Il governo è lento, sulle frequenze tv l’asta al più presto

gennaio 21, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Informazione

“La reazione scomposta di Mediaset alla sospensione delle frequenze televisive vuol dire che è stato toccato un nervo scoperto”. Lo
ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario,intervenendo a Potenza in un Convegno sulle liberalizzazioni. “Si tratta di un passo concreto, ma non ancora definitivo. Passera acceleri l’annullamento dell’ennesimo regalo,ma faccia in fretta. I privilegi di cui godono le tv di Berlusconi sin dai tempi di Craxi sono ormai un anacronismo insopportabile di stampo medioevale. Che sia proprio Mediaset, poi, dopo tutte le leggi ad personam imposte dal suo proprietario al Parlamento, a parlare di legalità, suona come l’ulteriore e speriamo ultima beffa ai danni degli italiani. L’asta va indetta in più presto possibile e – conclude Belisario – al contrario di quanto prevedeva Berlusconi, non andrà deserta”.