Idv forza di governo, nel centrosinistra

ottobre 3, 2012 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica

E’ il momento di fare chiarezza. L’Italia dei Valori ha intenzione di proporsi come forza di governo per la prossima legislatura. Abbiamo un programma che è stato definito in maniera ancor più dettagliata alla festa di Vasto e un’idea più che precisa sulle qualità dei candidati che presenteremo alle prossime politiche.

Per proporsi come forza di governo, esame che l’Italia dei Valori ha già sostenuto e superato brillantemente nei due tormentati anni del governo Prodi, è necessario confrontarsi con le forze politiche che, nell’ambito del centrosinistra, vogliano come noi il bene del Paese. Continua a leggere →

Non ci vuole un genio per capire che bisogna cambiare la legge elettorale

ottobre 2, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“Non ci vuole un genio per capire che l’unica risposta da dare ai cittadini, per dimostrare che non siamo tutte mele marce e che c’è chi vuole tenere alto il nome delle Istituzioni, è andare subito al voto con una legge elettorale nuova. Una legge che viaggi su due binari paralleli, entrambi indispensabili: da un lato far conoscere ai cittadini, prima e non dopo il voto, coalizione, programma e leader, dall’altro impedire la candidabilità dei corrotti a tutti i ruoli di rappresentanza  consentendo agli elettori di scegliere i parlamentari. Questo vale per gli inquisiti, i condannati, coloro che sono stati rinviati a giudizio, ma anche coloro che sono stati raggiunti da un avviso di garanzia. Di fronte a questa ondata di scandali che sta nauseando i cittadini vessati dalle tasse del tecnico Monti, ipnotizzato dai poteri forti, è presentare loro una politica nuova, trasparente, chiara e pulita. Eppure oggi assisto ancora a giochetti di copia e incolla tra A-B-C per cucirsi addosso una legge elettorale su misura o, addirittura, restare con il Porcellum. Sono talmente ostinati nel continuare a tutelare i loro interessi o ancora non hanno capito che tra poco ci troveremo i cittadini sotto il Parlamento? Voglio proprio vedere, a quel punto, che si inventeranno. Noi – conclude Belisario – continuiamo a ripetere che bisogna tornare al Mattarellum, come chiesto anche da un milione e 200mila cittadini che hanno firmato per il referendum più di un anno fa e come chiede l’IdV con un disegno di legge presentato in entrambi i rami del Parlamento, ma rimasto nel dimenticatoio a causa di inconfessabili interessi di bottega”.