L’incorreggibile Berluscondoni

febbraio 4, 2013 in Economia, Politica

Ieri il rimborso dell’Imu, oggi il condono tombale, domani magari l’eterna giovinezza. Ormai Silvio Berlusconi ha liberato la fantasia, straripa come un fiume di promesse in piena, dilaga con la peggiore propaganda elettorale alzando ogni volta l’offerta al mercato dei voti. L’Imu non basta? Ecco allora un classico intramontabile del suo centrodestra, il condono, giusto per rincuorare e incoraggiare furbi ed evasori, per tranquillizzarli dopo la promessa di accordo con la Svizzera. Il solito Berluscondoni, che non si smentisce mai… Continua a leggere →

Governo: vadano via prima di infangare tutti gli italiani

ottobre 24, 2011 in Comunicati Stampa

“Basta con le liti e i balletti, non ne possiamo più di questo governo. L’Europa ci chiede le riforme, gli industriali ci chiedono di farle bene e in fretta e nel frattempo Berlusconi, Tremonti e Bossi sono ai ferri corti sulle pensioni.
Tutto questo accade mentre il Consiglio dei ministri inizia con enorme ritardo e rimbalzano le conferme e le smentite per 12 vergognosi condoni, il solito premio all’illegalità.
Siamo all’epilogo, siamo alla frutta. Se ne vadano, per il bene del Paese, prima di gettare fango sugli italiani onesti”.
Lo ha detto il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

Foto: Lettera43

IL CONDONO, L’ULTIMA ARMA DEI BANDITI DELLA POLITICA IN VISTA DELLE ELEZIONI

ottobre 11, 2011 in Economia, Politica

Il condono è l’ultima arma dei banditi della politica, che vedono avvicinarsi la data delle elezioni e svendono la dignità delle istituzioni per un pugno di voti. Altro che edilizio o fiscale, questo è un meschino condono elettorale voluto da chi non ha più carte da giocare. Il condono è una misura ignobile e dannosa, tanto sul piano dell’etica che su quello dei conti pubblici: gli studi più autorevoli dimostrano che costa più di quello che rende ed è dannoso per le casse dello Stato, perché ci guadagnano solo i truffatori, quelli che non rispettano le regole, i furbastri che non aspettano altro. La banda dei disonesti al Governo dovrebbe sapere che, anche solo ipotizzandolo, il condono incentiva l’evasione e l’abusivismo, vere e proprie piaghe che bisognerebbe debellare per risanare la nostra economia e promuovere la giustizia sociale. Lo stesso Tremonti ebbe a dire che “in Sudamerica il condono si fa dopo il golpe, in Italia prima delle elezioni”. Questo è il Governo dell’illegalità e delle operazioni a perdere, sotto tutti i punti di vista, capace solo di fare eterne campagne elettorali e mai di amministrare nell’interesse del Paese. L’indignazione dei cittadini sta montando ogni giorno di più, se dovessero varare questo ennesimo scempio Berlusconi e i suoi alleati si preparino ad una sollevazione popolare. Continua a leggere →

Cicchitto è killer della legalità

ottobre 10, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Cicchitto, killer della legalità e dell’equità sociale, anche oggi ci ha regalato la sua dose patetica di difesa dell’indifendibile: le polemiche sul condono non intimidiscono il Pdl? E qual è la novità? E’ dall’inizio della legislatura che provano a inserire, in vari provvedimenti, sanatorie di ogni tipo”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Il condono, di qualunque tipo sia, è esempio di sciagurata arroganza nei confronti dell’Italia onesta. E gli spot televisivi  del governo sono l’ennesima presa in giro, un vero e proprio insulto ai lavoratori, alle imprese che rispettano fisco e previdenza, ai disoccupati, ai precari e ai pensionati.

Anche il giochino della Lega, che ogni volta grida allo scandalo quando i cavalli sono già usciti dalla stalla,  non incanta più nessuno. Sono bolliti, finiti, al capolinea e  sempre più isolati dal resto del Paese reale. I vari Cicchitto a parole possono inventarsi, anche tutti i giorni, il triplo salto mortale, ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti: non riusciranno ad evitare la loro Caporetto, ma almeno – conclude Belisario –  la smettano di affossare il Paese”.

