Tg1 dalla padella alla brace, Minzolini va sostituito con una personalità indipendente

dicembre 10, 2011 in Comunicati Stampa

“Il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, ha fatto l’ennesima proposta indecente: per sostituire Minzolini, megafono del Governo Berlusconi, avanza la candidatura di Maccari, da sempre in quota Pdl, secondo la solita, insana lottizzazione. Da tempo e con forza abbiamo chiesto l’allontanamento del direttorissimo per manifesta genuflessione al potere berlusconiano, ma il Tg1 non può passare dalla padella alla brace”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “Non discutiamo – aggiunge – la professionalità e l’esperienza di Maccari, peraltro risorsa interna di lungo corso, ma non è questa la discontinuità in cui speravamo: la testata ammiraglia della Rai deve riguadagnare autonomia e indipendenza, non possiamo accettare ancora una volta scelte pilotate a garanzia del centrodestra. Il dg Lei si conferma esecutrice di ordini quasi più fedele di Masi. Il Cda scelga una personalità indipendente e non un designato dalla  politica, perché – conclude Belisario – di una informazione schierata e faziosa ne abbiamo avuto davvero abbastanza”.

Basta guerra Pdl-Lega, mandiamoli tutti in ferie

maggio 27, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“Sembra di assistere alle comiche di Buster Keaton, il comico triste, più che ad un dibattito politico degno di un Paese occidentale”, afferma il capogruppo dell’Italia dei valori al Senato Felice Belisario, “del resto è quello a cui ci ha abituato questo governo fin dal primo giorno e le dichiarazioni di oggi di Calderoli non fanno eccezione. Ma a colpire non sono tanto le smentite di affermazioni rilasciate alla stampa, poi ulteriormente smentite dai giornalisti stessi o dai direttori, ma l’uso ‘consumistico-elettorale’ che la maggioranza fa delle istituzioni, come fossero pedine di una scacchiera dove bisogna fare scacco matto al nemico-amico per vincere. Questo è la guerra, tutta ‘privata’, tra Pdl e Lega a cui non vogliamo più assistere, un poltronificio che impegna le energie di un governo che piuttosto dovrebbe occuparsi dei problemi del Paese. Sono sicuro – conclude Belisario – che con i ballottaggi e i referendum del 12 e 13 giugno gli italiani rispediranno queste prese in giro al mittente, mandando Berlusconi e i suoi servi in ferie per un lungo periodo”.