Riforma della legge elettorale, da porcata a cinghialata

luglio 10, 2012 in Comunicati Stampa

 

“I veti incrociati tra le forze della pseudo-maggioranza hanno ormai creato uno stallo alla messicana: Pdl, Pd e Terzo polo si tengono sotto tiro a vicenda e sulla legge elettorale ci sarà al massimo un compromesso al ribasso, dalla porcata alla cinghialata”. Lo ha dichiarato, a margine della Conferenza dei Capigruppo, il Presidente dei Senatori IdV Felice Belisario. “L’Italia dei Valori – ha aggiunto – chiede da tempo di accelerare sulla riforma elettorale ed è passata ai fatti già lo scorso anno, raccogliendo 1 milione e 200 mila firme per cancellare il Porcellum e introdurre un sistema fortemente maggioritario e bipolare che restituisse centralità agli elettori. Dettare adesso una scadenza di dieci giorni per elaborare in fretta e furia il testo base significa solo voler sbloccare la situazione a colpi di inciucio, facendo della Costituzione una merce di scambio. Non accettiamo che in Aula venga discusso il frutto avvelenato di accordi sottobanco, anche perché – ha concluso Belisario – legare la legge elettorale alle riforme è il modo migliore per affossare tutto”.

La riforma della Giustizia va discussa in Parlamento, ABC società ad arroganza illimitata

marzo 30, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Di giorno litigano e di notte, come i ben noti ladri di Pisa, si accordano per spartirsi tutto, anche i voti degli altri. Non si tratta solo di inciucio, ci troviamo davanti a una vera e propria società ad arroganza illimitata: i soci dell’ABC stanno provando a forzare in modo inconcepibile le istituzioni repubblicane con accordi di basso profilo su corruzione, intercettazioni e responsabilità civile dei giudici. Questo l’IdV lo griderà sempre e dovunque, finché avrà fiato in gola”. Così il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, a proposito del vertice sulla Giustizia tra il ministro  Severino e i capigruppo dei partiti di maggioranza. “Sappiamo di essere scomodi per governo e per le forze che lo sostengono – aggiunge -, ma proprio per questo raddoppieremo le nostre energie per sconfiggere la restaurazione che si nasconde dietro la facciata delle riforme. Occorre infatti davvero una grande fantasia e una buona dose di sfacciataggine per parlare di trasparenza nel metodo con cui, ormai, governo e maggioranza decidono quali sono le riforme da fare e come farle. Il Parlamento è infatti considerato solo un fastidio, il confronto in Aula e nelle commissioni una perdita di tempo. Tutto viene prestabilito in incontri riservati senza alcuna trasparenza – conclude Belisario -, con buona pace delle regole base della democrazia. Tanto c’è sempre una fiducia dietro l’angolo con cui annullare ogni voce di dissenso”.

No a incontri riservati sulla Giustizia, Severino venga in Aula

marzo 28, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Il governo conferma di avere una cronica allergia per il normale e sano confronto parlamentare, preferisce sempre gli incontri riservati. Così, dovendo dicutere finalmente di lotta alla corruzione, di responsabilita’ civile dei magistrati e di intercettazioni, il ministro Severino non pensa di venire in Aula ma decide di affrontare temi tanto importanti in un incontro con i capigruppo dell’ABC. Insomma, tale premier tale ministro della Giustizia. Con buona pace delle regole base della democrazia, che, tanto più per un governo senza investitura elettorale e popolare, prevedono che il confronto sia il più ampio, il più aperto e il più trasparente possibile”. Lo afferma in una nota il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

La calendarizzazione della ratifica della convenzione di Strasburgo sull’anticorruzione e’ una nostra vittoria

marzo 6, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Vittoria dell’Italia dei Valori: la settimana prossima il Senato discuterà la ratifica della Convenzione di Strasburgo sull’anticorruzione. Tanto tuonò che piovve”. Lo dice Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, al termine della riunione dei capigruppo. “La corruzione vale almeno 60 miliardi l’anno, si tratta di una piaga che sta portando il Paese alla rovina affossando la nostra già traballante economia. E’ dal 1999 che l’Italia attende la ratifica della Convenzione contro la corruzione. A seguito delle nostre pressioni finalmente approda in Aula. Ci auguriamo che sia solo l’inizio per avviare una lotta senza quartiere a corrotti e corruttori che – conclude Belisario – continuano ad ammorbare la vita delle istituzioni della Repubblica a tutti i livelli”.

