Sulla crisi l’opposizione è sempre stata responsabile

novembre 1, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Italia dei Valori, Politica

“L’opposizione è sempre stata responsabile. Lo è stata al punto da consentire l’approvazione in tre giorni, ad agosto, di una manovra economica urgente chiesta dall’Europa”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “dico agli esponenti del governo che attaccano oggi le opposizioni che, se un confronto fino ad ora non è stato possibile, è solo colpa dei provvedimenti ad personam su cui il governo ha posto sempre la fiducia. Come se non bastasse si minaccia un altro passaggio blindato su un pacchetto di misure economiche già presentate all’Unione europea, senza l’approfondimento parlamentare dovuto. Inutile che continuino a buttare le colpe del loro fallimento sul centrosinistra, quando il principale problema ce l’hanno in casa e si chiama mancanza di credibilità del premier e dei suoi accoliti. I cittadini glielo hanno mandato a dire in tutti i modi, oggi ci stanno pensando i mercati. Nel frattempo il Paese annaspa. Berlusconi si faccia da parte e la parola passi a Napolitano. L’IdV – conclude Belisario – pur volendo le elezioni, capisce la gravità del momento e si dichiara disponibile ad una fase di transizione, senza preconcetti, ma breve e con due obiettivi: portare l’Italia fuori da questa empasse e varare una nuova legge elettorale”.

Valter Lavitola Sottosegretario di Stato: Berlusconi spieghi tutto e si dimetta subito

ottobre 24, 2011 in Economia, Politica

Il torbido legame tra Berlusconi e Lavitola assume risvolti sempre più inquietanti: ora siamo all’aperta richiesta di una poltrona da Sottosegretario. Altro che sospetti infondati e ridicoli, siamo di fronte ad una vicenda tragica e grottesca, da fine Impero, che trova ogni giorno ulteriori conferme anche da parte dei soggetti direttamente coinvolti. Se l’ex direttore dell’Avanti! è arrivato a pretendere un posto nel Governo, mentre sono state avviate indagini per un giro di escort e ricatti, è chiaro che il premier è in forte debito con lui: Berlusconi venga in Aula a chiarire quali funzioni svolgeva Lavitola e in cambio di che cosa, ma subito dopo ponga fine a questo scempio e restituisca dignità al Paese. Continua a leggere →

Anche Confesercenti conferma che questa manovra è iniqua

settembre 13, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Anche i dati pubblicati da Confesercenti dimostrano che questa è una manovra iniqua e antisociale che deprime i consumi e paralizza la crescita”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato Felice Belisario, che aggiunge “l’IdV è sempre stata contraria all’innalzamento dell’Iva, che pesando in modo uguale su tutti, finisce per far pagare ricchi e poveri, senza distinzione. Tutti sanno che la crisi ricadrà solo sulle famiglie e sui lavoratori, solo Berlusconi continua a raccontare favole, parla di conti in ordine e di un provvedimento giusto. Ma chi crede di prendere per fessi? Gli italiani non si fanno più ingannare da chi finge di interessarsi a loro solo il giorno in cui deve scappare dai processi e affida alla sua corte di accoliti un provvedimento blindato dalla fiducia . L’Italia dei Valori – conclude Belisario – sta dalla parte degli italiani e continuerà a farlo fino alla fine, combattendo con le unghie e con i denti, dentro e fuori il Parlamento, perché questo Paese merita un futuro e il futuro è legato anche alla crescita e alla credibilità politico-economica”.

