Il confronto tv su misura e la tv negata

febbraio 18, 2013 in Politica

In questa brutta campagna elettorale, arida di contenuti ma straripante di propaganda, populismo e bugie, si sente parlare più di confronto tv che di proposte concrete per rimettere in piedi un Paese in ginocchio. Ma il paradosso è che ognuno vuole il confronto ‘a modo suo’, pretende cioè di decidere con chi confrontarsi e con chi no, senza nemmeno considerare che un confronto vero è solo quello aperto a tutti i candidati. Continua a leggere →

Celentano è un artista, nessuna censura e più buon senso

febbraio 15, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“Francamente, non comprendiamo tutti questi attacchi nei confronti di Adriano Celentano,  un artista a tutto tondo,  che va accettato nel bene e nel male. Non è certamente il guru del nuovo millennio, ma è un provocatore e come tale si  può condividere o meno quello che dice, ma mai e poi mai si può pensare di  censurare un artista. Il servizio pubblico ha ben altre pecche, non sono questi i problemi della Rai. L’Italia dei Valori difenderà sempre la libertà di parola. Nessuna censura, invochiamo piuttosto un po’ di buon senso”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

Il veto della Rai sui profilattici è oscurantista, subito provvedimenti

dicembre 2, 2011 in Comunicati Stampa

“Ancora una volta è stata scritta una brutta pagina nella storia della Rai. Senza trasparenza non si può fare servizio pubblico: tra i direttori nominati dalla politica e il Cdr che da tempo rivendica la piena autonomia della redazione, noi crediamo al Cdr. La smentita di Preziosi non smentisce nulla: l’email che ha vietato di utilizzare la parola profilattico è degna del peggior oscurantismo, i vertici aziendali devono prendere immediatamente durissimi provvedimenti contro chi ha dato una direttiva tanto sconcertante”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “Imporre alle redazioni e ai conduttori dei programmi il divieto di citare un fondamentale strumento di prevenzione e protezione, proprio nella giornata mondiale contro l’Aids, è una forma gravissima di censura. L’allergia della Rai alla vera informazione ha raggiunto una deriva ignobile: il servizio pubblico non può ritenere un tabù il termine profilattico, ha invece il dovere di promuoverne l’utilizzo e sensibilizzare i cittadini sui rischi dell’Hiv. Il Presidente Garimberti e il dg Lei non perdano tempo a smentire l’inequivocabile e si assumano piuttosto le proprie responsabilità. L’email è stata inviata e le sue disposizioni applicate alla lettera: ora che il danno è fatto – conclude Belisario – bisogna sanzionare in modo esemplare chi ha avuto il coraggio di dettare questa linea spregevole, anche e soprattutto se l’ordine è arrivato dall’alto”.

 

Il Pdl accusa i media per nascondere le sue divisioni

ottobre 28, 2011 in Comunicati Stampa

“La visione deviata dell’informazione e delle istituzioni che abita nel centrodestra porta autorevoli esponenti dal Pdl a blaterare fesserie”. A dichiararlo Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, che aggiunge “pur di nascondere le difficoltà interne al governo, Gasparri, Cicchitto e Quagliariello pretendono che i mezzi di informazione non facciano il loro dovere e nascondano le notizie come la ‘lettera degli scontenti’ indirizzata al premier. Questa si chiama censura. Capisco che Berlusconi li abbia ‘addestrati’ ad un tipo di comunicazione a senso unico, e lo dimostra il Tg1 andato in onda ieri alle 20.00, ma nelle democrazie non funziona così e i giornalisti hanno il dovere di informare i cittadini. Stiano tranquilli i capigruppo Pdl – conclude Belisario – esiste il diritto di replica o di smentita e, chi eventualmente dovrà smentire, potrà farlo. Il loro sembra, piuttosto, un sottile tentativo di suggerimento rivolto a qualche collega. La maggioranza non ha ancora ben inteso che così non campa a lungo. La polvere che ha nascosto sotto il tappeto è talmente tanta che non c’è più spazio per nuovi raggiri”.

Governo. Belisario: Priorità è tutelare premier e commissariare Tremonti

settembre 29, 2011 in Comunicati Stampa

“Il governo oggi mette in mostra i sui veri interessi: tutelare Berlusconi e commissariare Tremonti. Non si spiegherebbe diversamente la road map tracciata nel vertice di maggioranza”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “il ddl intercettazioni, e, quindi, la salvezza del premier dai processi in corso, ha la precedenza su quello dello sviluppo del Paese, non a caso il primo arriverà alla Camera già la prossima settimana. Non solo, tanto hanno fretta di rilanciare l’economia italiana che si inventano una farraginosa cabina di regia che serve solo a commissariare il ministro Tremonti, ritardando ulteriormente le misure per la crescita. In un colpo solo il governo svela tutto se stesso. Chi sperava in uno scatto di reni, dopo i vari allarmi dei mercati internazionali, o in un momento di riflessione, dopo le proteste contro la censura – conclude Belisario – può mettersi l’anima in pace. L’unico modo per fermare questa deriva e mandare a casa il governo”.

LIBERA RETE IN LIBERO STATO

luglio 3, 2011 in Senza categoria

Non possono imbavagliare la Rete. Sarebbe come sparare ad una specie in via di estinzione, vale a dire all’unica ed ultima forma di libera comunicazione. L’Agcom dal 6 luglio sarebbe autorizzata a rimuovere, in modo arbitrario e senza passare da un giudice, i contenuti dai siti italiani o inibire l’accesso a quelli stranieri. Una vera e propria censura operata in un Paese già malato di “cattiva informazione”, su cui pesa un macigno enorme chiamato conflitto di interessi, in nome del quale le notizie vengono nascoste o manipolate ad uso e consumo di un unico uomo: Silvio Berlusconi. Continua a leggere →