Cicchitto torna a vecchi slogan per paura

novembre 4, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Cicchitto non perde occasione per attaccare Ingroia e svilire la magistratura. Forse il PdL è abituato a muovere le istituzioni come pedine, del resto l’uso che è stato fatto della Giustizia (e del Ministero competente) per le leggi ad personam ne è un esempio”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “questo modo di fare non appartiene alla nostra cultura, che ha sempre rispettato la magistratura e le sue funzioni, né tantomeno ad un uomo che ha messo la sua vita al servizio del Paese, come Ingroia, a costo di dover sacrificare i suoi affetti, ingoiare rospi, senza mai abbassare la testa né rinunciare alle sue battaglie. Capisco che tutto questo risulti strano a chi è troppo preso a rincorrere le logiche perverse del Palazzo e che oggi trema perché ha capito che c’è in atto un sommovimento nel Paese, che vuole rompere il vecchio e incrostato sistema di fare politica, avviato dal berlusconismo e sfociato nel montismo. Un sommovimento che può trovare nella svolta dell’IdV, aperta ai movimenti e ai cittadini, la sua rappresentanza”.

Niente fregature sul ddl anticorruzione. Su incandidabilità pronto nostro odg

ottobre 7, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Politica

“Non siamo soddisfatti del ddl anticorruzione. E’ debole, si poteva fare molto di più e molto meglio. Ma a causa dei veti incrociati ci troviamo di fronte ad un testo che equivale ad un aspirina per un malato terminale: un Paese che dopo vent’anni di berlusconismo regala ad evasori e corrotti ben 180 miliardi di euro ”. A dichiararlo Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, che aggiunge: “senza norme contro l’autoriciclaggio o il falso in bilancio l’anticorruzione è poca cosa e non so proprio se è questo che ci chiedono gli italiani, anche perché vedo in giro ancora  furbizie e giochetti sotto banco. Oggi leggo che il PdL non ha ancora ritirato i suoi emendamenti. Se il ddl anticorruzione continuerà  ad essere un gioco al ribasso ed essere strumento di ricatto, l’IdV si chiamerà fuori. Chiediamo a tutte le forze politiche e al governo di approvare per  tempo almeno il decreto sull’incandidabilità dei condannati. Una battaglia storica dell’IdV che finalmente ha trovato ascolto. Se ci sono dubbi sui tempi per l’approvazione di un decreto del governo, allora l’esecutivo accolga il nostro ordine del giorno e tagli la testa al toro. Avremo così regole certe e liste pulite – conclude – prima delle prossime elezioni”.

Il cerchiobottismo del centro è solo un mero esercizio di potere

settembre 14, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

 

“Il cerchiobottismo è solo un mero esercizio di potere che non fa bene all’Italia ma solo a pochi privilegiati”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “oggi sento tanti proclama a favore di un centro a cui affidare le sorti del Paese, un centro moderato. Mi chiedo cosa ci sia dietro le parole ‘centro’ e ‘moderato’. Direi una bella fregatura per gli italiani. La via di mezzo, infatti, è solo un tentativo mascherato di portare il Paese a destra, a vantaggio dei soliti noti e delle lobbies più violente. Insomma, uno schieramento contro gli interessi e i diritti della stragrande maggioranza dell’Italia, che ha sofferto già abbondantemente le scelte ad personam e ad castam del berlusconismo, di cui Fini e Casini, che oggi si scandalizzano tanto, sono stati protagonisti. Per cambiare pagina in modo serio e trasparente ed uscire dal pantano etico-politico, sociale ed economico in cui ci troviamo, bisogna smetterla di essere un giorno fan di dio e uno di mammona per essere solo con se stessi. Chi sostiene ancora la validità di questa ‘storiella’ – conclude Belisario – prenderà un sonoro schiaffone dagli italiani, stanchi e nauseati dalla malapolitica”.

 

Il centrosinistra converga sui nostri referendum

settembre 14, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“Basta guardare al Paese reale per capire quale è l’urgenza politica: costruire un’alleanza di centrosinistra che si presenti agli italiani con una coalizione omogenea, una leadership forte e soprattutto con un programma concreto e coerente che sia alternativo al berlusconismo e al montismo”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “l’Italia dei Valori vuole governare con tutte quelle forze che si riconoscono nelle battaglie per il lavoro, lo sviluppo, la solidarietà, la tutela dei diritti e la legalità, che noi abbiamo portato avanti fino ad oggi ovunque: in Aula, così come nelle piazze, fino ai referendum contro la casta e per la difesa dei diritti dei lavoratori. Per questo chiediamo alle forze di centrosinistra, come primo passo, di convergere sui nostri referendum e di non esercitarsi in alchimie inutili, un po’ di qua e un po’ di là, correndo dietro alle chimere che vanno sempre da un’altra parte. Un cambio di passo, una svolta storica – conclude Belisario -che l’Italia merita e aspetta da troppo tempo anche per essere più forti e più credibili in Europa” .

