La mia intervista a La Nuova del Sud

maggio 12, 2013 in Basilicata, Italia dei Valori, Politica

Pubblico di seguito la mia intervista di oggi al direttore de “La Nuova del Sud”

 

Senatore, si sta rilassando un po’?

Neanche per idea. Ho ripreso la mia attività professionale che è sempre il mio primo amore e si sa che la professione di avvocato è impegnativa.

Continua a leggere →

Da Coordinatore IdV Area Sud lavoro per rilancio partito

novembre 24, 2012 in Comunicati Stampa

“In vista della Assemblea Generale che precederà la fase elettorale e il congresso straordinario, l’Ufficio di Presidenza dell’Italia dei Valori ha designato i coordinatori politico-territoriali del partito, al fine di risolvere le problematiche legate alla gestione locale ed avviare un nuovo percorso all’insegna della trasparenza. Da Coordinatore dell’Area Sud – Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia – ho avviato il mio lavoro di rilancio dell’IdV attraverso il rinnovamento e il rispetto di regole per essere coerenti con il nostro DNA”. Lo dichiara il Presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Ho già iniziato partendo da Puglia e Basilicata – prosegue – ad incontrare associazioni, movimenti e cittadini, oltre che dirigenti e aderenti all’IdV, e mi farò carico di dare applicazione alle loro istanze: è necessario affrontare e risolvere una volta per tutte la questione morale, ormai non più rinviabile, per affermare i principi della legalità e dell’onestà che rappresentano la nostra bandiera e per impegnarsi con un partito moderno affinché le istituzioni tornino ad essere case di vetro. Con il Presidente Di Pietro creeremo le condizioni per un radicale punto di svolta, in vista della prossima Assemblea del 15 dicembre, con cui avviare la nuova fase del partito. L’IdV può e deve ripartire con più slancio, cominciando proprio dal rispetto del codice etico approvato al congresso del 2010: alle prossime elezioni politiche e regionali i nostri candidati dovranno dimostrare di rispondere a canoni etici al di sopra di ogni sospetto, con una fedina penale immacolata e senza indagini in corso per reati gravi o contro la pubblica amministrazione. Farò di questa battaglia uno dei punti fondanti del mio impegno in un partito – conclude Belisario – che si deve affermare come alternativa di Governo forte e credibile, con donne e uomini capaci e affidabili”.

Urgono criteri di trasparenza nella gestione della cosa pubblica

settembre 13, 2012 in Basilicata, Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

 

 

“Quello che è accaduto in altre Regioni sembrava lontano anni luce dalla Basilicata. Oggi, invece, una sentenza dice esattamente il contrario e scrive una pagina bruttissima nella storia della politica lucana, inquinata da fenomeni di corruzione e voti di scambio, come afferma il Tribunale di Potenza”. Ad affermarlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “è ancora più importante, quindi, tenere alta la guardia sulla gestione della cosa pubblica che non può e non deve essere permeata da scelte clientelari, ma guidata verso gli interessi generali della comunità. Per farlo la politica non può occupare in modo asfissiante tutti gli spazi della società, perché le degenerazioni e le distorsioni, prima o poi, arrivano. Diventa ancora più urgente, come l’Italia dei Valori sostiene da tempo, introdurre nell’amministrazione criteri di trasparenza e pulizia, a livello locale e nazionale. Il modo più diretto per farlo – conclude Belisario – è restituire ai cittadini il loro diritto a conoscere, a partecipare e a scegliere conoscendo fino in fondo i problemi”.

 

Passera sfrutta la Basilicata per interessi lobbies del petrolio

settembre 6, 2012 in Ambiente, Basilicata, Comunicati Stampa, Economia

“Il ministro Passera persevera: anziché servire gli italiani si serve del potere che occupa per fare gli interessi dei poteri forti. Oggi tocca alle lobbies del petrolio, a cui il ministro del Sotto-Sviluppo economico sta concedendo il lasciapassare per deturpare la Basilicata, alla faccia della autodeterminazione dei territori”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Beliasrio, che aggiunge: “il piano strategico dell’energia firmato da Passera è sconcertante. Non solo il ministro vuole incentivare le estrazioni petrolifere in un territorio già sfruttato all’inverosimile, in nome di una fonte energetica che tutti i Paesi moderni stanno abbandonando a favore dello sviluppo delle energie rinnovabili. Ma va oltre e con l’arroganza che stanno dimostrando i tecnici nel governare il Paese, ignora la volontà dei cittadini e della Regione che ha votato una moratoria che blocca le trivellazioni in Basilicata. Passera ha fatto male i conti. I lucani – conclude Belisario – non gli lasceranno distruggere un territorio già spremuto all’inverosimile e che merita solo il rilancio delle sue tante risorse naturali. Invito il presidente De Filippo e tutta la giunta regionale a non abbassare la guardia: la Basilicata non è in vendita”.

