Leoluca Orlando sindaco contro i Gattopardi, per una nuova primavera di Palermo

marzo 24, 2012 in Politica

La candidatura di Leoluca Orlando sta facendo saltare i giochi di palazzo in Sicilia. Gli stessi partiti che hanno sonnecchiato all’ombra di Lombardo ora si scagliano contro il portavoce dell’Italia dei Valori perché temono una nuova primavera. Ma il successo di Orlando sarà la vittoria dei cittadini e la sconfitta di quei Gattopardi che hanno messo in ginocchio la città di Palermo negli ultimi anni. Le primarie restano uno strumento fondamentale, ma quando se ne fa un uso distorto, come è avvenuto a Palermo, servono solo a creare confusione e alleanze anomale. L’IdV si è sempre impegnata per difendere e rilanciare l’unità del centrosinistra, invece in troppi attaccano Orlando per tentare di far dimenticare ai cittadini i loro anni a braccetto di Lombardo e la sua gestione di stampo “cuffariano”. E’ inaccettabile perdere l’ennesima occasione e non ridare speranza a Palermo, Leoluca saprà farsi interprete delle istanze di cambiamento della società civile per risollevare la città dal disastro che è economico, sociale, culturale ma soprattutto morale. E’ necessario archiviare del tutto la devastante esperienza Cammarata, per questo bisogna presentare ai cittadini un modello amministrativo forte, autorevole e affidabile come quello di Orlando, non il solito teatro dei pupi e dei pupari. Continua a leggere →

La cricca è ancora all’opera, sulla svendita di immobili Siae Monti riferisca in Aula

gennaio 12, 2012 in Comunicati Stampa

“Il governo è cambiato, ma la cricca continua a fare affari. Il presidente del consiglio, Mario Monti, venga subito a riferire in Aula sulla gravissima vicenda della dismissione di immobili da parte della Siae, ente pubblico”. Lo chiede il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che ha presentato un’interrogazione in merito insieme ai senatori Lannutti e Pardi.

 

“Nonostante la smentita da parte della Siae – prosegue – è singolare che l’operazione di vendita immobiliare sarebbe avvenuta in tutta fretta proprio durante le feste natalizie. Il direttore generale della Siae, Gaetano Blandini, dovrebbe anzitutto dimettersi e poi chiarire insieme al commissario dell’ente Gian Luigi Rondi perché dei beni immobili della società sarebbero stati svenduti alla ‘Sorgente Group’, con una trattativa privata, per la modica cifra di 260 milioni di euro, anziché al prezzo di mercato di 463 milioni. Per la Siae i saldi sono partiti in anticipo?”.

 

“Una vicenda nebulosa che coinvolge la solita cricca, visto che Baldini risulta già coinvolto nelle intercettazioni riguardanti l’inchiesta sui Grandi Eventi, dalle quali emerge come il dg della Siae avrebbe avuto contatti poco chiari e discutibili con i già noti alle cronache giudiziarie, Angelo Balducci e Diego Anemone”.

 

“Dalla vicenda rischiano di essere seriamente danneggiati i 1200 dipendenti della società e i pensionati, i cui stipendi e Tfr erano garantiti dal patrimonio immobiliare, nonché tutto il mondo della produzione culturale di cui la Siae è il fulcro. Per i responsabili della svendita si potrebbe configurare l’ipotesi di danno erariale. In attesa di chiarimenti da parte del governo – conclude Belisario – valuterò insieme ai miei colleghi la presentazione di un esposto alle competenti autorità giudiziarie”.

 

LA PIAGA DELLE CAVALLETTE NEL GIARDINO DELLA CULTURA

marzo 11, 2011 in Politica, Università e Cultura

Cultura (s. f.): “Dal latino cultura, «coltivare». L’insieme delle conoscenze  ritenute fondamentali per una società, che vengono trasmesse di generazione in  generazione”. La definizione del termine basta di per sé a rendere l’importanza di un settore che non si riduce alla somma dei singoli spettacoli, eventi  artistici o siti archeologici, ma riguarda l’insieme delle esperienze di comprensione e dei modelli di condotta rappresentativi di una civiltà. Come un terreno, il nostro eccezionale patrimonio culturale andrebbe coltivato e  reso fertile per garantire un incessante sviluppo delle cognizioni e delle competenze che ci consentono di condurre un’esistenza compiuta e di concorrere nel mercato internazionale. Per il Governo, la cultura è invece un’erbaccia da estirpare: per questo sta facendo terra bruciata dei finanziamenti al settore, desertificando consapevolmente risorse preziose che potrebbero essere le ruote motrici della nostra crescita socio-economica. Al contrario, la falce dei tagli comincia a mietere le prime vittime. Continua a leggere →

Per il governo la cultura è solo erbaccia da estirpare

marzo 11, 2011 in Comunicati Stampa, Politica, Università e Cultura

Roma, 11.03.2011 – “Per il Governo la cultura è solo un’erbaccia da estirpare. Per questo, facendo terra bruciata dei finanziamenti al settore, sta demolendo il nostro patrimonio più prezioso”. Lo afferma Felice Belisario, Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato. “Lo stillicidio continuo di tagli da parte del ministro Tremonti ha corroso la nostra produzione culturale al punto che, alle proteste dei professionisti del settore, si aggiungono gli ammutinamenti degli stessi esponenti del Governo. Per non parlare poi della grande responsabilità del ministro Bondi che si è completamente disinteressato alla salvaguardia dei nostri preziosi beni culturali per una patologica incapacità di valorizzarli. Il centrodestra sta confinando la cultura in un lager di conformismo e asservimento politico, dove sono generosamente finanziati solo i progetti approvati dalla cricca, mentre le migliori risorse del Paese vengono affamate. La verità – conclude Belisario – è nota: l’ Esecutivo vuole un popolo di ignoranti per poter continuare indisturbato a fare il proprio comodo”.

IL DECRETO “MILLESCHIFEZZE” E’ LEGGE, A DISPETTO DI TUTTI

febbraio 26, 2011 in Economia, Politica

Questo milleproroghe è servito solo a rimandare all’anno di poi, al mese di mai e al giorno di chissà quando la messa in regola di disparate materie e, nell’indeterminatezza generale, introduce vere e proprie forme di ingiustizia sociale. Quale occasione migliore poteva avere la cricca per sfregiare i diritti dei cittadini? Vi sono diversi punti del decreto, scandalosi al limite del delinquenziale, che definiscono in tutto e per tutto quale tipo di maggioranza sta guidando il nostro Paese. Continua a leggere →

BENVENUTI TRA NOI

febbraio 6, 2011 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica

Il nostro Paese è governato da una banda di lanzichenecchi che non solo fa strame delle nostre istituzioni, ma sta provando, con il compiacente servilismo di buona parte della comunicazione televisiva, a sbriciolare anche il buon senso degli italiani. Continuano a dirci che l’opposizione dura dell’Italia dei Valori a Berlusconi e ai suoi compari è sterile e senza sbocchi. Poiché ce lo dicono da quando è cominciata la legislatura tutti i cosiddetti soloni della politica e della cosiddetta stampa indipendente, ho cercato di capire se, dove e quando abbiamo sbagliato. Continua a leggere →