Oggi il primo passo per un’Assemblea Costituente che ricostruisca il centrosinistra

maggio 12, 2013 in Politica

Questa mattina, al Centro Congressi Cavour di Roma, con Leoluca Orlando e Carlo Costantini ho organizzato il primo incontro pubblico di una proposta politica che nasce sulla base dell’appello “Coerenza e Democrazia – 139″: un’iniziativa ancorata ai principi della nostra Costituzione, che si pone l’obiettivo di contribuire a ricostruire il mosaico del centrosinistra. Continua a leggere →

Coerenza e democrazia

aprile 15, 2013 in Italia dei Valori, Politica

Ho detto e scritto più volte che i partiti politici non hanno più la spinta propulsiva che li aveva caratterizzati dal momento della fondazione della nostra Repubblica fino alla metà degli anni ’80. L’Italia dei Valori è nata come movimento, agile, in sintonia con i cittadini, per rispondere con immediatezza a quanto gli stessi cittadini suggerivano. Continua a leggere →

Nel Giorno della Memoria Berlusconi omaggia Mussolini. Serve una nuova Resistenza culturale

gennaio 27, 2013 in Politica

Il 27 gennaio 1945 le truppe alleate abbatterono i cancelli di Auschwitz, ponendo fine alla prigionia nel campo di concentramento, ma svelando anche l’orrore dell’Olocausto. Quando si ricorda la Shoah si guarda il vero volto del  nazifascismo, la folle ideologia che ha messo in atto lo sterminio di milioni di persone. Oggi, nel Giorno della Memoria, Berlusconi ha dichiarato che le leggi razziali sono state la peggior colpa di Mussolini, che per tanti altri versi aveva fatto bene. Una dichiarazione ignobile e strumentale, che offende la memoria delle vittime della Shoah e conferma la necessità di una  nuova Resistenza culturale. Continua a leggere →

Tagliamo le spese militari, l’Italia ripudia la guerra

gennaio 19, 2013 in Economia, Esteri, Italia dei Valori, Politica

Lo dico in modo secco: non voglio la guerra in Mali, così come in nessun altro luogo del mondo. In nome della lotta al terrorismo non voglio interventi o missioni internazionali in “Paesi a rischio”  che si traducono in conflitti veri e propri. Conflitti il cui prezzo viene pagato solo dalla povera gente e dai tanti civili ridotti alla disperazione o uccisi, conflitti che spesso nascondono interessi economici che hanno poco a che fare con l’intervento umanitario. Continua a leggere →

Per Berlusconi democrazia è suo scendiletto

gennaio 3, 2013 in Comunicati Stampa, Politica

“Berlusconi ha sempre considerato la democrazia come il suo personale scendiletto e adesso si permette di dire che Ingroia ne è il cancro. Ha davvero la faccia di bronzo, fosse per il Cavaliere in parlamento entrerebbero solo inquisiti e condannati come lui”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a palazzo Madama, che ha proseguito: “L’ex presidente del consiglio, nel suo delirio di onnipotenza, si è sempre sentito al di sopra della legge, considerando la giustizia come un impedimento ai suoi oscuri progetti affaristici. Berlusconi fa attacchi preventivi solo per paura di chi sta dalla parte dei giusti. La vera patologia del Paese è casomai costituita da chi si crede l’Unto del Signore, ma non rispetta neanche il ‘vangelo’ della democrazia, la nostra preziosa Costituzione. Il Paese ha bisogno di un rinnovamento morale e culturale che può arrivare – conclude Belisario – solo da un Movimento che abbia a cuore la legalità, la solidarietà, il lavoro, la crescita e l’equità, di cui Ingroia è il portabandiera”.