Governo vero tappo che impedisce soluzione crisi

agosto 8, 2011 in Comunicati Stampa

“L’andamento dei mercati di questa mattina conferma che il governo Berlusconi non ha alcun credito e che ormai il nostro Paese è nelle mani di speculatori a causa di governanti incompetenti e spregiudicati.” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato Felice Belisario, secondo cui “la poca credibilità del governo ha fatto sì che la Bce fosse costretta a intervenire con un vero e proprio commissariamento, che rischia da tutela di trasformarsi in ricatto grazie alle bugie di Berlusconi. Del resto le indiscrezioni che si apprendono dalla stampa sui contenuti della lettera all’Italia sono chiari: se l’Italia disattende il merito della missiva, può scordarsi l’intervento della Bce, se ne applica i ‘suggerimenti’ , può, invece, sperarci. Ultimo vulnus è la continua e reiterata omissione del confronto con l’opposizione che ad oggi non conosce i contenuti ufficiali della lettera inviata da Trichet. Uno schiaffo alla democrazia – conclude Belisario – e l’ennesima smentita del governo di pulcinella che, d’altronde, è il vero e unico tappo che impedisce al Paese di trovare la strada d’uscita dalla crisi. Ma l’alternativa è pronta e gli italiani lo sanno. Questo governo, più bugie racconta, più si sgonfia anche nella sua credibilità ”.

Governo non indispensabile anche per il Financial Times

agosto 2, 2011 in Comunicati Stampa

“Il problema di questo Paese, anche sui mercati e sulla scena internazionale, è la credibilità di questo governo”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge “l’editoriale di oggi del Financial Times inquadra perfettamente la situazione italiana, ricordando che né Tremonti né Berlusconi sono indispensabili e ricorda quanto la posizione del ministro dell’Economia sul caso Milanese sia alquanto anomala, un ministro che offre un cattivo esempio alla lotta all’evasione fiscale e a quegli italiani a cui aumenta le tasse. Il fatto, poi, che il governo abbia deciso di incontrare le parti sociali senza l’opposizione – continua Belisario – dimostra, ancora una volta, che l’obiettivo del premier non è quello di trovare una soluzione per risollevare le sorti dell’Italia, ma solo mettere l’ennesima toppa per tirare a campare il più possibile. Per noi dell’Italia dei Valori l’unica strada possibile è quella delle dimissioni subito per andare ad elezioni. La situazione è drammatica e non possiamo perdere tempo. E’ questa l’ora dell’alternativa scelta dagli elettori e non dei governicchi e delle formule tecniche-istituzionali o di salute pubblica”.

Berlusconi conferma credibilità internazionale pari a zero

luglio 30, 2011 in Comunicati Stampa

“Vorremmo sapere da quali fonti certe il presidente del Consiglio abbia appreso che la sua vita e quella della sua famiglia siano minacciate dalla voglia di vendetta di Gheddafi”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario “l’Italia, ormai, ha una credibilità internazionale pari a zero che si riversa, con un costo altissimo, anche sui mercati finanziari. La politica estera schizofrenica di un governo che passa dal baciamano al dittatore libico alle bombe non è certo segno di una governance chiara e degna di un Paese democratico all’altezza dei suoi partners europei”.
“Lascia perplessi, poi, che alle sue paure, Berlusconi unisca ancora una volta il rammarico per aver perso uno dei migliori amici dell’Italia, in una guerra che lui non avrebbe voluto ma che è stato costretto a fare – aggiunge Belisario. Siamo veramente alla farsa: Gheddafi è un dittatore a giorni alterni? Quella guerra chi l’ha voluta se non questo governo? Quale è la politica estera di Berlusconi e del ministro fantasma Frattini?”
“Per carità, non sottovalutiamo la sicurezza del premier, al quale va assicurata tutta la protezione necessaria. Ma il suo ruolo – conclude Belisario -  imporrebbe maggiore chiarezza davanti agli organi competenti a difendere lui e il Paese, e non dichiarazioni a mezzo stampa, poi corrette al limite della smentita, per distogliere l’attenzione dalle vergognose faccende interne che lo riguardano”.

IL NO DELL’IDV ALLA MANOVRA, IL MIO INTERVENTO IN AULA

luglio 14, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Visualizza il Video su Youtube

Presidente, Ministro dell’Economia,

dopo annunci, tensioni e scontri nella maggioranza, bufera sui mercati, approda in Aula una brutta, bruttissima manovra.
Una manovra distante anni luce dall’impostazione sociale ed economica dell’Italia dei Valori, una manovra che però, ci dicono, potrebbe salvare il nostro Paese dal rischio default, vera e propria bancarotta per l’Italia.
Per queste ragioni abbiamo evitato di porre in essere manovre ostruzionistiche che sarebbero state peraltro vanificate dal 46esimo voto di fiducia. Continua a leggere →