Un nuovo condono sarebbe un’infamia ingiustificabile, pronti a scendere in piazza se il governo ci prova

ottobre 9, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

Un nuovo condono sarebbe solo un’infamia, l’ennesimo tradimento del governo alle spalle degli italiani onesti. Niente potrebbe giustificarlo e per questo siamo pronti anche a scendere in piazza se il governo e la maggioranza proveranno a infilarne uno nel decreto sviluppo”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, secondo cui “un altro condono, magari sia edilizio che fiscale, come chiede Cicchitto, significherebbe legittimare l’illegalità e incoraggiare l’evasione, rappresenterebbe una pietra tombale sulla richiesta di giustizia sociale che viene dalla gente. Non si può far passare ancora una volta il messaggio che se paghi le tasse e rispetti le regole sei un fesso, perché, se non lo fai, prima o poi arriva una bella sanatoria che sistema tutto”. “Nella maggioranza – aggiunge l’esponente IdV – c’è chi fa finta di non capire, ma la verità è che l’imbarazzante balletto sul condono, con ministri che smentiscono altri ministri ed esponenti più o meno autorevoli del Pdl a rincorrersi per avere l’ultima parola, dimostra che il centrodestra è sempre più diviso e sempre meno credibile. Si è scatenata la corsa al dopo Berlusconi e nessuno vuole arrivare secondo – conclude Belisario – per loro l’interesse del Paese viene solo dopo

BERLUSCONDONI E L’IRRESISTIBILE TENTAZIONE DI UN ALTRO INDEGNO REGALO AGLI EVASORI

ottobre 8, 2011 in Economia, Politica

Condono sì, condono no, condono forse. Nella maggioranza la tentazione è forte, ma va a voci alterne. C’è chi vuole la sanatoria a tutti costi e chi invece scopre (o fa finta di scoprire) uno sconosciuto senso del pudore. Così Tremonti, uno dei padri dei tanti vergognosi condoni che hanno gratificato i furbi e gli evasori d’Italia negli anni di governo del centrodestra, oggi frena, stoppando i ministri Fitto e Matteoli ma pure i capigruppo del Pdl Gasparri e Cicchitto. Così perfino un esperto di ‘porcate’ come Calderoli parla di ‘roba da Repubblica delle banane’. Continua a leggere →

Condono, Berlusconi ci metta la faccia e dica che non si farà

ottobre 8, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Nello sconcertante dibattito sul condono che si è aperto nel centrodestra l’unica voce che ancora non si è sentita è quella di Berlusconi: il premier ci metta la faccia e dica in maniera chiara e definitiva agli italiani che non è un’ipotesi al vaglio del governo”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Mi rendo conto che il presidente del Consiglio è impegnatissimo a far festa con Putin e non ha perciò tempo di occuparsi del Paese, ma lo spettacolo di ministri e autorevoli esponenti della maggioranza che si smentiscono l’un altro su un tema così delicato è davvero insopportabile e offensivo. Il passato insegna che di questa maggioranza non ci si può fidare, soprattutto quando si tratta di condoni, e l’ambiguità di questi giorni rende legittimo il sospetto che se ne stia preparando uno per fare un altro vergognoso regalo ai furbi e agli evasori. Gli italiani onesti, quelli che hanno sempre pagato, non vogliono più sentir parlare di condono – conclude Belisario -, Berlusconi metta perciò una volta per tutte la parola fine a una telenovela che è durata anche troppo zittendo in modo inequivocabile chi ancora insiste a fare proposte molto più che indecenti”.

Condono. Governo smentisce se stesso un giorno sì e l’altro pure

ottobre 7, 2011 in Comunicati Stampa

“Siamo al ridicolo con un governo che smentisce se stesso e la maggioranza che lo sostiene un giorno sì e l’altro pure”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Come possiamo prendere seriamente la nota di Palazzo Chigi che esclude qualsiasi ipotesi di condono? Poche ore prima, a prospettare l’ipotesi, erano stati addirittura i due capigruppo del Pdl alla Camera e al Senato e il ministro Fitto. La verità è che la maggioranza ha un’unica linea solo quando si tratta di compattarsi a difesa di un premier che spara stupidaggini e chiede fedeltà sulle leggi ad personam. Per il resto, non ha una rotta e naviga a vista come provano annunci e politiche schizofreniche. In una fase così delicata per il Paese il governo sta mostrando tutte le sue spaccature e la sua incompetenza. Vorremmo tirare un sospiro di sollievo – conclude Belisario – per la smentita sul condono, ma con Berlusconi le bugie sono all’ordine del giorno”.