Si parte con il Movimento 139

giugno 15, 2013 in Politica

Oggi a Roma, dalla sala Capranichetta di piazza Montecitorio, abbiamo presentato la nostra risposta alla politica degli inciuci, delle primarie eterodirette, delle correnti rissose e dei congressi fasulli. Siamo alla fase fondativa di un percorso diverso, fra coloro che da tempo sono andati oltre i recinti dei vecchi partiti, con i cittadini che vogliono impegnarsi ancora in una politica fatta di partecipazione e coinvolgimento dal basso, in modo collegiale e orizzontale al tempo stesso. Continua a leggere →

Il 2 giugno e la difesa della Costituzione

giugno 5, 2013 in Politica

Domenica 2 giugno, e la data è un segno inequivocabile, “Libertà e Giustizia” ha organizzato a Bologna una iniziativa pubblica chiamandola “non è COSA VOSTRA”, a cui il Movimento 139 ha aderito. Continua a leggere →

Nasce il Movimento 139, il 15 giugno una grande Assemblea

maggio 28, 2013 in Politica

Oggi, con Leoluca Orlando e Carlo Costantini, ho presentato alla Camera dei deputati il “Movimento 139″: un nuovo progetto politico e culturale, non l’ennesimo partito, che nasce proprio per rispondere alla crisi della rappresentanza istituzionale così come si è sviluppata negli ultimi anni. 139 come gli articoli della Costituzione, il perno della nostra democrazia: da qui vogliamo contribuire a rifondare la politica, all’interno del centrosinistra ma al di là degli apparati di partito. Continua a leggere →

Si è chiuso un ciclo, ora apriamo una nuova fase per il centro sinistra

maggio 8, 2013 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica

Oggi, con Leoluca Orlando e Carlo Costantini, ho tenuto una conferenza stampa alla Camera dei deputati per presentare il nostro progetto che nasce sulla base del documento “Coerenza e democrazia” inviato all’Esecutivo nazionale IdV e firmato da moltissimi dirigenti, eletti e cittadini. Le ultime elezioni hanno travolto in un modo o nell’altro tutto il sistema dei partiti, è necessario un cambio di rotta. A partire proprio dall’Italia dei Valori, il cui patrimonio di idee, proposte e progettualità va preservato perché rappresenta un patrimonio comune. Continua a leggere →

Serve una riforma dei partiti

febbraio 17, 2013 in Italia dei Valori, Politica

“Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”, così l’articolo 49 della Costituzione sancisce il diritto-dovere di vita dei partiti politici. Eppure se chiediamo agli italiani che ne pensano, metterebbero al rogo i partiti e tutta la classe politica. La colpa è di coloro che hanno gettato fango sulle istituzioni, tanto che da creare un cortocircuito tra la società e il Palazzo e a da diffondere il pensiero che “siamo tutti uguali”. Continua a leggere →

Nel Giorno della Memoria Berlusconi omaggia Mussolini. Serve una nuova Resistenza culturale

gennaio 27, 2013 in Politica

Il 27 gennaio 1945 le truppe alleate abbatterono i cancelli di Auschwitz, ponendo fine alla prigionia nel campo di concentramento, ma svelando anche l’orrore dell’Olocausto. Quando si ricorda la Shoah si guarda il vero volto del  nazifascismo, la folle ideologia che ha messo in atto lo sterminio di milioni di persone. Oggi, nel Giorno della Memoria, Berlusconi ha dichiarato che le leggi razziali sono state la peggior colpa di Mussolini, che per tanti altri versi aveva fatto bene. Una dichiarazione ignobile e strumentale, che offende la memoria delle vittime della Shoah e conferma la necessità di una  nuova Resistenza culturale. Continua a leggere →

E adesso, sull’Imu daremo retta all’Europa?

gennaio 8, 2013 in Comunicati Stampa, Economia, Politica, Sociale

“L’Italia dei Valori ha sempre sostenuto che l’Imu, inventata da Berlusconi e così come l’ha voluta Monti, è un balzello iniquo che colpisce soprattutto le fasce sociale più deboli. Adesso anche l’Europa dice che si tratta di un’imposta che aumenta la povertà”. Ad affermarlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, e la senatrice IdV Patrizia Bugnano, secondo cui: “il professore ha sempre agito dietro l’alibi del ‘ce lo chiede l’Europa’, ma a noi piuttosto sembra che lo abbia fatto solo quando gli serviva una scusa per coprire gli interessi suoi e dei suoi amici lobbisti. Ora la Ue chiede un’imposta progressiva, secondo quanto previsto dall’articolo 53 della Costituzione. Mi chiedo: cosa farebbe Monti se tornasse al governo? Vestirebbe i panni del tecnico ‘lacrime e sangue’ che colpisce con la mannaia le famiglie per salvare banche, assicurazioni e corporazioni varie o sarebbe il Monti della campagna elettorale che addirittura parla della possibilità di abolire l’Imu? Non è credibile, così come non lo è stato mai Berlusconi. Politicanti che parlano  in un modo in campagna elettorale e agiscono in un altro al governo. L’Italia dei Valori – concludono – è sempre stata coerente dentro e fuori il Palazzo, ha difeso con le unghie e con i denti i cittadini proponendo una politica economica nel nome della solidarietà e dell’equità. La stessa che trova la sua piena rappresentanza nelle proposte di Rivoluzione Civile”.

Il pregio raro della coerenza

gennaio 2, 2013 in Politica

In politica la coerenza è ormai diventata merce così rara che essere coerenti non è più la regola ma l’eccezione. Ebbene, l’Italia dei Valori può rivendicare con legittimo orgoglio di essere questa eccezione. Lo dico con la forza dei fatti, perché in cinque anni di legislatura siamo sempre rimasti fedeli ai nostri princìpi e al rispetto dei nostri elettori come dimostrano le battaglie che abbiamo combattuto in Aula e nelle piazze. Ci siamo presentati con un programma e con una proposta politica chiari e non abbiamo cambiato idea, nemmeno quando siamo rimasti unica voce fuori dal coro, bersaglio preferito da destra e da sinistra. Continua a leggere →