Benedetto XVI e il senso del “servizio”

febbraio 11, 2013 in Politica

Il mondo per una volta si dovrebbe fermare, riflettere e tacere. Tacere di fronte alla decisione di un uomo che si fa da parte e lo fa perché interpreta il suo “ruolo” come un “servizio” all’umanità, un “servizio” che non è più in grado di portare avanti come dovrebbe, “per assenza di forze”. Il gesto di Papa Benedetto XVI arriva come un fulmine a ciel sereno e non vi nascondo che mi sorprende e mi fa riflettere. La mia è una valutazione umana e sinceramente laica. Continua a leggere →

Cosa accade in Vaticano? La Chiesa che conosco io e’ un’altra

maggio 28, 2012 in Senza categoria

Sembra una storia scritta in altri tempi, quando il potere spirituale della Chiesa era soltanto un corollario a quello temporale. Sembra il romanzo un po’ scontato di uno scrittore fantasioso, “Intrigo in Vaticano”, che ha per protagonista addirittura il Papa. Invece qualcosa nei Palazzi di Roma, Oltretevere, sta accadendo davvero. Forse la crisi piu’ profonda dallo scandalo Ior-Marcinkus a oggi. Continua a leggere →

Voto 4 alle finte liberalizzazioni del governo

febbraio 29, 2012 in Economia, Politica

Pasticciato e confuso nella forma, insufficiente nei contenuti: voto 4. Tra errori da matita blu, correzioni fatte male, divagazioni fuori tema e mancate risposte, il decreto sulle liberalizzazioni non merita di più. Dispiace doverlo ripetere, ma è così. Dispiace per il Paese, che ha bisogno di vere liberalizzazioni e che dovrà invece accontentarsi di un pacchetto di misure farlocche, che lasceranno intatti i santuari dei poteri forti senza aprire i mercati né favorire la crescita. E dispiace per la grande occasione sprecata, visto che da un governo guidato dall’ex commissario europeo alla concorrenza, Mario Monti, e che ha in squadra l’ex presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, era lecito aspettarsi molto, molto di più. Continua a leggere →

Bene l’Ici alla Chiesa, ora pero’ tocca all’asta per le frequenze tv: Monti abbia coraggio

febbraio 24, 2012 in Economia, Politica

L’emendamento del presidente del Consiglio al decreto sulle liberalizzazioni, che revoca l’esenzione dell’Ici sugli immobili commerciali della Chiesa, non può che essere considerato un fatto positivo. Certo, è giusto studiare bene l’emendamento ma, se non ci saranno trucchi e se non sarà poi modificato – mi arrivano voci di parecchi mal di pancia di esponenti del Pdl -, possiamo ascrivere questo emendamento nell’elenco delle poche buone notizie di questi giorni. Continua a leggere →

Nel Dl Fisco niente Ici alla Chiesa. Chi di promesse vive…

febbraio 21, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Chi di promesse vive, disperato muore. Infatti, la proposta di Monti di tassare gli immobili della Chiesa cattolica ad uso totalmente o prevalentemente commerciale è purtroppo rimasta solo un annuncio, nella bozza del  provvedimento sul Fisco non ce ne è traccia. Da credente cattolico sono molto deluso e amareggiato per questo modo di governare: forti con i deboli e deboli con i forti”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Verba volant…e anche questa volta purtroppo le parole sono volate via con il vento. La norma per far pagare l’Ici anche alla Chiesa avrebbe permesso almeno due cose: di abbassare le tasse a beneficio dei cittadini e  di chiudere la procedura d’infrazione della Ue contro il nostro Paese. Com’è che quando si tratta del Vaticano le richieste dell’Ue non sono importanti? In tempo di crisi – conclude Belisario –  l’eccessivo clericalismo è davvero insopportabile”.

L’Ici per la Chiesa una doverosa svolta di equita’

febbraio 16, 2012 in Senza categoria

L’Ici sugli immobili della Chiesa usati per attività commerciali è rimasto per anni un assurdo tabu’. Sia chiaro, non penso assolutamente che sia il caso di presentare il conto alle strutture utilizzate a scopo esclusivo di culto, ma ritengo altresì che non ci sia alcun motivo per cui cliniche, scuole, alberghi ecclesiastici debbano essere esentasse per il solo fatto di ospitare una piccola cappella. Bisogna dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio. E’ una questione di buonsenso, tanto più rilevante in un momento così difficile, in cui si chiedono sacrifici durissimi a lavoratori, famiglie, pensionati. Continua a leggere →

La Chiesa faccia la sua parte. Peccato se non si passa dalle parole ai fatti

gennaio 24, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“In un Paese in piena recessione è fondamentale che tutti facciano la loro parte. Per questo l’apertura del cardinale Angelo Bagnasco sulla questione dei privilegi fiscali goduti dagli immobili commerciali di proprietà della Chiesa Cattolica è un fatto oggettivo che apre la strada a un confronto aperto, senza alcun preconcetto. Però poi bisogna passare ai fatti, sarebbe un vero peccato se la disponibilità restasse solo teorica”. Lo dichiara il Capogruppo IdV al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “E’ necessaria una modifica normativa che riservi le esenzioni Imu esclusivamente agli immobili destinati ad attività benefiche, escludendo quelle commerciali, senza ricorrere a cavilli o scappatoie. Si tratta di una revisione della legislazione fiscale italiana che deve essere fatta senza se e senza ma, accanto ad una lotta senza quartiere all’evasione fiscale e ad un impegno a 360 gradi per il recupero del sommerso: le risorse sottratte alle casse dello Stato – conclude Belisario – sono il cancro della nostra economia”.

Governo, sulla manovra, trasformi le buone intenzioni in fatti

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

 

 

“Sfidiamo il governo a trasformare le buone intenzioni in fatti e a inserire immediatamente nel decreto gli impegni che ha preso e che l’Italia dei Valori ha presentato sotto forma di emendamenti alla manovra”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario. “Il governo deve essere più preciso sui tempi per l’abolizione delle province, deve partire immediatamente con l’asta per le frequenze televisive, deve commissariare la Rai come chiede un’ordine del giorno del Pd che ho firmato anch’io, deve provvedere immediatamente a escludere dalle esenzioni Ici le fondazioni bancarie, gli immobili a fini commerciali della Chiesa, le onlus che di fatto svolgono attività lucrativa. Insomma, la manovra non potrà essere più equa perché il governo è vittima dei ricatti di Berlusconi e del Pdl, ma almeno – conclude Belisario – non siano solo le classi medie e basse a versare lacrime”.