Sui tagli alla spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Se poi il relatore del Def è Marco Milanese…

aprile 22, 2012 in Economia, Politica

Quando c’è da imporre sacrifici ai cittadini, il Governo parla con una voce sola, se invece si tratta di tagliare la spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Lo stesso Passera ammette che ci sono delle resistenze, ciò significa che il Ministro Giarda sta lavorando alla spending review con una forbice spuntata. Le manifestazioni di corporativismo dei tecnici sconfessano le rosee previsioni del Documento di economia e finanza, così il pareggio di bilancio resterà una chimera e serviranno altre tasse sulle fasce sociali più deboli. Inutile fare carte false, i conti pubblici non tornano: il ragionier Monti, che sta scardinando lo Stato sociale e vessando i cittadini, applichi questo stesso rigore contro gli sprechi della politica e delle pubbliche amministrazioni. Altrimenti altro che la “task force” chiesta dal Ministro Giarda, a richiamare l’Esecutivo sui bilanci fuori controllo ci penserà la Corte dei Conti. Almeno, per guadagnare un minimo di credibilità, andrebbe ritirata la nomina a relatore del Def di Marco Milanese, l’ex consigliere dell’allora Ministro Tremonti, già scampato ad una richiesta di arresto e accusato di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Continua a leggere →

I cittadini hanno ragione: la casta e’ insopportabile!

febbraio 1, 2012 in Politica

I cittadini hanno ragione: la casta e’ insopportabile! Non si ferma davanti a niente, ingorda e arrogante allunga le mani su tutto, per arraffare sempre di piu’. E’ la malapolitica al potere, quella che rende ogni giorno più grande la distanza tra il Palazzo e il Paese reale. Non bastavano l’appartamento comprato all’insaputa di Scajola, il caso Penati, il Salaria Sport Village, le varie P3 e P4, le vacanze pagate all’ex sottosegretario Malinconico, ad aggiornare il tristemente lungo elenco del malaffare politico si aggiungono ora i casi di Lusi e di Conti. Continua a leggere →

Conti chiarisca la scandalosa compravendita, su immobile Enpap gravi sospetti

febbraio 1, 2012 in Comunicati Stampa

“La vicenda del senatore Riccardo Conti, anche lui del partito degli onesti, conferma che la questione morale è sempre più allarmante. Con il colpo grosso dei 18 milioni di euro guadagnati in poche ore, Conti ha dimostrato di avere il senso per gli affari che puzzano di imbroglio: chiarisca subito questa scandalosa compravendita”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario, che annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare al Ministro del Welfare. “Comprare un immobile a 26,5 milioni di euro e rivenderlo nella stessa giornata a 44 milioni è già di per sé un’operazione ambigua. Ancor più sospetto – aggiunge – è il ruolo del Fondo Omega gestito dalla Fimit: istituito per valorizzare il patrimonio del gruppo Intesa Sanpaolo, svende ad insaputa di quest’ultimo un edificio di 3.900 metri quadri nel centro di Roma, senza ricevere da Conti neanche un euro o uno straccio di garanzia. Per non parlare dell’Enpap che, sempre a sua insaputa, acquista l’immobile ad un prezzo quasi doppio rispetto a quello pagato dal senatore del Pdl. Questa preoccupante vicenda ha danneggiato anzitutto gli psicologi iscritti all’Ente di previdenza, chiederò al Ministro Fornero di accertare se siano state compromesse pensioni e Tfr garantiti anche dal patrimonio immobiliare dell’Enpap. Spetterà alla magistratura valutare se aprire un’inchiesta, ma – conclude Belisario – il comportamento del senatore Pdl Conti fa sorgere gravi sospetti”.

Lotta all’evasione è un dovere per tutti

gennaio 23, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Politica e Valori, Senza categoria

Se in Italia lo scorso anno tutti avessero pagato regolarmente le tasse, non ci sarebbe stato bisogno di nessuna delle tre pesantissime manovre varate tra luglio e dicembre e, anzi, sarebbe avanzato abbastanza per tenere i conti pubblici a posto per un bel po’. Già, perché le misure lacrime e sangue approvate nel 2011 dal governo Berlusconi e dal governo Monti valgono 81,2 miliardi di euro “a regime” dal 2014, che è molto meno dei 120 miliardi di euro sottratti al Fisco. Attenzione: si parla solo di quelli scoperti, perché è chiaro che l’evasione reale ammonta a molto, molto di più. Continua a leggere →

Manovra. Uomo deve essere al centro della politica economica

settembre 2, 2011 in Comunicati Stampa

“Purtroppo ci si dimentica troppo spesso che al centro della politica c’è l’uomo con i suoi diritti, oltre che i suoi doveri”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, a commento delle affermazioni del segretario di Stato vaticano, Cardinale Bertone. “Accade, così, che i diritti sociali vengono a volte sacrificati. Ma è inaccettabile che ciò succeda. Tutto – aggiunge Belisario – nasce da un equivoco di fondo: ad oggi l’Europa è un Unione monetaria e bancaria ma non politica. Ciò comporta che si guarda spesso, certamente a ragione, alla tenuta dei conti. Orientamento comprensibile, ma questo non può avvenire aumentando le fasce di povertà e portando le famiglie sulla soglia della disperazione. L’uomo, a partire da chi è più debole e bisognoso, deve essere sempre l’interesse primario dell’attività politica e in questa direzione vanno studiate e messe in atto anche e soprattutto le strategie economico-finanziarie”.

Manovra-Lodo. Quanti governi abbiamo?

luglio 7, 2011 in Comunicati Stampa

“Volendo fare i conti non so più quanti governi abbia questo Paese”, commenta il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, “prima c’è quello della manina segreta che inserisce nella manovra una norma per salvare il patrimonio di Berlusconi. Poi ce n’è un altro che nega di saperne qualcosa e che, di fronte ai rilievi del Colle e ai ricatti leghisti, la ritira. E voilà oggi ne appare un altro ancora: prima è il premier ad annuciare che quella leggina uscita dalla porta rientrerà dalla finestra, via emendamento. Gli fa eco Quagliariello che annuncia un disegno di legge a firma Gasparri-Quagliariello da presentare in Senato. Pensate sia tutto qui? Magari! Basta attendere qualche secondo e spunta il governo a traino leghista che con Bossi dice di non saperne nulla di un nuovo testo ‘salva Mediaset’. Veramente una barzelletta, anche se c’è poco da ridere perchè questi venditori di fumo hanno la presunzione di dire che guidano il Paese, quando l’unico loro interesse è garantire gli interessi del premier e incassare qualche poltrona in più. Intanto l’Italia soffoca nella precarietà. E’ ora che il centrodestra appenda le scarpe al chiodo e lasci spazio a chi questo lavoro lo vuole fare con onestà e passione per il bene comune”

UNA VERA E PROPRIA PATRIMONIALE SULLE PENSIONI

luglio 2, 2011 in Senza categoria

Si accettano suggerimenti… vorrei capire dove è il rigore di questa manovra finanziaria, perché a me sembra che il governo “come al solito” sia stato frainteso. Anziché di rigore nel mantenere i conti in ordine, infatti, il superministro dell’Economia, parlava di rigore nel mantenere intatti gli interessi dei soliti privilegiati e noi non l’abbiamo capito!
Ci sarebbe quasi da augurarsi che restino immobili perché, ogni qualvolta decidono di fare qualcosa, hanno la capacità di fare un danno al Paese. Questa volta ad essere sotto schiaffo sono 13 milioni pensionati, colpiti dalla manovra con una vera e propria patrimoniale sulle loro pensioni. Continua a leggere →