strada  – conclude Belisario – Monti sarà sostenuto dall’IdV e capito dagli italiani a cui vengono chiesti sacrifici”.

Basta ai privilegi e alla casta. Adesso dalle parole ai fatti

novembre 19, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica

Possiamo rivendicarlo con soddisfazione. Se nel suo discorso di insediamento il neopresidente del Consiglio Monti ha parlato di tagli ai costi della politica, è soprattutto merito dell’Italia dei Valori. Non c’è stata occasione, infatti, in cui non abbiamo raccolto il malessere dei cittadini indignati dai privilegi della casta. La stessa casta che di fronte alla crisi ha continuato a chiedere sacrifici ai soliti noti: i poveracci che non arrivano a fine mese. Continua a leggere →

IL NO DELL’IDV ALLA MANOVRA, IL MIO INTERVENTO IN AULA

luglio 14, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Visualizza il Video su Youtube

Presidente, Ministro dell’Economia,

dopo annunci, tensioni e scontri nella maggioranza, bufera sui mercati, approda in Aula una brutta, bruttissima manovra.
Una manovra distante anni luce dall’impostazione sociale ed economica dell’Italia dei Valori, una manovra che però, ci dicono, potrebbe salvare il nostro Paese dal rischio default, vera e propria bancarotta per l’Italia.
Per queste ragioni abbiamo evitato di porre in essere manovre ostruzionistiche che sarebbero state peraltro vanificate dal 46esimo voto di fiducia. Continua a leggere →

ECCO LA VERITA'

luglio 16, 2010 in Italia dei Valori

Nei giorni scorsi è apparsa su alcuni mezzi di informazione la (falsa) notizia che l’auto blu a me assegnata sarebbe stata fermata dai Carabinieri mentre veniva utilizzata per scopi non collegati ad attività istituzionali. In proposito tengo a dire come stanno le cose:

1) Non mi è stata assegnata né l’auto blu (che non voglio, per essere coerente con quanto affermo nelle aule parlamentari) né la scorta (che pure avrei potuto richiedere per minacce che ho ricevuto). La sirena è stata richiesta e ottenuta ma mai utilizzata e serve esclusivamente per motivi di sicurezza in situazioni di emergenza visto che il capogruppo del quarto partito italiano potrebbe anche essere un obiettivo sensibile.
L’auto in questione è quella acquistata dal Gruppo IdV del Senato e che viene utilizzata per le attività istituzionali di tutti i Senatori e dello stesso Gruppo.

2) Quando l’autovettura è stata fermata dai Carabinieri non era da me utilizzata né da altri colleghi senatori: tutti, infatti, per gli spostamenti non istituzionali personali utilizziamo solo le autovetture personali.

3) L’autista, fermato dai Carabinieri, alla guida dell’autovettura, consapevole della gravità dell’episodio, si è prontamente dimesso al fine di evitare che il fatto potesse essere ingiustamente strumentalizzato contro di me ed il Gruppo da me presieduto.

Nessun privilegio della casta, dunque, nessuna incongruenza tra attività pubblica ed attività privata, nessun imbarazzo. A chi aspetta di cogliermi in fallo dico: rassegnatevi, non ho niente da nascondere perché sono una persona seria e corretta. Quello che dico è assolutamente coerente con quello che faccio, per questo la gente mi crede.

AUTO BLU. TUTTI DEVONO RISPETTARE REGOLE FATTE PER AUMENTARE LA SICUREZZA

maggio 4, 2010 in Politica

Le modifiche al Codice della Strada devono servire per ridurre gli incidenti ed evitare le stragi che ogni anno avvengono sulle strade italiane. Per questo vanno introdotte norme che amplino la sicurezza e tra queste certamente non ci possono essere quelle che aumentano i limiti di velocità. Con la vita non si scherza, non si può scherzare, e tutti senza eccezione alcuna devono rispettare le regole: questo vale anche per le auto blu.