 

Il Governo butti giù la maschera del disastro

settembre 13, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro

 

 

“Ma cosa altro ci vuole per far cadere la maschera di questo governo del disastro?” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “oggi l’Istat parla di un carrello della spesa che vola al 4,2% su base annua. Sempre oggi il Centro studi di Confindustria prevede che il tasso di disoccupazione arriverà alla fine del 2013 al 12,1%. Inevitabilmente, sempre gli industriali, parlano di una contrazione dei consumi del 3,2% a cui, entro la fine del prossimo anno, si aggiungerà un’ulteriore contrazione dello 0,6%. Come si può pretendere che le famiglie spendano soldi che non hanno? L’economia è totalmente paralizzata: in assenza di politiche che rilancino lo sviluppo non si creano posti di lavoro, le famiglie non spendono e le imprese non investono, anzi chiudono per i troppi debiti. Così non si fa altro che alimentare un circolo vizioso per cui chi è povero diventa sempre più povero. Non bastano più gli slogan da fiaba, gli italiani ci sono già passati nel ’94. I vostri provvedimenti stanno portando alla disperazione e le spiegazioni da supertecnici non convincono più. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – si pone come alternativa al montismo e al berlusconismo. Ci auguriamo che al più presto si vada al voto con un fronte compatto di alleati di centrosinistra che condividono la linea dell’equità, della giustizia e della solidarietà, per un governo politico credibile”.

Anche nelle nomine, Monti figlio del peggior berlusconismo

settembre 4, 2012 in Informazione, Italia dei Valori, Politica

Più il tempo passa e più mi convinco che, purtroppo, Monti è figlio del peggior berlusconismo, con l’aggravante (che prima mi sembrava un merito) di avere più credibilità. Quindi, di essere ancora più in grado di far passare le sue magagne nel silenzio. L’ultimo esempio? Secondo fonti di stampa è in arrivo un’altra nomina truccata. Dopo l’Agcom e dopo il Garante della Privacy, è il turno del direttore dell’Agenzia Digitale. Il nome che circola è quello di Stefano Parisi, un’offesa ai cittadini, alla legalità e alla trasparenza. Innanzitutto, si tratta dell’ennesima ‘nomina ad personam’, anomalia rispetto alla quale il professore non ci fa rimpiangere Berlusconi. Continua a leggere →

Centrosinistra non perda occasione redivivo Berlusconi

luglio 16, 2012 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“Berlusconi con la sua discesa in campo sta servendo al centrosinistra la vittoria sul piatto d’argento e sarebbe stupido non approfittarne e perdersi in chiacchiere”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “l’idea di un redivivo Berlusconi e del ritorno a Forza Italia è anacronistico. Vent’anni di berlusconismo hanno portato il Paese sull’orlo del baratro e gli italiani lo sanno. Non si faranno fregare ancora una volta. Dall’altro lato, però, il centrosinistra deve essere in grado di non farsi cogliere impreparato. Non c’è più tempo, basta con le parole inutili su formule e alchimie. Non ci sono categorie dentro le quali rinchiudere le alleanze, anche perché devono spiegarmi ancora una volta chi sono i progressisti, chi i moderati, chi i liberali e così via. Ci sono i programmi su cui discutere e decidere se stare insieme per governare il Paese. L’importante è la trasparenza con cui ci presentiamo ai cittadini stanchi e indignati dal solito politichese: diamo loro una legge elettorale in grado di scegliere alleanze, programma e leadership. L’Italia dei Valori ha le idee chiare – conclude Belisario – ed è disposta a confrontarsi, innanzitutto sui temi economici. Oggi la priorità è questa, ma in un programma di governo vanno affrontati anche i temi etici quali il testamento biologico, la fecondazione assistita e i diritti delle coppie di fatto”.

Con Bocca scompare un grande italiano

dicembre 26, 2011 in Comunicati Stampa

“Con la scomparsa di Giorgio Bocca il giornalismo italiano e’ oggi un po’ meno libero e indipendente”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’IdV Felice Belisario. “Bocca, partigiano e antifascista, è stato soprattutto un uomo libero. Con lui scompare l’ultimo rappresentante, insieme ai vari Biagi e Montanelli, di coloro che, dal dopoguerra ad oggi, hanno contribuito con le loro inchieste a raccontare i costumi e i vizi degli italiani. Fu tra i primissimi – aggiunge Belisario – a capire il pericolo del berlusconismo e a osteggiare il politico Berlusconi. Alla famiglia di questo grande italiano e a Espresso e Repubblica, con i quali ha collaborato negli ultimi anni, va il cordoglio mio personale e dell’Italia dei Valori’.