Che bella la copertina del Time

dicembre 14, 2011 in Italia dei Valori, Politica, Sicurezza, Sociale

Ho percorso oggi pomeriggio poche centinaia di metri dalla sede nazionale dell’Italia dei Valori, alle spalle della galleria Sordi, vicino alla Camera, fino al mio ufficio in Senato e ho trovato persone che protestavano davanti Montecitorio, a piazza Navona e in altri punti del centro di Roma. Un segno tangibile che il disagio sociale sta raggiungendo punte insostenibili. Certo, si tratta di un fenomeno mondiale. E mi ha molto colpito la copertina del Time di questa settimana che ha nominato personaggio dell’anno il manifestante. Continua a leggere →

Raccogliere il disagio di Della Valle e Confindustria

ottobre 1, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica, Senza categoria

“L’appello di Della Valle va raccolto perché rappresenta la punta dell’iceberg del disagio degli imprenditori italiani e fa il paio con lo strappo tra Confindustria e il governo di qualche giorno fa”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “ La classe politica deve sentirsi interamente chiamata in causa ma non c’è dubbio che i livelli di responsabilità sono diversi e, in primis, è il governo a dover sentire il peso della condizione di palese disagio delle imprese italiane strette dalla morsa della crisi da un lato e dall’incapacità di chi regge il timone del Paese ad affrontarla dall’altro. Berlusconi ha fatto il suo tempo. Ha avuto quasi venti anni di tempo per ammodernare il Paese, non c’è riuscito e non gli resta che prendere atto del suo fallimento storico e politico. L’Italia dei Valori e, spero, tutta l’opposizione, deve impegnarsi a riflettere sulle parole di Della Valle e sulle proposte di Confindustria. C’è bisogno del contributo di tutti e dell’alleanza tra politica e parti sociali per uscire dal labirinto in cui qualcuno ci ha portati senza neanche chiederci il permesso”.

DALLA MARCIA DELLA PACE UN MESSAGGIO CHIARO: CAMBIARE SUBITO

settembre 25, 2011 in Ambiente, Economia, Esteri, Lavoro, Politica, Sociale

Sono passati 50 anni dalla prima Marcia della pace ideata dal filosofo Aldo Capitini e, non a caso, in testa al corteo che attraversava, oggi, l’Umbria, da Perugia ad Assisi, riecheggiava lo slogan di allora che parlava di pace e fratellanza dei popoli. Non a caso perché, sarà anche passato mezzo secolo, ma il messaggio è ancora attuale. E non solo per i conflitti armati che lacerano il mondo e a cui l’Italia, tristemente e dietro ipocriti interventi di aiuto, partecipa. Ma anche per l’assenza di diritti, di accesso alle cure mediche, per le politiche di respingimento, per il divario sociale, la precarietà e la povertà.
Continua a leggere →