Mps, solo l’IdV votò contro il regalo da 3,9 miliardi

gennaio 25, 2013 in Economia, Politica

Il caso Montepaschi non è solo un enorme scandalo finanziario, è anche l’ultimo peccato mortale di quella politica italiana sempre sensibile al fascino degli affari e sempre pronta a rendersi complice della peggiore finanza. E’ la politica che prova ad allungare le mani ovunque, che si tratti di una banca o della Rai. E’ la politica che ha trascinato l’Italia in basso, facendola sprofondare nella palude economica e morale in cui si trova adesso. Continua a leggere →

Le istituzioni facciano di più per gli italiani

giugno 28, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro, Politica

“Non sono affatto né meravigliato né preoccupato dalla conflittualità tra le forze dell’allegra maggioranza che, sostenendo Monti, sta di fatto recando danni al Paese”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “sono, invece, piuttosto preoccupato per le difficoltà in cui si trovano disoccupati, cassintegrati, precari, esodati, imprenditori che non ricevono credito, famiglie che non ce la fanno a campare. Per questi – conclude Belisario – tutte le istituzioni stanno facendo davvero troppo poco”.

La mancanza di credito è l’ennesima vergogna del governo dei poteri forti

aprile 23, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“La mancanza di credito alle Pmi è l’ennesima conferma di una realtà che l’Italia dei Valori denuncia da tempo, il principale deterrente allo sviluppo del Paese. L’allarme lanciato oggi da Confcommercio di aziende strozzate dalla crisi, mentre le banche continuano a ricevere prestiti al tasso irrisorio dell’1% dalla Bce, mette a nudo una vergogna insopportabile”. Lo afferma Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, che aggiunge: “La difficoltà di accesso al credito sta letteralmente mettendo in ginocchio i piccoli imprenditori che, di fronte al dramma di un’azienda in fallimento e di lavoratori costretti in mezzo alla strada, decidono di togliersi la vita o sono costretti a rendersi ostaggio della criminalità organizzata. Il governo dei veri poteri forti, se non vuole essere connivente, si impegni affinché il sistema bancario sia al servizio dei cittadini, e non viceversa. Attendiamo che Monti si ricordi che ha promesso rigore, equità e crescita. Al momento, di equità e crescita neanche l’ombra. Gli italiani sono stanchi – conclude Belisario – di farsi ricattare impunemente dai potentati, è ora di cambiare marcia”.

Immorale limitare l’accesso al credito alle Piccole e medie imprese

marzo 12, 2012 in Economia, Sociale

Due piccoli imprenditori si sono suicidati nei giorni scorsi per le difficoltà di accesso al credito. Negli ultimi tre anni, per la crisi, sono già una cinquantina nel solo veneto, la patria delle Pmi, gli imprenditori che si sono tolti la vita. Si tratta ormai, come dice Bortolussi della Cgia di Mestre, di un vero e proprio dramma sociale. Continua a leggere →

E’ recessione! Per rilanciare la produttività servono investimenti e posti di lavoro

febbraio 15, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Senza categoria

Nel nostro Paese c’è un tasso di corruzione pari a quello della Macedonia, siamo messi peggio persino del Ruanda. Tra inaffidabilità, lentezza e tortuosità delle procedure, l’Italia può vantare una burocrazia kafkiana. La criminalità organizzata è la prima industria del Paese, non conosce crisi e mette in ginocchio le imprese oneste. L’instabilità e l’inadeguatezza del quadro politico, in particolare negli ultimi venti anni, rappresenta un enorme fattore di rischio per le aziende. In Italia si dovrebbe lavorare per eliminare queste autentiche piaghe. Invece, il Governo ha individuato il macigno che blocca gli investimenti: l’articolo 18. Continua a leggere →

Le banche alimentano la crisi, ma sono i contribuenti a mantenerle: allora statalizziamole!

gennaio 5, 2012 in Economia, Politica

La chiamano dittatura dello spread, fatto sta che la finanza sta condizionando la politica e quindi le stesse dinamiche economiche e sociali. Mentre la disoccupazione giovanile supera il 30%, l’attenzione dei Governi è concentrata sul drammatico andamento delle borse: i titoli bancari italiani continuano ad affondare Piazza Affari e tutti i maggiori istituti di credito registrano perdite record, trascinando a picco anche i mercati. La crisi finanziaria continua a peggiorare e a pagare le difficoltà del settore creditizio sono i contribuenti: cioè famiglie e imprese alle quali è negato l’accesso al prestito, ma che sono costrette a pagare di tasca loro gli aiuti di Stato alle banche. Un circolo vizioso che va immediatamente spezzato. Continua a leggere →

Governo vero tappo che impedisce soluzione crisi

agosto 8, 2011 in Comunicati Stampa

“L’andamento dei mercati di questa mattina conferma che il governo Berlusconi non ha alcun credito e che ormai il nostro Paese è nelle mani di speculatori a causa di governanti incompetenti e spregiudicati.” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato Felice Belisario, secondo cui “la poca credibilità del governo ha fatto sì che la Bce fosse costretta a intervenire con un vero e proprio commissariamento, che rischia da tutela di trasformarsi in ricatto grazie alle bugie di Berlusconi. Del resto le indiscrezioni che si apprendono dalla stampa sui contenuti della lettera all’Italia sono chiari: se l’Italia disattende il merito della missiva, può scordarsi l’intervento della Bce, se ne applica i ‘suggerimenti’ , può, invece, sperarci. Ultimo vulnus è la continua e reiterata omissione del confronto con l’opposizione che ad oggi non conosce i contenuti ufficiali della lettera inviata da Trichet. Uno schiaffo alla democrazia – conclude Belisario – e l’ennesima smentita del governo di pulcinella che, d’altronde, è il vero e unico tappo che impedisce al Paese di trovare la strada d’uscita dalla crisi. Ma l’alternativa è pronta e gli italiani lo sanno. Questo governo, più bugie racconta, più si sgonfia anche nella sua credibilità ”.