Il film già visto di Montezemolo, Fini e Casini: “Monti due, la vendetta”

settembre 30, 2012 in Politica

Alla convention del fu Terzo Polo, guidato da Fli e Udc dopo l’eclissi dell’Api di Rutelli, a tenere banco è stato il grande assente Luca Cordero di Montezemolo. Infatti il presidente della Ferrari ha annunciato con grande tempismo di voler restare ai box per lanciare su pista il professor Monti. Il secondo mandato del premier, quindi, ha avuto la benedizione degli industriali e del duo Fini-Casini, che evidentemente condivide altri interessi oltre alla Presidenza della Camera. Come avevamo previsto, tanto tuonarono i poteri forti che piovve il Monti-bis. L’Assemblea dei Mille dice di puntare al rinnovamento, ma rilancia centristi e tecnici al Governo sotto le mentite spoglie di una Lista civica per l’Italia. Insomma, la presunta novità della scena politica è un film già visto: “Monti due, la vendetta”. Un horror di cui l’Italia non sentiva proprio il bisogno. Continua a leggere →

Il Governo butti giù la maschera del disastro

settembre 13, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro

 

 

“Ma cosa altro ci vuole per far cadere la maschera di questo governo del disastro?” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “oggi l’Istat parla di un carrello della spesa che vola al 4,2% su base annua. Sempre oggi il Centro studi di Confindustria prevede che il tasso di disoccupazione arriverà alla fine del 2013 al 12,1%. Inevitabilmente, sempre gli industriali, parlano di una contrazione dei consumi del 3,2% a cui, entro la fine del prossimo anno, si aggiungerà un’ulteriore contrazione dello 0,6%. Come si può pretendere che le famiglie spendano soldi che non hanno? L’economia è totalmente paralizzata: in assenza di politiche che rilancino lo sviluppo non si creano posti di lavoro, le famiglie non spendono e le imprese non investono, anzi chiudono per i troppi debiti. Così non si fa altro che alimentare un circolo vizioso per cui chi è povero diventa sempre più povero. Non bastano più gli slogan da fiaba, gli italiani ci sono già passati nel ’94. I vostri provvedimenti stanno portando alla disperazione e le spiegazioni da supertecnici non convincono più. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – si pone come alternativa al montismo e al berlusconismo. Ci auguriamo che al più presto si vada al voto con un fronte compatto di alleati di centrosinistra che condividono la linea dell’equità, della giustizia e della solidarietà, per un governo politico credibile”.

Dati Centro Studi Confindustria sono preoccupanti, Passera è desaparecido

luglio 30, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Le imprese italiane  non godono affatto di buona salute, così come registra, ancora un volta,  il centro Studi di Confindustria. Del resto, stiamo ancora aspettando di vedere un Piano industriale nazionale degno di questo nome, che rilanci il ‘made in Italy’ e il ministro Passera risulta essere desaparecido”.  Lo dichiara il senatore Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a palazzo Madama, che aggiunge: “Fino ad oggi il governo non ha fatto nulla per la crescita del Paese; Il decreto sviluppo è poco più di una scatola vuota e il provvedimento sulla spending review, su cui l’esecutivo si appresta a chiedere l’ennesimo voto di  fiducia,  è a totale servizio delle lobby più potenti. Se ai dati della Confindustria si aggiunge poi la sicura ondata speculativa finanziaria, che pende come una spade di Damocle sull’Italia, è chiaro che il  rischio di default è sempre dietro l’angolo e poco importa se lo spread continuerà ad essere altalenante. La verità è che il governo Monti si è dimostrato totalmente incapace di far uscire il Paese dalla crisi ed è pertanto urgente e fondamentale – conclude Belisario – avere un nuovo esecutivo politico e un nuovo parlamento che siano credibili agli occhi dei lavoratori, delle imprese e dei mercati internazionali”.