Monti non può fare il bello e il cattivo tempo

gennaio 3, 2013 in Comunicati Stampa, Politica

“Monti non può permettersi di fare il bello e il cattivo tempo. Quello che il senatore a vita doveva dimostrare l’ha già ampiamente fatto con il sostegno della strampalata maggioranza Pdl, Pd e Udc: ha adottato misure inique che hanno colpito solo le fasce più deboli del Paese, premiando invece le banche e i potentati economici. Adesso, in piena campagna elettorale, si lancia in spot che tanto ricordano il suo predecessore. Sembra un deja vù”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama. “Monti dice di voler dimostrare che non è un ‘tassatore’ cattivo, dopo aver appena regalato agli italiani tre nuove tasse: l’Imu per tutti, ma non per la Chiesa, la Tares, la tassa sui rifiuti, e l’aumento dell’Iva dal 21% al 22% . La realtà è che la pressione fiscale è ormai alle stelle e le famiglie sono sempre più in difficoltà. E’ il tempo di ridurre la spesa improduttiva e di ridistribuire la ricchezza secondo il principio, sconosciuto dal leader centrista, di equità sociale. Se in  questo Paese c’è un vulnus di democrazia – conclude Belisario –  la colpa non è certamente delle ali estreme della sinistra, ma di chi, con il pretesto di dover salvare il Paese dalla crisi, ha chiamato Riforme le inique stangate sui diritti sanciti dalla nostra Costituzione”.

Dopo un anno di Monti siamo messi peggio di prima: le “Cassandre” dell’IdV avevano ragione

dicembre 11, 2012 in Economia, Politica

Lo scorso autunno, dopo che Berlusconi rassegnò le dimissioni, invece di restituire la parola ai cittadini fu nominato il Governo Monti. Ora, rispetto al 2011 il tasso di disoccupazione è aumento di 2,3 punti percentuali, attestandosi all’11,1%, mentre la percentuale di giovani senza lavoro è salita al 36,5%. Lo scorso anno la pressione fiscale era al 42%, mentre oggi è arrivata al 45%. Quanto al tasso di corruzione, nel 2011 l’Italia si classificava al 69esimo posto nella classifica mondiale, mentre oggi è scesa in 72esima posizione. Il tasso di evasione fiscale in un anno è aumentato almeno del 14%,  facendo conquistare all’Italia la maglia nera tra i Paesi europei. Rispetto al 2011 il Pil ha registrato un - 2,4%, mentre il debito pubblico è cresciuto da 1.902 a 1.992 miliardi di euro e l’inflazione è salita dal 2,8 al 3,1%. Questa la situazione fotografata dai principali indicatori economici, che diramano previsioni ancora peggiori per i prossimi anni: i dati su disoccupazione, pressione fiscale, debito pubblico, prodotto interno lordo, inflazione, corruzione ed evasione continueranno ad aggravarsi per effetto dei provvedimenti adottati. Continua a leggere →

In Senato si gira la peggior fiction italiana sulla legge elettorale

dicembre 4, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“Questi ultimi mesi di legislatura saranno ricordati tra l’altro come quelli in cui in Senato si è girata la peggiore fiction italiana: quella sulla legge elettorale”. Ad affermarlo il capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama, Felice Belisario, che aggiunge: “una certa politica, la malapolitica, continua a giocare con le regole democratiche per trattare la miglior formula possibile in grado di garantire poltrone e mantenere privilegi, per regolare i conti tra i partiti e nei partiti stessi, per ricattare la tenuta del governo Monti al solo scopo di assicurarsi un futuro nel Palazzo. Questo è un vero e proprio scempio: con le regole della democrazia non si scherza, sono quelle che determinano l’assetto istituzionale e che indirizzano le scelte di rappresentanza dei cittadini. Dovrebbero essere gestite con i guanti bianchi, nel rispetto della trasparenza e della democrazia. Temo che la fine di questa ‘sceneggiata’ sarà o il mantenimento dell’attuale legge porcata o un superporcellum, tagliato e cucito in base ai nuovi scenari politici, per salvare i grandi partiti e tagliare fuori le forze scomode. Eppure – conclude Belisario – c’è ancora una soluzione a portata di mano: approvare la nostra proposta di legge, voluta tra l’altro dai cittadini che hanno firmato il referendum, e che permette in mezza giornata di tornare al Mattarellum: sistema di già comprovata applicazione, che consente rappresentanza e alternanza di governo scegliendo parlamentari, programmi e leadership di coalizione”.