Monti, lacrime di coccodrillo da campagna elettorale

febbraio 16, 2013 in Economia, Giustizia, Politica

Oggi Monti si sente smarrito di fronte agli scandali e si mostra basito guardando al moltiplicarsi dell’intreccio tra male affare e politica. Ma dove è stato fino ad oggi? Su Marte? O piuttosto Monti sapeva benissimo che il primo male da curare in questo Paese è la corruzione ? La verità è che il professore sapeva, ma quando era nel pieno delle sue funzioni ha fatto finta di non vedere (il caso Finmeccanica docet!). Continua a leggere →

Ddl anticorruzione, la controriforma è un regalo con i fiocchi ai disonesti: ora nessuno può negarlo

ottobre 27, 2012 in Giustizia, Politica

Dopo i rilievi negativi sul cosiddetto ddl anticorruzione espressi dal Consiglio Superiore della Magistratura, è arrivata anche la bocciatura dell’Associazione Nazionale Magistrati che ha definito il provvedimento un’occasione mancata. Le nostre critiche durissime, fatte in solitudine, alle norme volute da Governo e maggioranza trovano autorevoli conferme. Abbiamo fatto una battaglia a tutto campo per tentare raddrizzare questa malapianta, ma il Ministro Severino ha voluto blindare tutto con la fiducia. Ora si assume la responsabilità, insieme ha chi ha voluto e votato questa controriforma, di aver fatto un regalo con i fiocchi ai corrotti. Continua a leggere →

Ddl anticorruzione inutile e pericoloso, occasione mancata

ottobre 19, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Il presidente Monti dovrebbe spiegare come può essere ‘esemplare’ un provvedimento contro la corruzione che arretra nettamente nel contrasto alla concussione, che non prevede la corruzione tra privati, che non contiene i reati di falso in bilancio, di autoriciclaggio, di voto di scambio, che rimanda a un successivo decreto la questione centrale dell’incandidabilità dei condannati”. Lo ha detto il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, a Palermo per la campagna elettorale. “La verità – continua – è che il ddl anticorruzione, così come l’ha voluto il ministro Severino, non solo è inefficace ma rappresenta un grave e pericoloso compromesso al ribasso tra i partiti della strana maggioranza. L’Italia dei Valori ha ripetuto in ogni sede che il provvedimento andava integrato e migliorato e a quanto vedo oggi, non solo avevamo ragione, ma non siamo gli unici ad affermarlo. La Severino ha respinto tutte le proposte del Parlamento insistendo solo sulle proprie, con la conseguenza che il ddl deve comunque tornare alla Camera. Grazie a questo governo – conclude Belisario – quello che poteva essere un giorno ‘esemplare’ è di fatto una clamorosa occasione mancata”.

RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

settembre 14, 2011 in Giustizia, Politica

Ruby, in arte Rubacuori, è ufficialmente la nipote dell’ormai ex Presidente egiziano Mubarak: per fugare ogni dubbio, dopo la Camera anche il Senato oggi è stato chiamato a convalidare questa esotica ed improbabile parentela. Quindi, per il Parlamento, Berlusconi ha fatto pressioni alla Questura solo per chiedere il rilascio della parente stretta di un importante Capo di Stato, e non per evitare le scandalose rivelazioni di una minorenne e immigrata irregolare spesso ospite, dietro compenso, dei suoi squallidi baccanali. La verità è che in quella famigerata notte il premier ha voluto compiere un eroico gesto in difesa delle nostre relazioni internazionali, il suo più nobile atto di diplomazia politica che dimostra uno straordinario senso dello Stato. Continua a leggere →

FUORI LA P4 DAL PARLAMENTO: NESSUNO SALVI IL SOLDATINO ALFONSO PAPA

luglio 7, 2011 in Giustizia, Politica

Alfonso Papa e Silvio Berlusconi

Ieri la Giunta per le autorizzazioni a procedere ha ascoltato la difesa del deputato Pdl e magistrato in aspettativa Alfonso Papa, che a dimettersi da parlamentare non ci pensa neanche per scherzo nonostante le accuse di favoreggiamento, concussione e rivelazione di segreti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla P4. Intanto, per la prima volta nella sua storia, l’Associazione Nazionale Magistrati potrebbe espellere un suo iscritto per la evidente gravità delle sue condotte. Aveva un bel dire il neosegretario Alfano che nel Pdl non tutti sono vittime di una congiura come il povero Berlusconi: ci ha pensato Papa a smentirlo, anche lui parlando di sé in terza persona e dichiarandosi subito un perseguitato. Insomma, il Pdl è una cricca di innocenti. La vicenda però trascende le miserie del Pdl, perché intorno all’autorizzazione della richiesta di arresto della talpa di Luigi Bisignani si stanno sviluppando scenari politici inaspettati e puzzolenti. Continua a leggere →