Cicchitto torna a vecchi slogan per paura

novembre 4, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Cicchitto non perde occasione per attaccare Ingroia e svilire la magistratura. Forse il PdL è abituato a muovere le istituzioni come pedine, del resto l’uso che è stato fatto della Giustizia (e del Ministero competente) per le leggi ad personam ne è un esempio”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “questo modo di fare non appartiene alla nostra cultura, che ha sempre rispettato la magistratura e le sue funzioni, né tantomeno ad un uomo che ha messo la sua vita al servizio del Paese, come Ingroia, a costo di dover sacrificare i suoi affetti, ingoiare rospi, senza mai abbassare la testa né rinunciare alle sue battaglie. Capisco che tutto questo risulti strano a chi è troppo preso a rincorrere le logiche perverse del Palazzo e che oggi trema perché ha capito che c’è in atto un sommovimento nel Paese, che vuole rompere il vecchio e incrostato sistema di fare politica, avviato dal berlusconismo e sfociato nel montismo. Un sommovimento che può trovare nella svolta dell’IdV, aperta ai movimenti e ai cittadini, la sua rappresentanza”.

Panorama e il ricatto a Napolitano: cui prodest?

agosto 30, 2012 in Giustizia, Politica

Secondo alcuni esponenti del Pd, l’IdV si è esclusa dall’alleanza di centrosinistra quando ha osato criticare Napolitano. In democrazia mi sembra lecito muovere delle obiezioni sul conflitto di attribuzioni sollevato dal Capo dello Stato, che mette in difficoltà la Procura di Palermo impegnata a far luce sulla trattativa tra Stato e mafia. Non siamo certo in un soviet dove ogni atto del leader maximo è indiscutibilmente giusto e chi lo disapprova viene esiliato. Le alleanze si dovrebbero costruire sulle proposte di governo, non sulle diverse posizioni rispetto ad una vicenda come quella delle intercettazioni in cui è incappato Napolitano per responsabilità, evidentemente, dell’indagato Mancino. Invece il Pd, che governa con chi ha sempre infangato le istituzioni, fa lo schizzinoso con noi solo perché chiediamo a gran voce la verità, che certo non può essere insabbiata in nome di una presunta ‘infallibilità del Capo dello Stato. Ora finalmente, grazie a “Panorama” e al suo editore (la Mondadori di Berlusconi), per i dirigenti democratici la situazione sarà più chiara: l’articolo sul contenuto delle famigerate conversazioni ha mostrato in maniera lampante chi vuole giustizia, come l’Italia dei Valori, e chi invece strumentalizza la vicenda e vorrebbe ricattare Napolitano per fini politici. Scommettiamo che ora faranno la legge-bavaglio? Continua a leggere →

Tacere la verità non risolve i problemi

luglio 9, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“La verità evidentemente fa male al governo, ma tacerla non risolve i problemi del paese, serve solo a chi vuole tirare a campare fino a fine legislatura”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, che ha aggiunto: “Se Monti mal sopporta le critiche del presidente di Confindustria alla spending review e alla riforma del lavoro, c’è chi come Cicchitto si spinge oltre e accusa Squinzi di essere ostaggio della Cgil. Stiamo davvero passando i limiti della decenza. L’Italia – aggiunge –  ha un deficit di crescita senza precedenti e l’eccessiva tassazione sulle imprese è un dato di fatto. Monti e la Maggioranza-minestrone che lo sostiene, anziché prendersela con chi denuncia la ‘macelleria sociale’, si occupino dei problemi concreti del Paese e si attivino – conclude Belisario – per  ristabilire le prerogative del parlamento esautorato dai suoi poteri da troppo tempo  con continue fiducie  e decreti leggi imposti dal governo”.

La lotta all’evasione: una priorità, non solo a Cortina…

gennaio 6, 2012 in Economia, Politica, Politica e Valori

Nel paese dei furbi e degli evasori fiscali, se il furbo e l’evasore viene anche solo disturbato, tanto più in vacanza, non solo protesta ma s’indigna, parla di persecuzione e grida alla lesa maestà. Insomma, finché si fa finta di fare la lotta all’evasione, come è successo con Berlusconi al governo, tutto bene, ma quando il Fisco si mette a fare un po’ sul serio, dando la caccia ai superevasori, quelli che girano in Porsche o in Ferrari ma risultano ufficialmente nullatenenti,  ecco scoppiare la ‘rivolta’.

Così sul blitz operato a fine anno dall’Agenzia delle Entrate a Cortina, quello che ha ‘miracolosamente’ fatto impennare vendite e incassi di gioiellieri, ristoratori e albergatori, si sono scatenati insieme il vittimismo, lo sdegno e la rabbia dei poveri-ricchi in settimana bianca, dei commercianti ampezzani, del sindaco, dei furbi scoperti in flagranza e, ovviamente, della destra berlusconiana e leghista, da sempre vicina a chi, come disse Berlusconi, si sente moralmente autorizzato ad evadere.

E allora eccoli tutti uniti nel comune disprezzo per quella che Cicchitto ha subito definito “una operazione politica e mediatica di carattere straordinario e propagandistico”. Parole a cui si sono aggiunte quelle, sugli stessi toni, di Crosetto, Santanchè, Paniz, Capezzone, Galan e altri, a conferma di come la pensano davvero Pdl e Lega quando si tratta di tasse e di evasione fiscale.