Nessun imbroglio sulla legge elettorale. Se ne discuta in Parlamento

febbraio 9, 2012 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

 

“Assistiamo ad un continuo blaterale e, intanto, il Paese aspetta le riforme”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “leggo che continuano gli incontri privati tra alcuni partiti per modificare l’attuale legge elettorale. Ma cosa avranno da dirsi di tanto segreto? Se davvero sul tavolo c’è lo studio di una nuovo sistema elettorale che restituisca la possibilità agli italiani di scegliere coalizione, leader e programma, allora non capisco perché questo non avvenga nei luoghi istituzionali, ovvero il Parlamento, a partire dalla commissione Affari Costituzionali. Se così non è e c’è bisogno di trovare un luogo esterno per parlare in segreto, allora scusate se sospetto l’imbroglio. Ribadisco, come ho già detto ieri dopo la capigruppo in Senato, che non contano i rituali ma i risultati. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – lo ripete da giorni: non serve un dibattito sulle riforme, ma servono le riforme da discutere ed approvare nei luoghi consoni ad una moderna e trasparente democrazia”.

Sulle riforme sono importanti i risultati, non i rituali

febbraio 8, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“L’importante non sono i rituali ma i risultati. L’ho già detto e lo ribadisco: il Senato deve fare presto e bene”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “come ho già detto oggi in capigruppo, per tenere fede agli impegni presi, il Senato deve completare la riforma dalla legge elettorale, collegandola dalla riduzione del numero dei parlamentari e rivedendo il bicameralismo perfetto. Bisogna agire subito per raggiungere questi obiettivi, senza campanilismi di alcun genere”.

Tutti i partiti parlano di tagli, ma poi evitano la mozione IdV sull’abolizione delle Province

dicembre 13, 2011 in Comunicati Stampa

“Le chiacchiere se le porta il vento: tutti i partiti dicono che vogliono tagliare il numero dei parlamentari ed abolire le Province, ma evitano di confrontarsi subito in Aula con la mozione dell’IdV”. Lo afferma Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, commentando l’esito della conferenza dei Capigruppo che non ha inteso mettere in discussione la mozione dell’IdV abbinandola a quella della Lega, costringendo il gruppo dipietrista a non votare il calendario.

“Ormai avvengono cose strane e senza senso e – aggiunge – la credibilità del Parlamento viene demolita da decisioni cervellotiche e discriminatorie che fanno venire meno il senso delle istituzioni. In queste condizioni, con la confusione che regna dovunque, gli italiani – conclude Belisario – non possono tollerare provvedimenti iniqui accompagnati da una purtroppo sempre più evidente mancanza di democrazia”.

L’offensiva di Berlusconi: 24 fiducie nei prossimi sei mesi, ecco il vero colpo di stato

ottobre 30, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica

Sul Corriere della Sera di oggi, Berlusconi indica una road map di riforme che nell’arco di sei-otto mesi dovranno essere portate a termine per rispettare gli impegni che ha preso con l’Europa nella lettera di intenti di qualche giorno fa. Premetto che sono convinto che si tratta di un tentativo destinato a fallire perché neanche una maggioranza coesa e ampia riuscirebbe a fare tutto quello che il presidente del Consiglio dichiara di voler fare, figurarsi una maggioranza litigiosa e risicata alla Camera. Continua a leggere →