La Corte dei Conti conferma il fallimento dell’agenda Monti

ottobre 2, 2012 in Comunicati Stampa

“La Corte dei Conti conferma le nostre posizioni di critica al governo, che evidentemente non sono puro allarmismo: la luce che Monti dice di vedere in fondo al tunnel è in realtà un treno che sta per investirci con tutta la sua forza. Se non si inverte subito la distruttiva rotta dell’austerità, il Paese può solo affondare. Le manovre correttive delineate nel Def sono tutte incentrate sull’aumento della pressione fiscale, ormai oltre il 45%, che fa tremare le vene dei polsi a chi già si trova in una situazione di forte disagio economico. Le misure adottate fino ad oggi sono basate tutte sul rigore, sono prive di incentivi per la crescita e stanno facendo implodere il Paese. Gli obiettivi di finanza pubblica sono sempre più lontani: l’agenda Monti ha chiaramente fallito. Chi ha il coraggio di proporre un bis di questo modo di governare dovrebbe diventare rosso per la vergogna”. Lo ha dichiarato il senatore Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama.

Il film già visto di Montezemolo, Fini e Casini: “Monti due, la vendetta”

settembre 30, 2012 in Politica

Alla convention del fu Terzo Polo, guidato da Fli e Udc dopo l’eclissi dell’Api di Rutelli, a tenere banco è stato il grande assente Luca Cordero di Montezemolo. Infatti il presidente della Ferrari ha annunciato con grande tempismo di voler restare ai box per lanciare su pista il professor Monti. Il secondo mandato del premier, quindi, ha avuto la benedizione degli industriali e del duo Fini-Casini, che evidentemente condivide altri interessi oltre alla Presidenza della Camera. Come avevamo previsto, tanto tuonarono i poteri forti che piovve il Monti-bis. L’Assemblea dei Mille dice di puntare al rinnovamento, ma rilancia centristi e tecnici al Governo sotto le mentite spoglie di una Lista civica per l’Italia. Insomma, la presunta novità della scena politica è un film già visto: “Monti due, la vendetta”. Un horror di cui l’Italia non sentiva proprio il bisogno. Continua a leggere →

Monti bis nel 2013? Al peggio ci deve essere un limite, no alla grande coalizione

luglio 9, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“Al peggio ci deve pur essere un limite. L’ipotesi di un Monti bis nel 2013 va scartata a priori, questa fallimentare esperienza basta e avanza: i professori e la strana maggioranza hanno già ampiamente dimostrato di non essere in grado di governare nell’interesse dei cittadini. Il Paese ha bisogno di tornare al voto per eleggere un Esecutivo politico, alternativo a quello della finanza e dei banchieri, che abbia come priorità il lavoro, la crescita, l’equità sociale e la legalità. Riproporre l’abnorme coalizione Pdl-Pd-Terzo Polo, assecondando la tentazione politica dei tecnici, significa commissariare definitivamente le istituzioni democratiche”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

 

Dove c’è Pdl c’è tassa, ritirare Imu-bis

aprile 22, 2012 in Comunicati Stampa

“Dove c’è Pdl c’è tassa. Se la pressione fiscale è alle stelle è proprio a causa del Popolo della Libertà che, con il Governo Berlusconi prima e quello Monti ora, ha vessato oltre misura i contribuenti onesti”. Lo dichiara il Presidente dei senatori IdV, Felice Belisario. “Invece di far pagare la crisi ai soliti ignoti, a cominciare da evasori, speculatori e fondazioni bancarie, proprio il Pdl – aggiunge – ha presentato un emendamento al dl fiscale per introdurre l’Imu-bis: l’ennesima stangata sulla casa che gonfia l’imposta di scopo consegnandola nelle mani dei Comuni, già messi in ginocchio dall’Esecutivo e dalla sua maggioranza. La norma va ritirata, in Senato – conclude Belisario – ciascuno dovrà assumersi le sue responsabilità, facendo marcia indietro o confermandosi il partito delle tasse a danno delle fasce sociali più deboli”.

L’Imu-bis è una norma tartassa-Italia, ABC e il Governo sanno solo fare cassa

aprile 21, 2012 in Comunicati Stampa

“L’iniquità del Governo Monti non conosce confini. Non basta aver applicato l’imposta municipale sulla casa alle fasce sociale più deboli, salvando solo le fondazioni bancarie: con il dl fiscale arriva anche l’Imu-bis, una norma tartassa-Italia che ancora una volta scarica il costo della crisi sui soliti noti”. Lo afferma il Presidente dei senatori IdV, Felice Belisario parlando con i giornalisti a Palermo a margine del suo tour elettorale. “Dopo aver messo in ginocchio le amministrazioni locali – aggiunge – il Governo chiede ai Comuni di finanziare le opere pubbliche prelevando al bancomat dei cittadini, con un odioso balzello che pesa anche sulla prima casa, frutto di enormi sacrifici per tante famiglie. Mi chiedo proprio chi avrà il coraggio di applicarla. La strana maggioranza ABC e l’Esecutivo dei tecnici sanno solo fare cassa, senza combattere evasione, corruzione e sprechi della spesa pubblica. Il Paese è allo stremo, con l’ennesima stangata sui contribuenti onesti – conclude Belisario – al Governo dei poteri forti e alla casta che non rinuncia all’ultima rata dei finanziamenti arriverà presto un avviso di sfratto“.