Interverremo in Parlamento contro la chiusura del Tribunale di Melfi

luglio 6, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“La spending review iniqua e indiscriminata attuata dal Governo avrà solo effetti controproducenti per i cittadini, in particolare i tagli alla giustizia ignorano le specificità locali e rischiano di comportare l’abbandono del territorio da parte dello Stato. È il caso del Tribunale di Melfi, la cui chiusura non farà che aggravare lo stato di salute del tessuto economico e sociale lucano: contro questa decisione interverremo nelle opportune sedi parlamentari”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “È necessario tagliare la spesa improduttiva, non eliminare un fondamentale presidio di legalità come il Tribunale di Melfi. Già da tempo avevo chiesto al Ministero della Giustizia che la revisione della geografia giudiziaria avvenisse tenendo conto della rete infrastrutturale della Basilicata, a dir poco carente, e della distanza del capoluogo di regione rispetto al circondario di Melfi. Un discorso è razionalizzare, un altro è depotenziare l’amministrazione della Giustizia: chiederemo al Governo – conclude Belisario – di rispettare i criteri della legge delega e di non penalizzare la comunità lucana”.

 

La chiusura dei Tribunali aggrava le difficoltà della Basilicata

giugno 15, 2012 in Comunicati Stampa

“Già nel febbraio scorso ho esposto ufficialmente al Ministero della Giustizia le ragioni che rendono inammissibile la chiusura dei Tribunali di Melfi e Lagonegro. La revisione della geografia giudiziaria deve necessariamente tenere conto delle specificità territoriali, è necessario superare i campanilismi ma anche garantire una giustizia a misura dei cittadini”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “La Basilicata – aggiunge – è la 14esima regione per superficie e dispone di una rete infrastrutturale a dir poco carente, per cui la soppressione anche di uno solo dei due tribunali sarebbe inaccettabile. Inoltre, dopo aver falcidiato il numero degli uffici del Giudice di pace ed avere cancellato le sezioni distaccate in tutta Italia, eliminare anche un fondamentale presidio di legalità come quello dei tribunali sarebbe un ulteriore vulnus al già complicato tessuto economico-sociale lucano. Per queste ragioni ho chiesto formalmente di valorizzare, e non depotenziare, l’amministrazione della Giustizia in Basilicata. Certo tutti dobbiamo capire che la crisi impone di razionalizzare le poche risorse finanziarie, senza guerre tra poveri ma – conclude Belisario – impegnando le istituzioni centrali e territoriali a non abbandonare le comunità più svantaggiate”.

 

Petrolio, compatibilità ambientale non vada contro la salute dei lucani

giugno 12, 2012 in Ambiente, Basilicata, Comunicati Stampa

“La Basilicata ha un ruolo di primo piano nella strategia energetica italiana, ma non è possibile imporre trivellazioni indiscriminate senza tenere conto delle istanze locali. Il giudizio di compatibilità ambientale del pozzo esplorativo Pergola 1 arrivato dalla Regione va esattamente nella direzione opposta all’interesse dei lucani”, a dichiararlo il capogruppo al Senato dell’Italia dei valori, Felice Belisario, che prosegue: “Prima di certificare la compatibilità ambientale su una trivellazione altamente inquinante sarebbe stato necessario che fossero eseguiti precedentemente gli adempimenti necessari per limitare al massimo i rischi per la popolazione, senza considerare il danno ambientale e di salute. Ha ragione chi sostiene che gli impegni si rispettano, ma non quando vanno contro la salute dei cittadini, in tal caso è evidente che vanno rivisti”.
“Per questo chiedo quali iniziative i Ministri dello sviluppo economico e dell’ambiente  intendano intraprendere affinché sia adeguatamente tutelato il territorio, se non si ritenga opportuna una più attenta valutazione dell’impatto sanitario nelle aree interessate, per verificare il funzionamento delle strutture di intervento anche in caso di emergenze e – conclude Belisario -se non vi siano i presupposti per disporre in modo urgente di ulteriori studi sui rischi ambientali, anche adeguando la normativa con eventuali necessari limiti più restrittivi per le trivellazioni”.

La tutela dell’ambiente e della salute sono più sacre degli accordi

giugno 7, 2012 in Ambiente, Basilicata, Comunicati Stampa

“Come è possibile che dalla Regione Basilicata sia arrivato il giudizio di compatibilità ambientale su una trivellazione altamente inquinante e senza che siano stati eseguiti ex ante gli adempimenti necessari per limitare al massimo i rischi per la popolazione?”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Ha ragione De Filippo, gli impegni si rispettano, ma soltanto quando non comportano gravi danni per il territorio e per i cittadini. E tutti gli studi più accurati portano alla determinazione che il pozzo Pergola 1, nell’agro di Marsico 1, è altamente inquinante. Il reale problema è che le regole del gioco devono cambiare anche per le trivellazioni già autorizzate e non ancora cominciate perché la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini è sacra ed è assai più importante del profitto”.