Continua a leggere →

A Cicchitto chiedo almeno oggi un po’ di sobrietà

novembre 1, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Italia dei Valori, Politica

“Qualsiasi governo alternativo farebbe meglio di questo, ancora di più se nella sua compagine ci fosse una forza come l’Italia dei Valori”. A dichiararlo il capogruppo dell’IdV in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “di fronte ad una giornata drammatica come questa, Cicchitto dovrebbe avere la sobrietà di non attaccare l’opposizione, essendo la sua maggioranza, con le decisioni che non ha mai preso, nell’occhio del ciclone dei mercati internazionali. Fossi in lui, rivolgerei, piuttosto, un appello al premier, affinché stacchi la colla che lo tiene inchiodato alla sua poltrona e direi agli alleati di lavorare per il bene dell’Italia in silenzio, dimostrando nei fatti che questa volta hanno davvero capito la lezione. Invece – conclude Belisario – il capogruppo del Pdl attacca, come tutti coloro che sono nel torto. Ma le sue critiche non ci toccano, sappiamo che siamo in grado di governare e che l’alternativa è pronta. Mi dispiace, però, che in un giorno nero come questo, gli italiani debbano assistere all’ennesimo atto di impudente arroganza del centrodestra”.

Il Pdl accusa i media per nascondere le sue divisioni

ottobre 28, 2011 in Comunicati Stampa

“La visione deviata dell’informazione e delle istituzioni che abita nel centrodestra porta autorevoli esponenti dal Pdl a blaterare fesserie”. A dichiararlo Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, che aggiunge “pur di nascondere le difficoltà interne al governo, Gasparri, Cicchitto e Quagliariello pretendono che i mezzi di informazione non facciano il loro dovere e nascondano le notizie come la ‘lettera degli scontenti’ indirizzata al premier. Questa si chiama censura. Capisco che Berlusconi li abbia ‘addestrati’ ad un tipo di comunicazione a senso unico, e lo dimostra il Tg1 andato in onda ieri alle 20.00, ma nelle democrazie non funziona così e i giornalisti hanno il dovere di informare i cittadini. Stiano tranquilli i capigruppo Pdl – conclude Belisario – esiste il diritto di replica o di smentita e, chi eventualmente dovrà smentire, potrà farlo. Il loro sembra, piuttosto, un sottile tentativo di suggerimento rivolto a qualche collega. La maggioranza non ha ancora ben inteso che così non campa a lungo. La polvere che ha nascosto sotto il tappeto è talmente tanta che non c’è più spazio per nuovi raggiri”.

Governo. Premier pensava suo voto valesse doppio?

ottobre 11, 2011 in Comunicati Stampa, Senza categoria

“Cosa dirà domani Berlusconi per giustificare lo schiaffo preso oggi alla Camera? Forse, essendo noti i suoi deliri di onnipotenza, pensava che il suo voto valesse per due?” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “la verità è una sola: questo governo non ha più i numeri per governare e la compravendita dei parlamentari sta fallendo miseramente. Non sono in grado di compattarsi nemmeno sul bilancio annuale dello Stato. E’ inimmaginabile che traghettino il Paese fuori dalla crisi e che possano varare una qualsiasi riforma di alto respiro. Non è un caso – conclude Belisario – che il colonnello Cicchitto si sia affrettato ad annunciare il rinvio del ddl intercettazioni. Se i conti non tornano meglio non rischiare! Ci facciano il favore – conclude Belisario- dopo aver perso la dignità politica e la forza numerica, se ne vadano a casa e lascino spazio a chi ha davvero a cuore il bene dell’Italia”.

IL CONDONO, L’ULTIMA ARMA DEI BANDITI DELLA POLITICA IN VISTA DELLE ELEZIONI

ottobre 11, 2011 in Economia, Politica

Il condono è l’ultima arma dei banditi della politica, che vedono avvicinarsi la data delle elezioni e svendono la dignità delle istituzioni per un pugno di voti. Altro che edilizio o fiscale, questo è un meschino condono elettorale voluto da chi non ha più carte da giocare. Il condono è una misura ignobile e dannosa, tanto sul piano dell’etica che su quello dei conti pubblici: gli studi più autorevoli dimostrano che costa più di quello che rende ed è dannoso per le casse dello Stato, perché ci guadagnano solo i truffatori, quelli che non rispettano le regole, i furbastri che non aspettano altro. La banda dei disonesti al Governo dovrebbe sapere che, anche solo ipotizzandolo, il condono incentiva l’evasione e l’abusivismo, vere e proprie piaghe che bisognerebbe debellare per risanare la nostra economia e promuovere la giustizia sociale. Lo stesso Tremonti ebbe a dire che “in Sudamerica il condono si fa dopo il golpe, in Italia prima delle elezioni”. Questo è il Governo dell’illegalità e delle operazioni a perdere, sotto tutti i punti di vista, capace solo di fare eterne campagne elettorali e mai di amministrare nell’interesse del Paese. L’indignazione dei cittadini sta montando ogni giorno di più, se dovessero varare questo ennesimo scempio Berlusconi e i suoi alleati si preparino ad una sollevazione popolare. Continua a leggere →