Se io fossi Monti chiederei scusa agli italiani

luglio 10, 2012 in Economia, Lavoro, Politica

Se io fossi il presidente Monti, sentirei il dovere di chiedere scusa agli italiani. Con onestà, riconoscendo di non aver saputo portare a termine la missione affidata, ossia quella di salvare l’Italia dal disastro a cui l’aveva portata Berlusconi chiamando finalmente a fare la propria parte chi ha di più e a chi non ha mai dato. Non è andata così, otto mesi dopo possiamo dirlo con cognizione di causa, oltre che con legittima delusione e giustificata rabbia. Continua a leggere →

Tacere la verità non risolve i problemi

luglio 9, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“La verità evidentemente fa male al governo, ma tacerla non risolve i problemi del paese, serve solo a chi vuole tirare a campare fino a fine legislatura”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, che ha aggiunto: “Se Monti mal sopporta le critiche del presidente di Confindustria alla spending review e alla riforma del lavoro, c’è chi come Cicchitto si spinge oltre e accusa Squinzi di essere ostaggio della Cgil. Stiamo davvero passando i limiti della decenza. L’Italia – aggiunge –  ha un deficit di crescita senza precedenti e l’eccessiva tassazione sulle imprese è un dato di fatto. Monti e la Maggioranza-minestrone che lo sostiene, anziché prendersela con chi denuncia la ‘macelleria sociale’, si occupino dei problemi concreti del Paese e si attivino – conclude Belisario – per  ristabilire le prerogative del parlamento esautorato dai suoi poteri da troppo tempo  con continue fiducie  e decreti leggi imposti dal governo”.

Dati di Confidustria sono ulteriore avviso di sfratto per il governo

giugno 28, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“Purtroppo la fotografia scattata oggi da Confindustria è quella che gli italiani vivono tutti i giorni sulla loro pelle: siamo in un momento di crisi tale da potersi paragonare a quelli che si vivevano nell’immediato dopo guerra”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “il problema è che fino a ieri c’era un governo che negava la realtà, oggi ce n’è un altro che, pur ammettendo il grave momento economico, sta facendo scelte sbagliate, inique e antisociali. Dai dati del Centro Studi di Confindustria, che parlano di un Italia senza futuro in cui a pagare sono le industrie e le nuove generazioni, con un milione  e mezzo di posti di lavoro in meno nel 2013, emerge chiaramente che la linea del rigore di Monti e del ministro della ‘Disoccupazione’ Fornero stanno spingendo il Paese in un baratro sempre più profondo, in cui il conflitto si tramuta in una guerra tra ricchi e poveri. E’ davvero significativo che sia Confindustria a confermare che siano stati difesi fino ad oggi solo interessi di parte, alla faccia del bene dell’Italia. Questo è un ulteriore avviso di sfratto per il governo delle corporazioni. Il problema non è ‘euro o lira’ – conclude Belisario – , il problema è affidare la guida dell’Italia ad un governo politico, scelto dai cittadini, che abbia un programma chiaro e condiviso con al centro la difesa delle fasce più deboli, dei lavoratori e dei giovani e che scommetta sul futuro dell’Italia”.

Monti ha perso l’appoggio dei poteri forti? Cerchi meglio…

giugno 8, 2012 in Comunicati Stampa

“Monti  ha perso l’appoggio dei poteri forti? Cerchi meglio, vedrà che li ritrova dove li ha lasciati l’ultima volta. Basta guardare alle riforme del lavoro e delle pensioni, alle norme salva-banche, all’aumento delle tasse per le fasce più deboli, alla mancata lotta a corruzione ed evasione fiscale: è chiaro che dietro i provvedimenti iniqui del Governo c’è la mano dei potentati economici. Noi l’abbiamo sempre detto: questo è l’esecutivo dei poteri forti. Ora lo ammette anche il premier, ma il suo pianto greco non è credibile”. Lo dichiara il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

La riforma del lavoro è pessima, la Fornero ormai vive sulla luna

maggio 24, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro, Politica

“E’ da tempo che abbiamo capito che il ministro Fornero vive sulla luna. Nessuna persona perbene e con un minimo di buonsenso può pensare che la sua pessima riforma del mercato del lavoro sia giusta ed equa. E’ ovvio che non va bene per i lavoratori, che ne risultano fortemente penalizzati, ma anche Confindustria, che sembra aver scritto la riforma, si lamenta della sua inefficacia. E’ un altro fallimento di Monti e dei supertecnici ed è chiaro che il governo vuole chiedere la fiducia solo per tenere insieme con la colla una maggioranza riottosa e scombinata”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario.